Bundesliga Unsung Hero XI in FM22

È in questo periodo dell’anno che il mondo del calcio si prende il tempo per guardare indietro e onorare quei giocatori che hanno attirato l’attenzione durante la stagione precedente distribuendo i premi Giocatore dell’anno e creando le “Squadre della stagione”.

Ma che dire di quei giocatori che non attirano l’attenzione dei panel dei premi, ma portano successo ai loro club svolgendo i propri affari in modo silenzioso ed efficace? Puntiamo i riflettori su quei giocatori della squadra il cui contributo potrebbe essere passato inosservato con questa Bundesliga Unsung Hero XI per la stagione 2021/22.

Lukas Hradecky (Bayer Leverkusen)

Anche se Yann Sommer potrebbe aver fatto il maggior numero di parate nella divisione, è l’uomo al terzo posto dietro di lui, lo stopper del Leverkusen Hradecky, che fa la nostra squadra.

Il finlandese ha registrato ben 119 parate in 32 presenze in campionato, la maggior parte di qualsiasi portiere che ha giocato per una delle prime sei squadre, oltre a otto reti inviolate.

Dotato di grandi riflessi, Hradecky ha un lancio potente e a 6’3” ha il telaio perfetto per eccellere in situazioni uno contro uno.

Silvan Widmer (Magonza)

Proprio come l’uomo sulla fascia difensiva opposta di questa squadra, Silvan Widmer è una macchina da corsa assoluta che si classifica ai primi posti nelle classifiche dei cross e degli sprint della Bundesliga.

Anche se hanno vacillato leggermente durante l’incontro, il Mainz è stato molto migliorato in generale durante questa stagione e Widmer, che hanno firmato la scorsa estate dalla sua nativa Svizzera, è stata una parte cruciale di questo.

Il 29enne, che possiede sia un proiettile lungo che una profonda riserva di energia, ha fornito nove gol diretti in questa stagione per Die Nullfünfer.

– Sport interattivo

Philipp Lienhart (Friburgo)

Mentre Nico Schlotterbeck ottiene giustamente molto credito per il Friburgo che vanta la terza migliore difesa della Bundesliga in questa stagione, è stato più che abilmente assistito dal collega austriaco Lienhart.

Lienhart è stato con il club del Baden-Württemberg per cinque anni, ma è davvero maturato in questa stagione, segnando cinque gol e registrando il quarto maggior numero di rilasci a partita.

Un placcatore costante, i punti di forza di Lienhart risiedono nella sua serie di attributi mentali positivi, grande velocità grezza e abilità aeree.

Evan Ndicka (Eintracht Francoforte)

La corsa del Francoforte al primo titolo europeo in 42 anni è stata una delle storie della stagione in tutto il continente.

Il fulcro del loro successo è un uomo che è stato incredibilmente popolare tra i giocatori di Football Manager negli ultimi due anni, Evan Ndicka.

Tra i migliori difensori con la palla della Bundesliga, il mancino Ndicka è stato tremendo nell’aria, spegnendo i cross avversari e fornendo regolarmente una potente minaccia sui calci piazzati.

David Raum (Hoffenheim)

OK, quindi gli exploit creativi di Raum in questa stagione non sono passati esattamente inosservati, ma la facilità con cui è arrivato alla sua campagna di debutto nella massima serie tedesca lo ha fatto.

L’acquisto estivo di Greuther Fürth ha registrato ben 11 assist ed è in cima alla classifica del campionato per gli sprint, a dimostrazione dell’enorme volume di lavoro che svolge in ogni partita.

Pensiamo che questa stagione abbia offerto solo uno sguardo al futuro molto luminoso che attende Raum, che ora è un nazionale tedesco a tutti gli effetti.

Filip Kostic (Eintracht Francoforte)

Un altro protagonista della stagione del Francoforte è stato Filip Kostic, un uomo che sembra spesso figurare nelle liste dei giocatori più sottovalutati della Bundesliga.

Capace di operare ovunque, dall’esterno sinistro all’attaccante di sinistra, il serbo ha contribuito efficacemente ovunque, segnando sette gol e 12 assist in 42 presenze in tutte le competizioni.

Solo Raum ha realizzato più cross in Bundesliga in questa stagione (solo due in più, badate bene) di Kostic, che ottiene regolarmente buone posizioni grazie alle sue eccellenti capacità di gioco di gambe, equilibrio e dribbling.

