I 10 migliori giocatori di Serie A sottovalutati tra cui Milan, Inter e Juventus Stars

Ricordando tutti gli altri campi, i risultati di alcuni atleti possono essere esagerati con i fan e gli osservatori che evidenziano la loro abilità un po’ più del necessario. Ma per ogni stella sopravvalutata, si possono trovare uno o più giocatori sottovalutati. Questi sono i soldati silenziosi che spesso non ricevono il riconoscimento che meritano. Quindi diamo un’occhiata ai primi 10 giocatori sottovalutati della Serie A in base alla nostra modesta opinione.

10- Sasa Lukic (Torino)

La Patizan Belgrado deve essere una delle migliori accademie dell’Europa orientale quando si tratta di produrre giovani stelle. Ma citiamo gli attuali giocatori di Serie A che sono cresciuti tra le fila dei colossi serbi, i primi nomi che vengono in mente sono Dusan Vlahovic e il suo ex compagno di Fiorentina Nikola Milenkovic.

Tuttavia, Sasa Lukic merita di essere riconosciuto nella stessa lista. La stella del Torino si è lentamente ma inesorabilmente trasformata in una delle più complete del campionato.

Sebbene la sua recente doppietta contro lo Spezia gli abbia fatto guadagnare una certa attenzione, il 25enne è stato trascurato per la maggior parte della stagione.

9- Adam Marusic (Lazio)

Da quando è arrivato alla Lazio nel 2017, Adam Marusic è stato uno dei servitori più fedeli dell’esercito bianconero della Roma.

Il nazionale montenegrino è un gran lavoratore che può dare il proprio contributo su entrambe le estremità del campo. A inizio campionato Maurizio Sarri lo aveva eletto davanti a Manuel Lazzari come terzino destro.

Ma anche quando l’italiano ha meritatamente conquistato un posto nella formazione titolare, Marusic è riuscito a risolvere il problema dell’allenatore inserendo solidi turni nel suo ruolo di terzino sinistro meno consueto.

La sua importanza per la causa può essere interrotta a volte.

8- Matteo Darmian (Inter)

Come si potrebbe notare, i terzini / terzini sottovalutati sono ricorrenti in questa lista. Forse questo ruolo è sottovalutato in generale e non esclusivamente in Serie A.

In ogni caso, Matteo Darmian è un altro soldato in grado di mettere in campo dimostrazioni convincenti sia sulla fascia destra che sulla fascia sinistra, supportando la sua squadra in avanti prima di risalire per aiutare i compagni di retroguardia.

L’ex uomo del Manchester United è spesso considerato un ripiego nella rosa costellata di stelle dell’Inter, ma sono tante le squadre di vertice che desiderano un giocatore delle sue capacità.

7- Jerdy Schouten (Bologna)

Quando giochi in mezzo al parco per una squadra di metà classifica senza europee né minacce di retrocessione, è facile perdere le aspirazioni nell’ovile.

Forse è il caso di Jerdy Schouten, che potrebbe essere probabilmente uno dei più sottovalutati Registrati in Serie A. L’olandese è spesso messo in ombra dai compagni di centrocampo del Bologna (Roberto Soriano e Matias Svanberg) ma è il 25enne che fa il ticchettio per la Rossoblu.

6- Mergim Vojvoda (Torino)

Al Torino, il giovane Wilfried Singo e l’imponente Ola Aina sono senza dubbio considerati i migliori due terzini del club. Relax, Mergim Vojvoda merita ancora un po’ d’amore.

Il 27enne è eccellente quando va avanti e ha una straordinaria capacità di cross. Vediamo se il kosovaro riesce ad ottenere il riconoscimento che merita con il Granata o porta i suoi affari altrove.

5- Juan Cuadrado (Juventus)

Quando si parla di Juan Cuadrado, si tratta di uno degli esterni più celebrati della Serie A dell’ultimo decennio con periodi memorabili al Lecce, all’Udinese, alla Fiorentina e attualmente alla Juventus.

Allora perché è La Vespa nella lista sottovalutata?

