I giocatori della Premier League sono rimasti bloccati dopo aver perso una mossa

Non tutti ottengono la loro mossa prima della finestra di trasferimento SLAMS SHUT. Ecco un elenco di uno di questi giocatori per ogni club della Premier League.

Alcuni volevano disperatamente andarsene, altri avevano bisogno di andarsene per il loro bene e per giocare a calcio, altri un po’ di entrambi. Nessuno ha realizzato il proprio desiderio. A meno che non vadano in Turchia dove la scadenza non è di un paio di giorni e almeno uno di loro probabilmente lo farà. Grazie, Turchia, grande rovinatore di funzionalità.

Arsenale – Reiss Nelson
Le graffette dell’Arsenal per questo tipo di funzionalità ora sono tutte fuori gioco. Sono finiti i giorni in cui potevamo mettere giù Lucas Torreira e non pensarci due volte. Anche Nicolas Pepe e Ainsley Maitland-Niles sono usciti in prestito adesso. E Nuno Tavares. E Pablo Mari. E con i Gunners ora in piena modalità due partite a settimana fino alla Coppa del Mondo, dovrebbero esserci molte opportunità per la maggior parte di quella che sembra essere una squadra molto felice. Quindi Reiss Nelson, tornato al club dopo un periodo in prestito al Feyenoord e ora infortunato in un momento inopportuno, entra in questa lista praticamente per impostazione predefinita.

Aston Villa – Douglas Luiz
Tre offerte dell’Arsenal sono arrivate nelle ultime fasi della finestra di mercato, tre offerte sono state respinte. L’ultimo di loro vale 25 milioni di sterline più extra alle 22:00 del giorno di scadenza secondo il capo delle voci di trasferimento Fabrizio Romano. Se l’Arsenal o chiunque altro busserà di nuovo a gennaio, quando a Douglas saranno rimasti solo sei mesi di contratto con la Villa, dovremo aspettare e vedere ma sembra probabile.

Bournemouth – Emiliano Marcondes
Collegato ripetutamente con un ritorno al calcio danese, l’ex uomo del Brentford è sempre sembrato sconcertante desideroso di restare e lottare per un posto che non mostra segni di imminente arrivo. Era già un giocatore marginale durante la campagna di promozione e ci deve essere qualcosa di più nella vita che uscire dalla panchina per gli ultimi minuti della sconfitta per 9-0 contro il Liverpool, sicuramente.

Brentford – Charlie Goode
Ha trascorso la seconda metà della scorsa stagione in prestito allo Sheffield United, ma è tornato al Brentford in estate e in questa stagione non ha ancora raggiunto la panchina. Non salire sulle panchine dei sottomarini di nove uomini è un segno abbastanza chiaro che potresti stare meglio da qualche altra parte.

Brighton – Tariq Lamptey
Spurs, Arsenal e Manchester United sono stati tutti legati all’ex terzino destro del Chelsea che quest’anno si è trovato usato con parsimonia dall’alto Brighton, apparendo solo nei cameo di riserva. Non c’è dubbio che Brighton sia un posto decente dove stare, ma vorresti essere un po’ coinvolto quando almeno metà dei Big Six ti hanno messo gli occhi addosso.

Chelsea-Hakim Ziyech
Fortemente legato al ritorno all’Ajax e, forse inevitabilmente per quel particolare legame, anche al Manchester United di Erik Ten Hag, ma si ritrova ancora al Chelsea e sta vivendo un periodo miserabile. Data una rara possibilità dalla panchina dei sostituti in una triste sconfitta per 1-0 in Champions League contro la Dinamo Zagabria, Ziyech è riuscito a sbagliare alcuni cross, fare un calcio di punizione e poi litigare con Reece James su chi dovrebbe calcia una punizione successiva. Ziyech ha vinto la discussione, e poi ha fatto un altro botta di punizione. compagno.

Crystal Palace – James Tomkins
C’è un curioso livello di rigonfiamento in alcune sezioni della squadra del Palace, e devi chiederti se la causa sia la riluttanza dei giocatori a partire o il Palace che chiede troppo o una combinazione dei due. Difficile sapere se qualcuno di questi giocatori – Tomkins è affiancato da Jairo Riedewald e James McArthur per non aver giocato un minuto di calcio in questa stagione – sia bloccato o felice della propria sorte, ma in ogni caso non è eccezionale. Fai la tua scelta qui da Tomkins o McArthur; Nessuno dei due si è mai seduto sulla panchina dei sostituti in questa stagione, che in un tempo di nove sostituti è quasi impressionante.

Everton – Allan
Il brasiliano ha trascorso gran parte dell’estate legato al ritorno in Italia, con la Roma e il suo ex club, il Napoli, entrambi interessati. Ora condannato a un’esistenza miserabile in cui è costretto a guardare l’Everton giocare a calcio dalla panchina dei sostituti ogni settimana, il che è un destino crudele che nessuno merita.

