Adam Szalai, Peter Gulacsi, Willi Orban, Gabor Kiraly, Pal Dardai: i migliori giocatori ungheresi della Bundesliga

Con l’avvicinarsi della sfida tra la Germania di UEFA Nations League e l’Ungheria, bundesliga.com dà un’occhiata a cinque dei migliori ungheresi ad aver giocato nella massima divisione tedesca…

>> Clicca qui per le notizie sulla squadra Ungheria-Germania e il blog LIVE!

Pal Dardai
Apparizioni: 297 (17 gol)
Club: Hertha Berlino
Onori: Bundesliga 2 (2010/11), Ligapokal DFB (2001, 2002), Coppa Intertoto (2006)

Dominik Szoboszlai potrebbe sventolare la bandiera come uno dei più giovani talenti ungheresi in circolazione, il 21enne ha illuminato i campi della Bundesliga per la gioia dei fan dell’RB Lipsia da gennaio 2021. Eppure è stato emozionante molto prima che l’attaccante arrivasse in Germania massima serie, un altro ungherese avrebbe mostrato la strada ai suoi connazionali dopo il suo trasferimento all’Hertha nel 1997. In effetti, Pal Dardai sarebbe diventato il detentore di presenze più alte della Vecchia Signora durante 15 stagioni con il club della capitale che ha preceduto un paio di periodi di allenatore con gli uomini in blu e bianco.

Difensore di una certa fama, Dardai ha collezionato la prima delle 297 presenze con l’Hertha in seconda divisione dopo una mossa di trasferimento invernale. Muori Alte Dame ha vinto la promozione nella massima serie quella stessa stagione con il nativo di Pecs che in seguito ha collezionato 14 presenze in Bundesliga nella stagione 1997-98 della sua squadra. La stagione successiva, Dardai avrebbe continuato a svolgere un ruolo più importante poiché l’Hertha ha concluso con un’incredibile terza posizione nella classifica della Bundesliga. È stato un risultato che ha portato nel 1999 il premio di Giocatore ungherese dell’anno per l’unico uomo del Budapesti VSC.

Pal Dardai ha visto tutto sia come giocatore che come allenatore dell’Hertha Berlino. – Matthias Kern/Getty Images

Affermandosi nel cuore della squadra dell’Hertha negli anni successivi, Dardai è diventato anche un regolare nazionale maggiore per l’Ungheria – alla fine ha vinto 61 presenze e capitanato il suo paese in diverse occasioni – mentre ha superato Michael Sziedat come il più alto detentore di presenze dell’Hertha in Bundesliga quando è atterrato a 281 partite di massima serie nel 2010. Il giocatore ha appeso le scarpe al chiodo a 35 anni dopo aver partecipato a 297 partite di campionato in Germania, ma il suo coinvolgimento con l’Hertha sarebbe rimasto forte, con Dardai che si è trasferito nel mondo degli allenatori.

Nato come tattico con le squadre del club di Berlino, il 46enne ha accettato la chiamata del suo paese a prendere le redini della nazionale maggiore ad interim. In seguito avrebbe anche accettato un altro periodo ad interim, questa volta come allenatore senior dell’Hertha nel 2015, ruolo che avrebbe poi reso permanente fino alla fine della stagione 2018/19. Dardai ha risposto ancora una volta alla chiamata di coaching Hertha con un periodo di 10 mesi al timone a partire da gennaio 2021.

Anche Dardai (s.) ha giocato un periodo come allenatore dell’Ungheria dopo aver vinto 61 presenze con la sua nazionale. – Stuart Franklin/Getty Images

Adam Szalai
Apparizioni: 276 (54 gol)
Club: VfB Stoccarda, Magonza, Schalke, Hoffenheim, Hannover
Onori: Giocatore ungherese dell’anno: 2012

Il potente attaccante di 6 piedi e 4 pollici Szalai è diventato un titolare della Bundesliga dal momento in cui è passato in prestito al Mainz dalla squadra giovanile del Real Madrid nel luglio 2010. L’attaccante nato a Budapest ha segnato il suo primo gol in assoluto in Bundesliga per gli 05ers contro i giganti del Borussia Dortmund mentre ha segnato il suo secondo gol contro il Bayern Monaco. Nel 2012/13 – la sua terza stagione completa al Mainz – Szalai è diventato l’ungherese con il punteggio più alto in una singola stagione di campionato quando ha segnato il suo 12esimo gol nella massima serie contro l’Augsburg.

