Classifiche di serie A Power: Inter e Milan si scambiano di posto mentre i colpi di scena continuano; Roma al meglio

Stiamo entrando nelle fasi cruciali di questa stagione di Serie A con tre squadre ancora in lotta per i primi posti e molte altre in lotta per evitare la retrocessione. Questa è stata sicuramente una delle stagioni più emozionanti della storia recente del calcio italiano. Mentre l’Inter ha sconfitto la Juventus a Torino, il Milan ha perso punti in casa contro il Bologna e ci ha dato un’altra svolta inaspettata per la corsa al titolo. Non bisogna dimenticare il Napoli, che ha vinto una partita decisiva contro l’Atalanta.

Puoi guardare il meglio che la Serie A ha da offrire per tutta la stagione su Paramount+. E ora entriamo nella classifica.

contendenti al titolo di serie A

Le squadre che quest’anno sono in corsa per vincere lo scudetto.

1. Inter (+1): La grande vittoria all’Allianz Stadium sulla Juventus riporta i nerazzurri in testa alla classifica dopo la caduta degli ultimi due mesi. Con il Milan che perde punti a una squadra di fascia media come il Bologna, la squadra di Simone Inzaghi è ora la prima candidata alla vittoria dello scudetto grazie a un calendario regolare di partite in anticipo e una partita in mano. Hanno bisogno di mettere insieme alcuni risultati positivi.

Partite rimanenti (8): Hellas Verona (H), Spezia (A), Roma (H), Bologna (A), Udinese (A), Empoli (H), Cagliari (A), Samp (H),

2. Milan (-1): Il Milan scende dopo tre settimane in cima alla nostra lista, ma non sorprenderti se risalirà presto. I rossoneri non riescono ad aumentare il vantaggio con un risultato inaspettato contro il Bologna in casa, ma la corsa al titolo è tutt’altro che finita. Nelle ultime settimane il Milan è stato abbastanza cinico da segnare quattro gol nelle ultime cinque ma anche non subendone nessuna nelle ultime cinque. Devono segnare di più per evitare di dipendere da altri risultati.

Partite rimanenti (7): Torino (A), Genoa (D), Lazio (A), Fiorentina (D), Hellas Verona (A), Atalanta (H), Sassuolo (A).

3. Napoli (+1): Di gran lunga il lato più impressionante finora e completamente nel mix per il titolo. Dopo aver battuto in trasferta l’Atalanta, sono ora al secondo posto e ad un punto dal Milan. L’unico motivo per cui non sono mai tra i nostri primi due è perché hanno davvero la serie di partite più difficili davanti. Guarda il calendario: Fiorentina, Roma, entrambe in casa, incombono. Se continuano così in quei due giochi, allora ci sono buone probabilità che raggiungano la cima della nostra lista.

Partite rimanenti (7): Fiorentina (H), Roma (H), Empoli (A), Sassuolo (H), Torino (A), Genoa (H), Spezia (A).

Macchie europee

Club che lottano per giocare in Europa la prossima stagione.

4. Juventus (-1): La sconfitta in casa contro l’Inter ha rovinato le loro possibilità di rientrare nel mix scudetto, e Massimiliano Allegri lo ha confermato a fine partita. L’obiettivo è lottare per il titolo la prossima stagione assicurandosi al contempo un posto sicuro tra i primi quattro in questa stagione. I bianconeri possono sicuramente farcela dato che hanno cinque punti di vantaggio sull’AS Roma, ma hanno bisogno di fare punti subito per tenere il passo dopo la prima sconfitta in campionato da novembre.

5. Rom (+1): Che momento per Jose Mourinho e l’AS Roma. Dopo mesi di turbolenze, ha finalmente trovato il giusto equilibrio e negli ultimi tempi la sua squadra si sta comportando abbastanza bene. I giallorossi hanno vinto sei delle ultime 10 con l’ultima sconfitta a gennaio. 9 contro la Juve. Sono in piena corsa per il quinto posto e ora possono mettere d’occhio anche la Juventus ma sembra improbabile che riescano a strappare un posto in Champions League. Questo dovrebbe essere sicuramente l’obiettivo per la prossima stagione.

6. Atalanta (-1): Stanno incontrando un po’ di guai dopo essere stati duramente colpiti dagli infortuni di giocatori chiave come Duvan Zapata e Luis Muriel. La squadra di Gian Piero Gasperini ora probabilmente si concentrerà maggiormente sui quarti di finale di Europa League, ma ha bisogno di migliorare il proprio record in Serie A se vuole mantenere il posto diretto in Europa League per la prossima stagione.

7. Lazio (-): È incredibile come la squadra di Maurizio Sarri abbia un percorso molto simile a quello della Roma. Ora che la squadra di Jose Mourinho ha finalmente trovato equilibrio e più risultati, la Lazio ha fatto lo stesso. In effetti, la Lazio ha vinto tre delle ultime quattro, con l’unica sconfitta arrivata nel derby. È decisamente troppo tardi per essere coinvolti nella corsa di Champions League, ma possono rimanere fiduciosi mentre ci avviciniamo alla fine della stagione.

