Eintracht-Hertha finisce con un controverso pareggio, vittorie nel finale per Augsburg e Hoffenheim

Di Pietro Vice @ViceytheSS

Nella seconda giornata della Bundesliga tedesca 2022/23, un set selvaggio di 15:30 d’inizio ha visto cinque partite negli ultimi dieci minuti, tutte livellate.

I gol nel finale di Augsburg e Hoffenheim hanno spinto queste due squadre alla vittoria, mentre due gol nel finale nella partita tra Brema e Stoccarda si sono annullati a vicenda.

Stoccarda-Brema, Lipsia-Köln e (con un certo grado di polemiche) Eintracht-Hertha hanno chiuso tutti a pari punteggio nel “giorno dei traguardi drammatici” in Bundesliga.

Oliver Glasner. Foto: Sven Mandel, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0

L’Eintracht Frankfurt rimane senza vittorie per due turni della stagione 2022/23 della Bundesliga tedesca dopo aver pareggiato 1-1 con l’Hertha all’Olympiastadion. L’attento SGE è riuscito a rimontare da uno svantaggio di 0-1 nell’intervallo e, sicuramente secondo molti, avrebbe meritato la possibilità di vincere la partita su rigore nel finale. Ciononostante è arrivato a “Remis” nella capitale tedesca in un match molto coinvolgente.
L’allenatore dell’Hertha Sandro Schwarz ha apportato quattro cambi di personale alla squadra che la scorsa settimana ha perso il suo terzo derby consecutivo di campionato (e quarto in assoluto) berlinese in casa dell’Union Berlin. Lucas Tousart e Maximilian Mittelstädt hanno sostituito i veterani dei team leader Marvin Plattenhardt e Kevin Prince-Boateng. Il centravanti appena acquisito Wilfried Kanga ha fatto il suo debutto da titolare nell’XI al posto di Davie Selke. Un altro acquisto estivo, Chidera Ejuke, ha preso il posto di Myziane Maolida sulla fascia sinistra. Maolida ha dovuto ritirarsi per problemi muscolari.

Oliver Glasner ha avuto tre giocatori a rotazione dopo la sconfitta in Supercoppa UEFA contro il Real Madrid la scorsa settimana. Jesper Lindstrøm, Rafael Santos Borré e il capitano Sebastian Rode hanno iniziato la partita in panchina. Glasner sembrava deviare dal suo solito assetto tattico. Lucas Alario e Randal Kolo Muani si sono schierati in un chiaro set di doppie punte. Daichi Kamada e Mario Götze hanno fornito supporto ravvicinato appena dietro. Djbril Sow ha gestito il centrocampo da una posizione profonda, con Christopher Lenz e Ansgar Knauff che quasi lavoravano come terzini.

Schwarz aveva chiesto un inizio più aggressivo dalla sua squadra. Dopo che l’Hertha ha inizialmente superato alcuni calci piazzati dell’Eintracht, i berlinesi sono stati in grado di raccogliere la sfida del loro allenatore. Ejuke capitalizza un turnover di Kamada a centrocampo e riesce a liberare Dodi Lukebakio sulla destra. Lukebakio è stato in grado di incrociare per Suat Sardar, che ha battuto Knauff in un duello aereo pilota portando a casa l’1-0 nel 3°. Gli ospiti dell’Assia sfiorano il pareggio quattro minuti dopo, ma Alario manda a lato un pessimo risultato.

La partita è andata avanti a ritmo sostenuto nei successivi 15 minuti. Entrambe le squadre lo hanno mantenuto vivace, sempre alla ricerca di una via da seguire. La prossima grande occasione è caduta sull’Hertha al 23esimo. Mittelstädt ha impostato Kanga magnificamente da distanza ravvicinata. L’ex attaccante dello Young Boys Bern ha purtroppo sprecato l’occasione con un traguardo sopra la traversa. L’Eintracht è stato in grado di dominare il possesso palla per tutto il tempo, ma si è trovato costantemente ostacolato da una squadra dell’Hertha molto concentrata sulla difesa.

Glasner ha tirato Knauff nell’intervallo a favore di Faride Alidou nell’intervallo. La SGE ha mostrato qualche morso in più dopo la ripartenza e il pareggio non si è fatto attendere. Kamada ha espiato il suo precedente errore segnando a casa l’1-1 al 48esimo. Questa volta, il difensore dell’Hertha Filip Uremovic ha commesso un brutto turnover. Kolo Muani ha strappato un povero passaggio dalla schiena per impostare il nazionale giapponese. Kolo Muani ha mancato di poco un’occasione sul 2-1 sette minuti dopo.

