Erik Ten Hag vince il titolo di Eredivisie con l’Ajax: come il successo in campionato olandese potrebbe tradursi nel Manchester United

Anche se ci è voluto più tempo del previsto, l’Ajax Amsterdam ha conquistato il titolo di Eredivisie olandese nella penultima giornata della stagione grazie alla vittoria per 5-0 sull’Heerenveen che assicura che il PSV Eindhoven, secondo, non sarà in grado di recuperare.

Per l’allenatore dell’Ajax Erik ten Hag, che lascerà il club alla fine della stagione per prendere la posizione di allenatore del Manchester United, è stato il suo terzo titolo in Eredivisie in quattro stagioni con il club.

I fan del Man United festeggeranno tranquillamente il loro nuovo capo vincendo un campionato dopo una campagna travolgente che ha messo in mostra sia l’abilità nel segnare (96 segnati) che la solidità difensiva (17 consentiti) dalla sua squadra. Nel processo il club ha continuato a sviluppare un afflusso costante di giovani talenti, che hanno contribuito in modo significativo insieme ai veterani più anziani durante il mandato manageriale di Ten Hag.

Sporting News ti offre uno sguardo più approfondito su come l’Ajax ha vinto il titolo di Eredivisie in questa stagione e cosa potrebbe significare per Ten Hag al Manchester United.

ALTRO: Cinque problemi urgenti che Erik ten Hag deve risolvere al Man United

Come ha fatto Erik ten Hag a vincere il titolo di Eredivisie?

La filosofia di attacco dell’Ajax ha portato a una rinascita per l’attaccante Sebastien Haller, che ha segnato un incredibile 46 gol in 59 presenze con l’Ajax dopo un periodo fallito di due anni al West Ham.

Ha anche visto il club stabilire un’incredibile differenza reti di +79 nel gioco dell’Eredivisie, con un outland giocato 96 gol segnati a soli 17 gol concessi in 33 partite nel 2021-22 a partire dall’11 maggio.

Tuttavia, la squadra è scivolata verso la fine della stagione e l’attesa per la conferma dello scudetto è stata più lunga del previsto. La sconfitta interna per 1-0 contro il Benfica a metà marzo ha visto anche l’Ajax ritirarsi dalla Champions League agli ottavi di finale e perdere anche la finale del 17 aprile della KNVB Dutch Cup, 2-1 contro i rivali del PSV.

Tuttavia, la stagione nel suo insieme è stata un successo travolgente. Una delle migliori mosse fatte da Ten Hag per aiutare il club a raggiungere l’argenteria nazionale è stata la sua gestione della posizione di portiere.

Il club ha subito un attacco di avversità quando il portiere di prima scelta Andre Onana è stato squalificato per nove mesi dal doping dalla UEFA nel febbraio 2021. Ciò ha visto Ten Hag selezionare il 38enne Remko Pasveer come suo nuovo titolare in questa stagione, un scelta audace al momento dell’appuntamento. La distribuzione della palla di Pasveer si è rivelata solida, con un tasso di successo di passaggi dell’81% per partita di campionato (incluso il 91% nella propria metà campo) per andare insieme a un tasso di successo di palla lunga del 46%.

Pasveer si è poi fratturato un dito a metà febbraio, portando Maarten Stekelenburg nel telaio. Quel cambio ha coinciso con il calo della solidità difensiva del club, poiché Stekelenburg ha subito 12 gol nelle ultime nove partite e ha preso solo una porta inviolata. Questo è ben lontano dallo scintillante record di Pasveer di soli quattro gol segnati in 20 partite di campionato e 17 reti inviolate.

L’Ajax si è anche concentrato sull’identificazione e lo sviluppo di giocatori versatili per costruire una squadra che mostri una fluidità senza pari in campo. Il difensore Edson Alvarez ha una delle mappe di calore più straordinarie del calcio europeo, spuntando ovunque sul campo, anche nell’area di rigore davanti alla rete. Con Alvarez che pattuglia al centro del parco, le ali abbracciano la linea laterale e allungano il campo, con Dusan Tadic che guida l’Eredivisie in cross di successo con un margine significativo.

Ten Hag ha lavorato per sviluppare i prodotti giovanili dell’Ajax: il 20enne Jurrien Timber era il difensore centrale più affidabile della squadra, mentre il 19enne Ryan Gravenbrich ha giocato oltre 3.200 minuti a centrocampo. Oltre al 24enne Alvarez, è andato anche all’estero per reclutare il 24enne difensore centrale argentino Lisandro Martinez e il 22enne brasiliano Antony. Il trio è arrivato tutti all’Ajax negli ultimi tre anni, diventando una squadra nazionale regolare per i rispettivi paesi.

