Antonio Conte punta a 309 milioni di sterline per il trasferimento estivo in caso di vendita di sei stelle del Tottenham da parte di Fabio Paratici

Sono già state un paio di settimane impegnative al Tottenham dalla fine della stagione e la finestra di trasferimento non è nemmeno aperta. Martedì, gli Spurs hanno annunciato il loro primo acquisto estivo, con Ivan Perisic che si è trasferito con un contratto biennale gratuito e la mossa di Fraser Forster non sembra troppo lontana dalla conferma.

Anche artisti del calibro di Christian Eriksen, Filip Kostic e Alessandro Bastoni sono stati collegati al passaggio in N17, con Antonio Conte che voleva almeno sei nuovi arrivi quest’estate. Questo non solo aiuterà a migliorare la forza della rosa che l’italiano ha già, ma risolverà anche il problema della profondità della rosa, che diventerà più importante con l’introduzione della regola delle cinque sostituzioni la prossima stagione.

Un certo numero di giocatori degli Spurs hanno avuto dubbi sul loro futuro nell’ultimo anno circa. In parte questo è dovuto alla mancanza di tempo di gioco sotto Conte, mentre altri che sono stati in prestito potrebbero trasferirsi definitivamente quest’estate.

LEGGI DI PIÙ: Alessandro Bastoni al Tottenham, nuovo accordo con Harry Kane e interesse per Weston McKennie degli Spurs

Con tutte le chiacchiere in arrivo, calcio.londra Dà un’occhiata alle sei uscite che potrebbero partire quest’estate e quanto il Tottenham potrebbe ottenere dalla loro vendita.

Difesa

Conte ha trasformato la difesa degli Spurs, dall’essere una squadra che subisce più gol ogni settimana, a una forte linea di fondo che stava affrontando gran parte di ciò che veniva loro lanciato. Anche se questo è stato in gran parte dovuto al trio di difesa, anche i terzini sono una parte fondamentale nell’assetto dell’italiano.

Sia Sergio Reguilon che Emerson Royal hanno dovuto adattarsi dalla loro posizione di terzino, al ruolo di terzino che era richiesto sotto il 52enne. Il duo ha prodotto un misto di prestazioni, ma non è riuscito a creare coerenza per tutta la stagione.

Il brasiliano ha avuto una corsa senza dubbio più facile, con l’infortunio di Matt Doherty che lo ha escluso per l’ultimo tratto di partite. Reguilon stava gareggiando con Ryan Sessegnon, anche lui alle prese con gli infortuni, ma lo spagnolo è stato quello che ha saltato le ultime cinque partite della scorsa stagione.

Il Real Madrid ha la sua ultima opzione per firmare nuovamente Reguilon, quando si aprirà la finestra di trasferimento estiva, per una cifra che si ritiene sia di circa 43 milioni di sterline. Nessuno dei due giocatori vorrà sedersi in panchina la prossima stagione, come è probabile che sia il caso di Reguilon, dopo l’ingaggio di Ivan Perisic.

Doherty stava diventando il principale terzino destro prima dell’infortunio e se un altro terzino destro viene portato in N17, è probabile che Royal abbandoni l’ordine gerarchico ed entrambi potrebbero quindi cercare un nuovo club, dove il calcio regolare è garantito.

Reguilon e fondi reali = £ 60 milioni

Centrocampo

Un altro che probabilmente lotterà ancora di più per il tempo di gioco la prossima stagione, anche senza nuovi arrivi, è Harry Winks. Il 26enne ha giocato solo 19 presenze in Premier League la scorsa stagione, iniziando solo in nove di quelle partite.

Winks non ha impressionato abbastanza, quando gli è stata data l’opportunità, ma ha anche lottato per ottenere tempo di gioco regolare con una battaglia a centrocampo. Dall’arrivo di Rodrigo Bentancur a gennaio, l’uruguaiano ha stretto un forte legame con Pierre-Emile Hojbjerg al centro, senza lasciare spazio all’inglese.

Oliver Skipp ha saltato la seconda metà della stagione per infortunio, ma quando tornerà, Winks sarà un’altra persona con cui competere e questo senza potenziali nuovi arrivati ​​che potrebbero entrare come opzioni di centrocampo centrale. Pertanto, e per il bene della propria carriera, potrebbe essere meglio per il diplomato dell’accademia cercare di ottenere tempo di gioco regolare e ritrovare la fiducia in un altro club.

Sia Tanguy Ndombele che Giovani Lo Celso sono in prestito da gennaio, con il primo che ha giocato in Francia con il Lione e l’argentino al Villarreal. Lo Celso ha collezionato 16 presenze nella Liga con Unai Emery, segnando un gol e un assist, mentre il 25enne ha giocato 11 volte in Ligue 1.

Il duo tornerà su N17 quest’estate, ma la domanda è: durerà a lungo? Nessuno dei due giocatori ha impressionato sotto Conte e stava lottando per adattarsi al suo sistema e esibirsi in modo coerente.

Pertanto, con l’italiano che ha sette mesi per lavorare e rafforzare la sua squadra e ora i nuovi arrivi che aiutano a svilupparla ulteriormente, potrebbe non esserci più un posto per nessuno dei prestatari e potrebbe vedere il trio di centrocampo tutto vicino al loro Capitolo Tottenham.