Il gioco è leggermente rallentato in seguito, rallentato da sostituzioni e pause di idratazione obbligatorie. Alidou e il subentrato Stevan Jovetic si sono scambiati delle occasioni in un periodo di avvincenti azioni dall’inizio alla fine qualche tempo dopo l’ora. I due attori hanno entrambi perso splendide occasioni per portare la loro squadra in vantaggio. Alidou è andato di nuovo vicino al 78esimo. Le scene controverse sono arrivate quando la partita è entrata nel secondo tempo di recupero.

Il portiere dell’Hertha Oliver Christiansen ha colpito il piede di Borré quando il colombiano è dribblato in area di rigore. L’SGE ha perso l’equilibrio ed è caduto a terra. L’ufficiale di gara Frank Willenborg inizialmente non ha mostrato esitazioni a indicare il dischetto. Dopo che l’arbitro veterano è stato invitato a dare un’altra occhiata alla scena dalla squadra del VAR, tuttavia, Willenborg ha annullato la sua decisione iniziale e ha annullato il rigore.

I replay hanno confermato che c’era un chiaro contatto sul piede di Borré e la decisione onestamente sarebbe potuta andare in entrambi i modi. Ci sono stati sicuramente molti dibattiti soggettivi in ​​tutti i pub del Bundesrepublik sulla scena. Nonostante tali opinioni divergenti, Francoforte non ha avuto la possibilità di prendere tutti e tre i punti. Alla fine, il bottino è stato condiviso.

Altrove nel calcio d’inizio delle 15:30 della Bundesliga, il TSG 1899 Hoffenheim è stato in grado di organizzare una grande rimonta contro il Bochum in visita. Dopo essere caduto sotto 0-2 grazie a una doppietta di Simon Zoller in 13 minuti, Kraichgauer di André Breitenreiter ha recuperato il pareggio al 23′. Sembrava esserci un pareggio dopo che Andrej Kramaric ha sbagliato un rigore nel secondo tempo, ma Munus Dabbur è stato in grado di afferrare il vincitore all’88esimo.

Il grande sconvolgimento della giornata è arrivato alla Bay Arena. Alcuni portieri eroici del nezminder dell’Augsburg Rafal Gikiewicz hanno davvero permesso all’Augsburg di rimanere in gioco contro una squadra del Leverkusen facendo molto più che abbastanza per sbloccare l’1-1. Il Fuggerstädter ospite ha poi strappato un’improbabile vittoria per 2-1 nel finale quando André Hahn ha segnato contro il run-of-play su un altro gol controverso influenzato da una revisione del VAR.

Al Weserstadion c’è stata un’altra follia a fine partita. Il neopromosso SV Werder Bremen è stato in grado di tirare fuori il secondo pareggio consecutivo dopo che sembrava certo che lo Stoccarda in trasferta fosse diretto alla vittoria per 2-1. Il sostituto del Werder Oliver Burke ha segnato alla morte per dare al Brema un altro pareggio per 2-2.

Lipsia-Köln è finita 2-2 anche in un curioso match che ha visto i sassoni di Domenico Tedesco ridotti a dieci uomini quando Dominik Szoboszlai è stato espulso su dritto rosso al termine dei 45 di apertura. Il giocatore della Bundesliga della stagione (e Pallone d’oro candidato) Christopher Nkunku ha portato la sua squadra in vantaggio nonostante lo svantaggio, ma un autogol di Josko Gvardiol ha ripristinato la parità.

Nella partita di Lipsia, Timo Werner ha segnato un gol nel suo attesissimo ritorno a casa. Tuttavia, è stato un gol estremamente morbido realizzato grazie a un terribile errore del portiere del Colonia Marvin Schwäbe.

Maggiori informazioni sulla partita

Willenborg spiega la decisione di annullare il rigore: “Per me è stato solo un graffio”
Hertha BSC vs. Anteprima Eintracht Francoforte: l’Hertha può mettere in difficoltà i detentori di Europa League?

Maggiori informazioni sulle squadre

Formazioni previste per la Bundesliga: sesta giornata
Hertha BSC vs. Anteprima Leverkusen: due club alla disperata ricerca di una vittoria
Francoforte vs. Anteprima Wolfsburg: Kovac ha bisogno di tre punti
Cosa sta succedendo a Lipsia? Una dissezione
15.30 Calcio d’inizio: il Lipsia di Rose elimina facilmente il Dortmund, ancora pareggio del Bayern
Glasner sbatte lo sforzo della squadra dopo la sconfitta: “Lento, pesante e pieno di errori”.

Leave a Comment