Infine, la leadership dei veterani Tadic e Daley Blind ha unito la squadra e ha aiutato a portare a termine con successo i suddetti giocatori. Nonostante abbiano rispettivamente 33 e 32 anni, i due giocatori hanno guidato la squadra in pochi minuti in questa stagione e Tadic ha prodotto un gigantesco contributo di 36 gol, appena dietro il prolifico Haller, che ne ha messi 39.

ALTRO: Chi è Erik ten Hag? Le tattiche e lo stile manageriale del boss del New Man United

Quale formazione utilizzerà Ten Hag al Man United?

Dopo aver ammesso apertamente di essere stato fortemente influenzato da Pep Guardiola durante la sua permanenza al Bayern Monaco, Erik ten Hag ha ottenuto un enorme successo in questa stagione con un 4-4 molto offensivo all’Ajax.

Mentre quel 4-2-4 può essere devastante, la squadra dell’Ajax beneficia anche dell’essere un grande pesce in un piccolo stagno, riempiendo i suoi numeri contro le squadre Eredivisie di gran lunga inferiori. La sua corsa in Champions League 2018-19 ha caratterizzato un 4-3-3 simile ma leggermente più pragmatico che presentava un doppio perno a centrocampo che ha le sue radici nel calcio olandese, ma è diventato ampiamente popolare in tutto il mondo nell’ultimo decennio.

È noto per schierare occasionalmente anche un 4-2-3-1 o un 4-4-2, anche se le sue versioni finiscono per avere tutti gli stessi principi chiave: un paio di formazioni nel mezzo che si giocano l’un l’altro e un paio di ali offensive che bloccano i terzini avversari sulle proprie linee di fondo.

Ciò che contraddistingue Ten Hag come allenatore è la sua devozione al Total Football, la filosofia di origine olandese di usare i triangoli per sovraccaricare aree chiave del campo sia dentro che fuori la palla. Questo sistema alimenta la versatilità dei giocatori in varie posizioni sul campo, consentendo loro di fluire liberamente in campo. Questo approccio è stato ampiamente adottato in tutto il mondo negli ultimi 15-20 anni ed è una caratteristica dello stile di gioco di Ten Hag.

Nella corsa alla Champions League 2019, il giocatore Frenkie de Jongfield è diventato una sensazione mondiale grazie alla sua capacità di interpretare più ruoli a metà, guadagnandosi un trasferimento al Barcellona. Ten Hag ha anche contribuito ad alimentare l’ascesa di Hakim Ziyech e Matthijs de Ligt, che alla fine si sono trasferiti in club europei più grandi.

ALTRO: Chi Ten Hag deve firmare al Man United quest’estate

Trofei vinti da Erik ten Hag

Mentre Ten Hag era senza trofei durante i suoi primi tre periodi manageriali, comprensibilmente così quando ha preso il comando di club più piccoli, le cose sono cambiate quando è passato all’Ajax.

Da quando ha preso la guida dei giganti olandesi, Ten Hag ha guidato il club al titolo di campionato olandese tre volte, portando il club anche alla Coppa d’Olanda in due occasioni. Potrebbe aver guadagnato un quarto titolo se non fosse stato per il COVID-19 che ha posto fine al campionato olandese all’inizio del 2019-20 con il club seduto in cima alla classifica, ma non è stato assegnato alcun titolo.

In Europa non ha ancora vinto la coppa d’argento, ma a volte si è comportato abbastanza bene, anche nella stagione 2018-19 quando ha visto il club in semifinale di Champions League, battendo il Real Madrid lungo la strada. La serie si è conclusa in modo straziante quando il Tottenham ha progettato una rimonta in ritardo per vincere 3-2 complessivamente.

Ten Hag ha vinto due volte il premio di allenatore dell’anno del campionato olandese, prima nel 2016 con l’FC Utrecht e poi di nuovo nel 2019 dopo la straordinaria stagione dell’Ajax. Nello stesso anno è anche arrivato quarto nella votazione per l’onore di allenatore dell’anno della FIFA.

ALTRO: Ten Hag ha dato consigli a Ronaldo prima del mandato del Man United

Posate Erik ten Hag:

  • titolo Eredivisie: 2018-19, 2020-21, 2021-22
  • KNVB Beker (Coppa d’Olanda): 2018-19, 2020-21
  • Scudo Johan Cruyff: 2019

Premi e riconoscimenti Erik ten Hag:

  • Premio Rinus Michaels allenatore dell’anno: 2016, 2019
  • FIFA Il miglior premio, allenatore maschile: 2019 (4° posto)

Leave a Comment