Giocatore dell’anno della Germania: un who’s who dei più grandi talenti del gioco

Da Robert Lewandowski a Franz Beckenbauer, da Marco Reus a Lothar Matthäus e Gerd Müller: la collezione di leggende che riempie la lista del premio di giocatore dell’anno tedesco è fiancheggiata da molti dei più grandi talenti che abbiano mai abbellito il gioco.

Come tutti i tifosi della Bundesliga sapranno, il Colonia è stato il campione inaugurale nella stagione 1963/64, ma è stato Uwe Seeler dell’Amburgo a essere nominato Giocatore dell’anno della Germania al termine di una stagione in cui ha collezionato ben 30 gol per i pantaloncini rossi. Il tiratore acuto Seeler – 72 volte nazionale della Germania Ovest – ha trascorso 18 incredibili stagioni con Die Rothosendove ha raccolto quasi 500 gol in carriera e si è imposto come leggenda indiscussa della Bundesliga che avrebbe stabilito uno standard elevato per coloro che l’hanno seguito.

Con il passare degli anni, due nomi ora sinonimo di formidabile impegno e successo senza fine – e conosciuti in tutto il mondo come simboli di tutto ciò che c’è di bello nel nostro amato gioco – si scambiano il testimone del Giocatore dell’anno: Beckenbauer e Müller. Nessun altro giocatore può vantare tanti trofei di Giocatore tedesco dell’anno come Beckenbauer, che ha vinto il prestigioso titolo quattro volte in un arco di 10 anni tra il 1966 e il 1976. Durante quel periodo, Il Kaiser ha vinto quattro campionati di Bundesliga e quattro Coppe DFB con il Bayern Monaco, ed è stato anche capitano del formidabile Bayern che ha vinto tre Coppe dei Campioni negli anni successivi.

Leggende del giocatore dell’anno: Gerd Müller (s.), Sepp Maier (c.) e Franz Beckenbauer – imago/WEREK

In un elenco dei precedenti vincitori di Player of the Year, gli anni tra il 1966 e il 1969 recita: Beckenbauer, Müller, Beckenbauer, Müller. Quest’ultimo è ancora il capocannoniere di tutti i tempi della Bundesliga con 365 gol in 427 partite e durante 15 stagioni da senior al Bayern, l’ex vincitore della Coppa del Mondo con la Germania è stato nominato Giocatore dell’anno nel 1967 e nel ’69, anni in cui Il Bombardiere è stato anche il capocannoniere della Bundesliga con 28 e 30 gol rispettivamente.

Con l’alba degli anni ’70, il potente Borussia Mönchengladbach ha dominato la lista di coloro che hanno preso i gong dei migliori giocatori. Campioni di Germania cinque volte tra il 1969 e il ’77, i Foals vantavano il miglior individuo della divisione in tre stagioni consecutive all’inizio del decennio. Berti Vogts – uomo con un solo club, terzino sublime e due volte Giocatore dell’anno – ha iniziato a girare la palla per Die Borussen, mentre Günter Netzer lo ha seguito con vittorie consecutive nei due anni successivi. Come Vogts, il regista Netzer è stata una delle tante attrazioni principali quando Gladbach e Bayern hanno iniziato una violenta rivalità che ha prodotto alcune delle partite più intense che la divisione abbia mai conosciuto.

Günter Netzer – due volte Giocatore dell’anno in Germania – porta il Borussia Mönchengladbach. – imago/Pressefoto Baumann

Netzer è diventato un campione della Bundesliga back-to-back con Muori Fohlen, segnando 82 gol in 230 partite con il club in cui è entrato per la prima volta all’età di otto anni. Campione del mondo ed europeo con la Germania Ovest, Netzer avrebbe poi vinto scudetti in Spagna al Real Madrid prima di tornare in Germania con l’Amburgo, dove ha giocato un ruolo chiave nei successi nazionali ed europei del club alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80.