Anthony Losilla (Bochum)

Dopo un inizio lento che li ha visti vincere solo una delle prime sette partite, il Bochum ha finito per evitare la retrocessione abbastanza comodamente al ritorno in Bundesliga.

La chiave di ciò è stata l’organizzazione e la calma instillate nella squadra ogni settimana dal loro “capitano fantastico”, Anthony Losilla.

Il 36enne francese ha svolto un enorme turno settimana dopo settimana, piazzandosi secondo in classifica per distanza percorsa, primo per duelli aerei vinti, nonché sesto per intercettazioni effettuate. Giocatori come Losilla, impegnati nella causa in ogni modo possibile, sono il sogno di ogni allenatore.

– Sport interattivo

Kerem Demirbay (Bayer Leverkusen)

Anche se potrebbe non aver collezionato i gol di Patrik Schick o gli assist di Moussa Diaby, è difficile quantificare quanto sia stato importante Demirbay per il successo del Leverkusen in questa stagione.

Il 28enne ha giocato un po’ più in profondità in questa stagione, impostando le giocate, riprendendo il possesso palla per i suoi compagni di squadra e facendo il lavoro sporco dove necessario per rallentare i contropiedi avversari.

Oltre ad essere dotato di un’incredibile gamma di passaggi e visione, Demirbay è anche un esperto di situazioni di palla morta.

Sheraldo Becker (Union Berlino)

Questa stagione è stata quella in cui il nazionale del Suriname Becker, ufficialmente il secondo giocatore più veloce della Bundesliga, ha mostrato un miglioramento significativo del suo gioco.

Becker sembra essersi completamente acclimatato al ritmo della Bundesliga nella sua terza stagione completa con l’Union Berlin, battendo i suoi precedenti record per presenze, gol e assist.

Direttamente coinvolto in 10 dei 50 gol in campionato della sua squadra, il 27enne ha preso il secondo maggior numero di tiri di chiunque altro in rosa ed è stato una minaccia costante nella loro ricerca per assicurarsi il calcio europeo.

Branimir Hrgota (Greuther Fürth)

Nonostante la retrocessione del Fürth, c’erano pochi giocatori che si adattavano meglio a questo Unsung Hero XI del loro capitano Hrgota.

L’attaccante svedese è stato una delle poche luci brillanti nella stagione piuttosto solitaria del Fürth in fondo alla classifica, registrando cinque assist e segnando il gol più veloce della stagione su un totale di nove.

Questi numeri significano che è stato direttamente coinvolto nella metà dei 28 gol della squadra in Bundesliga in questa stagione e uno sguardo alle statistiche sottostanti rende il suo contributo ancora più impressionante.

Nessuno nella rosa del Fürth ha tirato più tiri o creato più occasioni di Hrgota. Vincitore della Coppa DFB con il Francoforte nel 2018, il 29enne ha pareggiato il quarto maggior numero di falli e ha commesso il secondo, dimostrando la sua volontà di impegnarsi in nome della causa.

Mark Uth (Colonia)

Nessuno si aspettava molto da Colonia in questa stagione dopo aver concluso al 16° posto l’anno scorso, ma quest’anno sono stati un animale diverso sotto Steffen Baumgart e la loro ricompensa è un settimo posto.

Ovviamente, i gol di Anthony Modeste sono stati una parte fondamentale di questo, ma un giocatore ampiamente sottovalutato nel loro successo è stato il suo compagno d’attacco, Mark Uth.

Il totale di cinque gol e otto assist di Uth rende questa la sua stagione più produttiva da molto tempo, ma oltre a questo c’è una statistica davvero significativa. Uth ha registrato altri 51 passaggi su tiro, il che significa che sta creando direttamente più occasioni di chiunque altro nella rosa dei Billy Goats.

– Sport interattivo

Nessuna squadra è completa di una panchina sub di buona qualità in grado di cambiare il gioco ed ecco la nostra:

Mark Flekken (Friburgo)

Borna Sosa (VfB Stoccarda)

Moussa Niakhate (Magonza)

Reece Oxford (Augusta)

Julian Brandt (Borussia Dortmund)

Taiwo Awoniyi (Unione Berlino)

Lucas Höler (Friburgo)

Leave a Comment