Anteprima Serie A: Milan vs. Napoli

Il Milan accoglierà il Napoli a San Siro domenica sera per quello che è un grande scontro di inizio stagione con due squadre che sono in testa alla classifica di Serie A.

Il Milan avrebbe sempre avuto la sensazione di essere di nuovo in cima alla classifica dopo lo scudetto vinto la scorsa stagione, ma i pronostici sul Napoli sono variati enormemente dopo un’estate che ha visto molti avvicendamenti di giocatori con probabilmente tre dei suoi migliori giocatori che se ne sono andati.

Stefano Pioli ha analizzato alcune delle cose che hanno reso così pericolosa la squadra di Luciano Spalletti durante la conferenza stampa pre-partitae la partita di domenica sarà un grande indicatore di chi sarà in forma migliore per la pausa internazionale.


Data del gioco: domenica 18 settembre
Orario di inizio: 20:45 (CEST)
Luogo: San signore
Arbitro: Mariani (VAR: Irrati)


Notizie di squadra

Il Milan è entrato in campo dopo aver vinto tutte e quattro le partite casalinghe finora in questa stagione in Serie A e Champions League, l’ultima è stata contro la Dinamo Zagabria mercoledì sera quando gli uomini di Pioli hanno trionfato 3-1.

Notevoli però le assenze per la gara contro i Partenopei, con Rafael Leao squalificato dopo essere stato espulso nell’ultima partita di campionato, mentre Divock Origi, Ante Rebic e Zlatan Ibrahimovic sono tutti infortunati che riducono la profondità in reparto offensivo. Fuori anche Alessandro Florenzi.

Secondo le ultime notizie di squadra da varie fonti, Pioli dovrebbe schierare una difesa composta da Mike Maignan in porta con Davide Calabria, Pierre Kalulu, Fikayo Tomori e Theo Hernandez i quattro difensori da destra a sinistra.

Ismael Bennacer e Sandro Tonali saranno ancora una volta affidati come il doppio pivot, con Charles De Ketelaere pronto a rientrare come centrale d’attacco davanti a loro.

Junior Messias dovrebbe essere sulla fascia destra con Alexis Saelemaekers che passa all’ala sinistra con Leao squalificato, sperando di sfruttare il suo gol in Champions League a metà settimana, così come Olivier Giroud in attacco.

Probabile Milan XI (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Bennacer, Tonali; Messias, De Ketelaere, Saelemaekers; Giroud.


Gli avversari

Come accennato in precedenza, il Napoli era in qualche modo un’incognita verso la nuova stagione dopo quella che è stata un’estate caotica, e sebbene la sua formazione titolare abbia molti volti nuovi, non sembra averli danneggiati.

Gli Azzurri volano assolutamente dopo un’estate con molte revisioni perdendo Lorenzo Insigne, Dries Mertens, Fabian Ruiz e Kalidou Koulibaly, con Tanguy Ndombele, Khvicha Kvaratskhelia e Giacomo Raspadori tra i nuovi acquisti che si sono fatti avanti.

Hanno 14 punti nelle prime sei partite di campionato e sono in testa al loro girone di Champions League dopo una vittoria per 4-1 sul Liverpool in casa e una vittoria per 3-0 contro i Rangers a Ibrox a metà settimana.

Spalletti sembra aver fatto del 4-3-3 il suo marchio di fabbrica, e la grande assenza per lui è Victor Osimhen che non sarà abbastanza in forma per guidare la linea, quindi la responsabilità cadrà su Raspadori.

Il tedesco Diego Demme dovrebbe saltare la partita mentre ci sono dubbi sulla disponibilità dell’esterno Hirving Lozano, anche se i segnali suggeriscono che sarà abbastanza in forma per almeno andare in panchina.

Probabile Napoli XI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim; Oliveira; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Raspadori, Kvaratskelia.


Testa a testa

Negli ultimi 31 incontri tra le due squadre escono abbastanza alla pari ma i napoletani sono in vantaggio, con il Milan che ha vinto otto di quelle partite, con 12 vinte dal Napoli e 11 pareggi.

Le due squadre si sono affrontate all’inizio di quest’anno solare con il Diavolo che ha vinto 1-0 allo Stadio Diego Armando Maradona grazie alla vittoria nel secondo tempo di Olivier Giroud. Nella stessa partita dell’anno scorso, Elmas ha segnato l’unico gol e il pareggio all’ultimo minuto di Franck Kessie è stato controverso e la squadra di Spalletti ha vinto 1-0 a San Siro.