Prima che ci fosse Oliver Kahn (Giocatore dell’anno 2000 e 2001) o Manuel Neuer (vincitore nel 2011), Sepp Maier era l’uomo principale che guidava da dietro per quel Bayern vincitrice di un enorme trofeo che ha raccolto tutti prima di loro in Anni ’60 e ’70. Il grande portiere – considerato da molti come uno dei migliori di tutti i tempi nella sua posizione – è stato tre volte Giocatore dell’anno in Germania e il bavarese ha concluso la sua carriera al Bayern solo una partita in meno di 600 presenze in una carriera scintillante.

Guadare: Manuel Neuer: freddo, calmo e raccolto

C’erano ben sette club rappresentati tra i vincitori di Giocatore dell’anno negli anni ’80 poiché nomi familiari come Rudi Völler – allora del Werder Brema – Jürgen Klinsmann di Stoccarda e Thomas Häßler di Colonia hanno ricevuto il più alto riconoscimento per il lavoro della loro stagione. Matthaus, nel frattempo, ha ottenuto la prima delle sue due vittorie dopo la serie di vittorie della Germania Ovest della Coppa del Mondo del 1990; il memorabile capitano del suo paese alla vittoria in Italia, dove aveva giocato per l’Inter. Matthäus era al Bayern quando è stato premiato per la seconda volta nove anni dopo, mentre Klinsmann era al Monaco quando l’attaccante ha aggiunto il suo nome alla lista dei vincitori del premio per la seconda volta nello stesso decennio.

Gli anni ’90 sono stati anche i momenti in cui il Borussia Dortmund ha riscosso un enorme successo, Morire Schwarzgelben vincendo due volte la Bundesliga, una Coppa dei Campioni. L’influente Matthias Sammer è stato due volte Giocatore dell’anno in quel periodo, mentre il difensore Jürgen Kohler ha trionfato anche in quella che era una tripla individuale per il BVB.

Il colosso difensivo del Borussia Dortmund, Matthias Sammer (s.) – imago/Team 2

All’inizio del secolo, il giocatore Michael Ballack stava facendo mosse ipnotizzanti per il Bayer Leverkusen, che finì secondo in Bundesliga e raggiunse la finale di UEFA Champions League. Ballack ha vinto tre incredibili titoli di Giocatore dell’anno in quattro stagioni con il Leverkusen e poi con il Bayern Monaco, con l’attaccante Ailton – capocannoniere della divisione nella squadra vincitrice del campionato 2003/04 del Brema – che ha vinto il campionato nel mezzo delle incredibili imprese di Ballack. Il brasiliano è stato il primo non tedesco a vincere il premio.

I leggendari attaccanti Miroslav Klose e Mario Gomez – vincitori rispettivamente di Werder e Stoccarda – hanno preceduto il titolo 2008 di Franck Ribery, mentre Grafite e Wolfsburg avrebbero festeggiato un anno dopo. Negli anni successivi la lista dei vincitori del Player of the Year si legge come un who’s who delle mega star della Bundesliga: Arjen Robben, Reus e Bastian Schweinsteiger accendono l’immaginazione con ricordi meravigliosi, così come Kevin De Bruyne e Philipp Lahm.

Guadare: Tfai un viaggio nella memoria con Robben & Ribery

Il Reus del Dortmund avrebbe vinto ancora una volta prima dei trionfi consecutivi di Lewandowski nel 2020 e nel 2021. Tra i tanti record del prolifico attaccante polacco, conterebbe diventare il primo giocatore nella storia della Bundesliga a vincere tre premi di Giocatore dell’anno consecutivi tra le sue migliori realizzazioni.

Quel che è certo è che, come Lewy va alla ricerca di questa particolare tripletta, la superstar del Bayern ha molta concorrenza da parte dei vertici della divisione che hanno tutti giocato la loro parte in un’altra memorabile campagna di Bundesliga.

Guadare: UNTutti i 41 gol di Lewandowski nel 2021/22

Leave a Comment