In poche parole, l’impatto del colombiano al Bianconeri è spesso trascurato a favore di altri (come Cristiano Ronaldo, Paulo Dybala e Gonzalo Higuain). Durante la sua permanenza a Torino, la sua eroicità ha salvato la squadra in numerose occasioni nel corso degli anni, eppure non è mai stato considerato un A-lister.

Forse è a causa della sua età avanzata, del fatto che la sua posizione in campo varia ad ogni partita, ma una cosa è certa, Cuadrado merita più credito di quello che ha ricevuto per il suo ruolo nei successi della Vecchia Signora negli ultimi anni.

4- Mario Rui (Napoli)

Dall’inizio degli interminabili problemi di infortunio di Faouzi Ghoulam, la stragrande maggioranza degli osservatori ha concordato sulla necessità urgente del Napoli di un nuovo terzino sinistro.

Per un motivo o per l’altro, il Partenopei la direzione si è rifiutata di ascoltare la chiamata. Quindi, il tanto diffamato Mario Rui continua a essere la scelta definitiva del club per il ruolo.

Purtroppo per l’ex Empoli è stato trattato duramente dai tifosi del club che lo hanno continuamente rimproverato per le sue mancanze.

Ma a dire il vero, il portoghese è tutt’altro che un pessimo giocatore, nonostante i suoi limiti tecnici. Quest’uomo fa turni laboriosi ogni volta che fa i suoi passi in campo, e spesso copre Lorenzo Insigne quando quest’ultimo non riesce a tornare indietro fornendo occasionalmente agli attaccanti cross decenti.

Non è poi così male, dopotutto. (Ma seriamente, il Napoli DOVREBBE considerare l’acquisto di un nuovo terzino sinistro ad un certo punto nel prossimo futuro).

3- Maxime Lopez (Sassuolo)

Quando il prossimo mercato estivo aprirà i battenti, i big della Serie A tenteranno sicuramente la fortuna per alcuni dei giovani talenti che fanno il loro mestiere al Sassuolo.

Gli emiliani possiedono una miriade di possibili future stelle, tra cui artisti del calibro di Giacomo Raspadori, Gianluca Scamacca, Davide Frattesi e Hamed Junior Traorè.

Tuttavia, c’è un nome che è stato perso nell’equazione. Stiamo parlando di Maxime Lopez, che probabilmente è stato l’architetto del di Neroverdi exploit in mezzo al parco.

L’ex giocatore dell’Olympique Marsiglia ha ancora 24 anni e sarebbe un ottimo profilo per qualsiasi squadra di vertice che sta cercando di rafforzare il proprio centrocampo.

2- Gianluca Caprari (Verona)

Dopo aver lottato per trovare una base in Serie A, Gianluca Caprari si è consolidato come uno dei migliori secondi attaccanti del paese da quando è arrivato al Verona la scorsa estate. Ha già contribuito in 11 gol e sette assist.

Eppure, il 28enne è ancora un po’ un ripensamento per Calcio osserva. Nonostante le sue magnifiche statistiche in questa stagione, Roberto Mancini gli ha negato una convocazione per i playoff sfortunati della Coppa del Mondo dell’Italia lo scorso marzo, e pochi hanno fatto storie al riguardo.

Ma se continua a consegnare la merce per il gialloblsarebbe incredibilmente difficile negargli la possibilità di recitare per il Azzurri nel futuro.

1- Davide Calabria (Milano)

Dopo aver scalato le giovanili del Milan, il percorso di Davide Calabria non è sempre stato facile con la prima squadra.

Lentamente ma inesorabilmente Stefano Pioli è riuscito a forgiare un favoloso terzino destro. Velocità, resistenza, Grinta e la capacità di andare avanti, il 25enne possiede semplicemente tutti gli strumenti giusti necessari per un moderno terzino.

Sebbene non sia esplosivo come il suo compagno di squadra Theo Hernandez, l’italiano è più completo. Quindi, è strano vederlo trascurato a favore di altri quando si tratta della nazionale, incluso Alessandro Florenzi che sembra essere il suo sostituto al Milan!

Per questi e altri motivi, Calabria potrebbe senza dubbio essere uno dei giocatori più sottovalutati, non solo in Serie A, ma nel calcio europeo.

Leave a Comment