Szalai è passato allo Schalke nel 2013/14 e gli è stato subito chiesto di fare un passo avanti a causa di un infortunio di Klaas-Jan Huntelaar. Nonostante un buon inizio sotto la porta, l’ex tiratore scelto di Budapest Honved e Újpest FC ha perso il tocco e si è ritrovato con solo sette gol in 28 presenze in Bundesliga con i Royal Blues.

L’attaccante Adam Szalai ha goduto di due incantesimi separati a Mainz. – David Inderlied/Guido Kirchner tramite www.imago-images.de/imago images/Kirchner-Media

Seguì un trasferimento all’Hoffenheim, prima che fosse concordato un periodo in prestito all’Hannover. Szalai è tornato con i Sinsheimers per la stagione 2016/17 ed è stato lì che ha collezionato 100 presenze in Bundesliga, segnando 23 gol in totale con un momento clou della carriera quando la squadra di Julian Nagelsmann ha concluso il 2017/18 al terzo posto per club in la Bundesliga.

Con l’Ungheria in 80 occasioni, Szalai ha segnato 25 gol per il suo paese e dopo un periodo nella natura selvaggia della nazionale, è tornato in campo durante il suddetto periodo ad interim di allenatore del Dardai. L’attuale attaccante del Basilea ha fatto parte delle sfide dell’Ungheria a Euro 2016 e 2020, capitanando la sua nazione in quest’ultimo torneo. È tornato a Mainz nel 2019 per altre due stagioni con Die Nullfünfer.

Szalai (c.) ha partecipato a due campionati europei per l’Ungheria. – ATTILA KISBENEDEK/POOL/AFP tramite Getty Images

Gabor Kiraly
Apparizioni: 198 (72 lenzuola pulite)
Club: Hertha Berlin, Bayer Leverkusen, 1860 Monaco di Baviera
Onori: DFB Ligapokal (2001, 2002)

Il portiere famoso per aver scelto di indossare i caratteristici pantaloni della tuta grigi invece dei pantaloncini, Kiraly rimane il giocatore con più presenze in Ungheria (108) ed è stato una rivelazione all’Hertha, dove ha giocato insieme al connazionale Dardai. Durante la corsa dell’Hertha al terzo posto nel 1998/99, il portiere ha subito il minor numero di gol durante la stagione.

Nella stagione successiva, Kiraly – nato e cresciuto a Szombathely, la decima città più grande dell’Ungheria – ha collezionato dieci presenze in UEFA Champions League quando i berlinesi hanno raggiunto la seconda fase a gironi della competizione, superando Galatasaray e AC Milan nella fase iniziale.

Kiraly ha collezionato quasi 200 presenze in Bundesliga con l’Hertha e, sebbene abbia avuto un breve periodo in prestito al Leverkusen come riserva di Rene Adler nel 2008/09, il tiratore ungherese non è riuscito a fare una sola apparizione nella massima serie tedesca per il Werkself. Insieme a diversi periodi in vari club inglesi, Kiraly ha partecipato a 168 partite di Bundesliga 2 con il 1860 di Monaco. A Euro 2016, il ‘portiere ha superato Lothar Matthäus diventando il giocatore più anziano ad aver mai partecipato al torneo a 40 anni e 74 giorni. Nel 2019 ha concluso una carriera da giocatore di 25 anni.