8. Fiorentina (-): Una squadra da tenere d’occhio nelle ultime settimane che potrebbe giocare il ruolo di spoiler contro i club di massimo livello. Una sola sconfitta nelle ultime sette partite, hanno prodotto un calcio di alta qualità grazie a un allenatore che ha l’ambizione di diventare uno dei migliori del calcio italiano. I viola devono essere presi in considerazione per la gara europea di questa stagione, ovviamente, ma tienili d’occhio per la prossima stagione perché sono pronti a sorprendere le persone.

Al centro del branco

Queste squadre rimarranno sicuramente in campionato ma non avranno alcuna possibilità di giocare nelle competizioni europee la prossima stagione.

9. Hellas Verona (+1): Una bella vittoria contro il Genoa con il gol di Giovanni Simeone riporta l’Hellas Verona ai vertici della nostra lista. Sotto Igor Tudor dal 7 settembre 14, il Verona è il secondo miglior attacco della Serie A con 53 gol segnati, solo meno dell’Inter con 54.

10. Sassuolo (-1): La squadra di Alessio Dionisi ha perso contro la Lazio, ma in generale è decisamente in crescita. Il Sassuolo, grazie a Domenico Berardi e Gianluca Scamacca, è una delle sole tre squadre ad avere due giocatori con più di 13 gol nei cinque grandi campionati europei nel 2021-22. Gli altri due? Real Madrid e Liverpool. Questa è una buona compagnia.

11. Torino (-): Un po’ prevedibile la vittoria contro la Salernitana. Alla fine si è rivelato un momento fondamentale per la squadra di Ivan Juric che aveva bisogno di risultati in campo dopo un paio di settimane deludenti. Il capitano, Andrea Belotti, ha segnato un rigore, importante anche perché questa sarà probabilmente la sua ultima stagione e attualmente ha solo cinque gol in stagione.

12. Udinese (+1): Una squadra sottovalutata da quando Gabriele Cioffi è arrivato come tecnico dell’Udinese al posto di Luca Gotti. Un’altra grande vittoria contro il Cagliari li porta al centro della classifica dopo settimane difficili e ora possono programmare il futuro in modo diverso. Cioffi merita sicuramente l’opportunità di iniziare la nuova stagione e mettersi alla prova la prossima stagione.

13. Empoli (-1): È stata un po’ una delusione vedere l’Empoli non vincere una sola partita nell’anno solare 2022. Dopo una prima parte di stagione molto solida, sono in difficoltà e non saranno coinvolti nella lotta alla retrocessione solo per il fantastico primo tempo.

14. Bologna (-): La prima partita senza Sinisa Mihajlovic in panchina – dopo aver annunciato il suo ritorno in ospedale per nuove cure oncologiche – è stata positiva poiché il Bologna è riuscito a pareggiare a San Siro contro il Milan in una delle migliori prestazioni della stagione. Ora devono solo mantenere questo ritmo fino alla fine della stagione poiché dovranno riorganizzare le loro strategie future.

Zona retrocessione

Queste squadre stanno lottando e stanno lottando per mantenere il loro posto in Serie A per la prossima stagione.

15. Spezia (-): Che lavoro di Thiago Motta. Lo Spezia è ora più vicino a mantenere il proprio posto in Serie A per la prossima stagione. Ringraziamo la sua resilienza e il suo impegno nel duro lavoro anche quando era davvero vicino al licenziamento. Inoltre, lo Spezia non può fare affari sul mercato a causa della squalifica per il prossimo anno (l’appello è previsto per maggio), quindi ha lavorato con i giocatori che ha ingaggiato la scorsa estate e non ha potuto apportare miglioramenti a gennaio. Solo un lavoro straordinario di Motta e del suo staff.

16. Sampdoria (-): Giocare contro l’AS Roma non è stato facile, ma il problema principale per la squadra di Marco Giampaolo è che non riescono a vincere davvero le partite. Nell’ultimo mese le uniche due vittorie sono arrivate contro Empoli e Venezia. Contro avversari superiori, la Samp ha faticato a mettere insieme risultati. Hanno qualche punto di margine, ma potrebbe non essere sufficiente quando si tratta della lotta per la retrocessione.

17. Cagliari (-): Un’altra settimana deludente per il Cagliari che di recente ha faticato e perso le ultime quattro partite, compreso un preoccupante 4-1 contro l’Udinese. Walter Mazzari ha bisogno di trovare subito nuove soluzioni per evitare la retrocessione prima che sia troppo tardi.

18. Genova (-): Hanno perso la prima partita sotto la guida dell’allenatore Alexander Blessin in modo inaspettato, ma in seguito sono riusciti a vincere contro il Torino in quella che sembrava essere la svolta della stagione. A quanto pare, non lo era e sarà interessante come reagiranno nelle prossime settimane.

19. Venezia (-): Dopo essere stata una delle squadre migliori nella prima parte della stagione, la squadra di Paolo Zanetti sta lottando settimana dopo settimana con cinque sconfitte all’attivo. Il Venezia ora è ancora in una posizione in cui può sperare di rimanere in campionato perché le rivali non stanno particolarmente meglio, ma se continuano a giocare come stanno facendo in questo momento, le loro possibilità sono piuttosto scarse.

20. Salernitana (-): Settimana diversa, stessa storia per la Salernitana. È solo questione di tempo prima che retrocedano ufficialmente e impariamo come costruiranno il loro futuro in Serie B.

Leave a Comment