Fatti sulla corrispondenza…

➤ Il Milan ha vinto l’ultima partita di campionato contro il Napoli dopo una serie di due sconfitte consecutive; i rossoneri potrebbero vincere due gare di fila in Serie A contro il Napoli per la prima volta dal 2010/11, con Massimiliano Allegri.

➤ Il Milan ha perso le ultime due gare casalinghe di campionato contro il Napoli, entrambe con il punteggio di 0-1.

➤ Solo nel 1979 i rossoneri subiscono tre sconfitte consecutive contro il Napoli in Serie A e non hanno mai giocato tre gare di fila contro di loro senza segnare.

➤ Il Milan è imbattuto nelle ultime 22 partite di Serie A (V15 P7). Questa è la loro serie di imbattibilità più lunga da una serie di 27 partite senza sconfitte nel gennaio 2021.

➤ Il Milan ha vinto le ultime sei partite di Serie A in casa, mantenendo la porta inviolata per quattro. L’ultima volta che hanno avuto una serie di vittorie più lunga in casa è stata nel 2013 (8). Quella corsa, tuttavia, è stata interrotta da a
pareggio contro il Napoli.

➤ Il Napoli ha mantenuto la porta inviolata sei volte nelle ultime nove partite di Serie A (0,4 gol subiti a partita); sono tante le reti inviolate quante nelle precedenti 25 partite (media di 1,1 gol subiti).

➤ Il Napoli ha raccolto sette punti nelle prime tre trasferte di questa stagione di Serie A. Potrebbero rimanere imbattuti nelle prime quattro trasferte di una stagione di Serie A per la terza stagione consecutiva, un risultato mai raggiunto prima.

➤ Il Napoli ha le palle perse più alte in questa Serie A in questa stagione (60), è anche il club con più tiri dopo le palle perse alte (13).

➤ Solo il Milan (7) ha guadagnato più punti del Napoli perdendo posizioni (6) in Serie A in questa stagione.

➤ Dall’inizio della scorsa stagione, Rafael Leão ha saltato solo quattro partite di Serie A; solo Saelemaekers e Tonali (41) hanno giocato più gare rossonere nel periodo (40 per
i portoghesi). Senza Leão, il Milan ha una percentuale di vittorie del 50% e una media di 1,8 punti, ma quelle cifre salgono al 70% e 2,3 punti con lui in campo.

➤ Il Milan è l’avversario preferito di Piotr Zielinski in Serie A. Ha segnato quattro gol nelle prime 10 partite contro di loro ma non ha trovato rete nelle sette successive. Contro i rossoneri
ha anche segnato la sua prima doppietta nella competizione nell’agosto 2018.


Quelli da guardare

Per il Milan molto dell’esito della partita dipenderà da come riuscirà a farcela senza Leao, e quindi gli occhi saranno puntati su Saelemaekers e su come si comporta da esterno rovesciato di sinistra. Ha segnato due gol in due partite di Champions League, quindi dovrebbe avvicinarsi alla partita con sicurezza e il suo ritmo di lavoro potrebbe liberare Theo Hernandez per andare avanti di più.

Giroud nel frattempo si è guadagnato la reputazione di essere l’uomo di punta dopo i suoi gol contro Lazio, Inter e, naturalmente, contro il Napoli all’inizio di quest’anno. La sua esperienza e il suo talento per essere nel posto giusto al momento giusto saranno enormi.

Per il Napoli non c’è dubbio che l’uomo del momento sia Khvicha Kvaratskelia. L’esterno georgiano di 21 anni poteva finire al Milan ma invece è stato il Napoli a finire, e nelle sue otto partite nel 2022-23 ha già quattro gol e due assist. Davide Calabria dovrà essere al top per fermarlo.

Piotr è stato a lungo considerato uno dei migliori creativi della Serie A, e ha segnato sette gol in otto partite (3G, 4A) affermandosi come uno dei leader di un attacco tanto cambiato, quindi Tonali e Bennacer dovranno guardalo da vicino.


Predizione

Proprio come il derby di inizio stagione, sembra che potrebbe essere una partita di successo piena di azione end-to-end con molti gol, ma il Milan vorrà provare a dettare i tempi e, viste le assenze, potrebbe non prendere in considerazione un punto per essere il peggior risultato del mondo.

Milan-Napoli 1-1

Leave a Comment