Gabor Kiraly (sotto c.) ha giocato 198 partite di campionato con l’Hertha, indossando i suoi caratteristici pantaloni da jogging. – Marcus Brandt/Bongarts/Getty Images

Pietro Gulacsi
Apparizioni: 195 (66 lenzuola pulite)
Club: RB Lipsia
Onori: Coppa DFB: 2021–22

Il capitano del Lipsia, vincitore della Coppa DFB 2022, si è unito alla squadra con sede in Sassonia quando stava esercitando il proprio mestiere nella seconda divisione tedesca nel 2015. Il suo debutto in Bundesliga è seguito più tardi, nel pareggio per 2-2 all’Hoffenheim nell’agosto 2016, e il portiere non è andato a giocare 195 volte nella massima serie tedesca.

Partendo dall’MTK Budapest della squadra locale, Gulacsi si è trasferito al Liverpool prima di fare una serie di trasferimenti in prestito all’interno delle divisioni inferiori dell’Inghilterra. Ha deciso di stabilirsi in Austria al Red Bull Salisburgo nel 2013, giocando 65 partite nei due anni successivi prima di trasferirsi nel club gemello di quella squadra in Germania.

Peter Gulacsi (c.) ei suoi compagni di squadra del Lipsia hanno festeggiato il successo della DFB Cup a maggio. – Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

Gulacsi faceva parte della squadra del Lipsia che ha concluso la sua prima stagione in Bundesliga al secondo posto, mentre le sue parate hanno aiutato la squadra dell’ex Germania orientale a raggiungere una finale di DFB Cup nel 2019, che ha perso contro il Bayern Monaco. Il ‘custode e i suoi compagni di squadra del Lipsia avrebbero fatto ammenda per quella sconfitta – e la finale invertita del 2021 contro il Dortmund – quando hanno vinto la sfida del Friburgo per alzare la Coppa DFB per la prima volta dopo una vittoria ai calci di rigore a Berlino a maggio. Gulacsi ha esordito in nazionale maggiore con l’Ungheria contro la Danimarca nel maggio 2014, mentre prima era un membro chiave della squadra che ha collezionato il bronzo alla Coppa del Mondo FIFA Under 20 2009.

Willi Urbano
Apparizioni: 149 (16 gol)
Club: RB Lipsia
Onori: Coppa DFB: 2021–22

Nato a Kaiserslautern, Orban è figlio di padre ungherese e fino ad oggi ha collezionato 31 presenze con l’Ungheria. Entrato nel settore giovanile di Lautern a soli quattro anni, il difensore ha esordito in prima squadra con i Red Devils come sostituto nella sconfitta per 3-0 in Bundesliga contro il Bayern nell’agosto 2011.

Willi Orban (c.) è parte integrante dell’assetto dell’RB Lipsia. – IMAGO/Ulrich Hufnagel/IMAGO/Ulrich Hufnagel

Dopo essere stato provato sul lato destro della difesa e nel centrocampo difensivo, Orban ha iniziato a brillare al centro nel 2013/14, con il Kaiserslautern che ha giocato in Bundesliga 2. Ha continuato a capitanare la squadra giocando 68 partite di campionato ed è stato anche nominato Die roten Teufel Giocatore della stagione 2014/15.

Trasferitosi al Lipsia nel 2015, Orban si è subito inserito nell’XI titolare e ha goduto della promozione in Bundesliga con un’entusiasmante squadra giovane. Un superbo secondo posto nella massima divisione tedesca è stato seguito dalla UEFA Champions League, Urban ha persino capitanato la squadra in alcune occasioni, un compito a cui sarebbe diventato più che abituato con le stagioni successive.

Ad oggi, Orban ha completato sette stagioni con i colori del Lipsia, segnando 21 gol in 238 partite in tutte le competizioni. Ha raggiunto tre finali di DFB Cup con Die Roten Bullenha finalmente alzato il trofeo con il Lipsia il mese scorso e ha anche fatto parte della squadra dell’ex allenatore del Lipsia Nagelsmann che è passata alle semifinali di Champions League nel 2019/20.

Il suo debutto con l’Ungheria è arrivato in una partita della Nations League contro la Grecia il 12 ottobre 2018 e ha continuato a segnare cinque gol in quelle 31 presenze in nazionale maggiore con il suo paese.

Leave a Comment