Fondi Winks, Lo Celso e Ndombele = 73 milioni di sterline

attacco

I tre attaccanti degli Spurs hanno ricevuto ulteriore forza, con l’arrivo di Dejan Kulusevski a gennaio. Lo svedese si è inserito direttamente nell’XI regolare di Conte e ha avuto un impatto immediato, segnando cinque gol e segnando otto assist in sole 18 presenze in Premier League.

Il trio d’attacco ha lavorato per aiutarsi a vicenda e ha aiutato i Lilywhites nella loro corsa tra i primi quattro. Ciò significava che artisti del calibro di Lucas Moura e Steven Bergwijn hanno dovuto guardare da bordo campo in diverse partite.

Il brasiliano è stato spesso la prima scelta di sostituzione di Conte, con Bergwijn apparentemente più in basso nella gerarchia del 52enne. Tuttavia, il nazionale olandese ha mostrato le sue qualità quando gli è stata data un’opportunità, evidenziata nella doppietta nei minuti di recupero che ha assicurato al Tottenham tre punti contro il Leciester a gennaio.

All’inizio di questo mese, l’italiano ha ammesso di essere dispiaciuto per Bergwijn. “Per me è un po’ difficile tenerlo in panchina perché Steven forse è il giocatore che dovrebbe meritare di più, ma dobbiamo cercare sempre un buon equilibrio”, ha detto Conte in conferenza stampa post partita, dopo il 3-3 della sua squadra 1 vittoria contro The Foxes.

“E’ un attaccante, un attaccante fantastico, ma in questa posizione c’è Harry e poi Sonny. Deki ci dà qualità e quantità, ea volte è molto difficile.

“Di sicuro forse sto dando [Steven] meno di quanto merita e voglio essere onesto”, ha aggiunto.

Questo forse indica che il 24enne non sta facendo abbastanza per guadagnarsi un posto da titolare e ci sono giocatori davanti a lui. Per uno come Bergwijn, che ha mostrato le sue qualità in diverse occasioni, è molto probabile che lo voglia e forse crede di meritare di giocare a calcio regolare.

C’è già stato interesse da parte dei club di tutto il mondo e se l’attaccante vuole giocare settimana dopo settimana, forse una mossa è la cosa migliore.

Fondi Bergwijn = 26 milioni di sterline

Quelle sei uscite potrebbero raccogliere fino a £ 159 milioni per il Tottenham. Proprio la scorsa settimana l’ENIC ha fatto un investimento di 150 milioni di sterline, che porterebbe un totale potenziale di oltre 300 milioni di sterline da spendere per gli Spurs.

Questo dà una spinta importante a Fabio Paratici e Conte, nella loro ricerca di nuovi arrivi, per rafforzare la rosa degli Spurs. Tuttavia ci sono alcuni altri giocatori attuali del Tottenham, il cui futuro è anche in discussione.

Japhet Tanganga è un altro giocatore dei Lilywhites la cui stagione è stata piena di infortuni e quindi non ha avuto troppe opportunità per impressionare il suo nuovo capo. calcio.londra ha riferito lunedì che il club deciderà sul futuro del 23enne in estate, dopo una pre-stagione sotto Conte.

Anche Joe Rodon e Davinson Sanchez hanno lottato con il tempo di gioco regolare la scorsa stagione, in particolare la prima. Il colombiano ha ricevuto spesso un cenno del capo se uno dei tre difensori si è infortunato e ha avuto un impatto abbastanza decente nelle ultime partite, vista l’assenza di Cristian Romero.

Questo ha dimostrato che Sanchez è qualcuno su cui Conte può fare affidamento e l’italiano crede che se il 25enne può migliorare la sua concentrazione per 90 minuti durante le partite, potrebbe essere un ottimo difensore. Rodon, d’altra parte, ha avuto una vita difficile con gli Spurs.

Il nazionale gallese si è comportato bene in più occasioni per il suo paese, ma non ha avuto opportunità con l’italiano. Data la sua età, essendo a soli 24 anni, sarebbe un ottimo momento per Rodon per crescere come difensore e ottenere un calcio regolare.

Questo non è quello che sta ottenendo al Tottenham e se quest’estate verranno portati più difensori in N17, cadrà ancora più in basso nella gerarchia. Rodon potrebbe semplicemente volere una mossa in prestito per aiutare il suo sviluppo, prima di tornare e potersi inserire nell’XI regolare, ma potrebbe anche decidere che è meglio che la sua carriera vada avanti in modo permanente.

Fondi Rodon, Tanganga e Sanchez = 48 milioni di sterline

Se tutti e nove i giocatori si trasferissero quest’estate, gli Spurs potrebbero guadagnare fino a £ 207 milioni, il che darebbe loro un grande impulso per i soldi da spendere per gli incassi. Tuttavia, solo il tempo dirà quanti di questi giocatori chiudono il loro capitolo del Tottenham e se se ne vanno, quanto il club può ottenere per loro.

Tutti i valori sono stati presi dal CIES ed erano corretti al momento della pubblicazione.

.

Leave a Comment