Fulham – Josh Onomah
Vittima di quest’anno del vecchio classico capriccio delle scartoffie. Una storia vecchia quanto il giorno della scadenza. Ora invece di essere a West Brom dove è ricercato, rimane bloccato al Fulham dove non è. Non è ancora arrivato in panchina in questa stagione. Nemmeno nel Carabao, che deve far male.

Leeds – Jack Harrison
Quest’estate il Leeds ha raccolto più entrate da trasferimenti di tutti tranne Manchester City e Brighton
ed era sempre chiaro che quest’estate avrebbe richiesto dei saldi. Ma una vendita a cui erano sempre decisi a resistere era quella di Harrison, un bersaglio per l’oscena ricchezza ora sbandierata da Newcastle. Resta da vedere quanto i club di successo possano continuare ad avere successo nel resistere alle aperture del Newcastle, anche quando richiedono commissioni di trasferimento “sbalorditive”.

Leicester-Youri Tielemans
C’è un pasticcio assoluto di giocatori lasciati bloccati dalla stasi del trasferimento di Leicester. Jannik Vestergaard, Boubakary Soumare, Nampalys Mendy, Ayoze Perez, Dennis Praet e Caglar Soyuncu sono tutti, in misura maggiore o minore, indesiderati dall’attuale regime, una situazione ulteriormente complicata dalla fragilità di tale regime. Youri Tielemans è molto ricercato dal Leicester ma vorrebbe molto partire in estate per favore e grazie. E a Leicester potrebbe essere davvero piaciuto averlo venduto per risolvere il problema del trasferimento che ha attanagliato il club. Rimane un po’ strano che l’Arsenal e altri non abbiano fatto uno sforzo più concertato per realizzarlo, ma ci siamo. A gennaio si va.

Liverpool – Nat Phillips
Ha dichiarato dopo il suo periodo di prestito di successo con il Bournemouth che voleva “continuare a giocare regolarmente, settimana dopo settimana”, ma ha visto quel desiderio ammirevole contrastato dai problemi di infortunio del Liverpool. C’erano molte possibili destinazioni per Phillips fino alla scadenza, ovviamente un ritorno a Bournemouth. Interessati molti altri club della massima serie, mentre si parlava anche della Germania e una spinta tardiva per un trasferimento in prestito da parte del Benfica, che avrebbe sicuramente fatto appello. Ma l’ultima crisi di infortuni del Liverpool ha lasciato a Jurgen Klopp poca scelta se non quella di mantenere Phillips come copertura.

Manchester City-Bernardo Silva
Chiaramente “bloccato” è la parola sbagliata e non siamo davvero sicuri che sia mai stato così vicino a unirsi al Barcellona, ​​​​ma almeno era aperto all’idea e ci piace il modo in cui ha detto in modo molto educato e diplomatico il suo interesse per la mossa è stata perché il Manchester è fantastico ma può essere un po’… tanto. “Vengo dal Portogallo e la mia cultura è un po’ diversa dalla tua cultura fuori dal campo. Amo Manchester e le persone qui sono davvero gentili nel modo in cui mi hanno trattato nelle strade, nei bar, nei ristoranti: è solo un po’ diverso da dove vengo e a volte vuoi cose diverse nella tua vita.

Manchester United – Cristiano Ronaldo
Apparentemente il portoghese poco conosciuto voleva lasciare l’Old Trafford quest’estate, ma non l’avrai letto su MSM. Ad ogni modo, è tutto nel passato perché ora festeggia anche i gol del Manchester United quindi tutto va bene e un tilt per il titolo è tornato sulle carte.

Newcastle – Javier Manquillo
Non ha fatto un’apparizione competitiva per i Magpies dalla sconfitta per 5-1 contro gli Spurs a marzo, ma l’infortunio all’ACL potenzialmente finale della stagione subito da Emil Krafth in servizio a Carabao il mese scorso ha messo fine a qualsiasi idea di trasferta da St James’ Park per Manquillo, che ora servirà come sostituto di Kieran Trippier almeno fino a gennaio.

Nottingham Forest – N/A
Uno dei vantaggi dell’acquisto di una squadra completamente nuova è che nessuno può essere ragionevolmente descritto come bloccato. E la piccola manciata di giocatori che erano lì prima di quest’estate sembrano tutti abbastanza contenti e rimangono molto coinvolti.

Southampton – Nathan Redmond
Finché la tua definizione di “bloccato” consente “sta per unirsi a Dele Alli e al resto della sua allegra banda di emarginati della Premier League al Besiktas perché la scadenza del trasferimento della Turchia non è fino a giovedì”, cioè. Non possiamo essere disturbati a passare di nuovo attraverso la squadra del Southampton per trovare una risposta che sia ancora effettivamente applicabile, francamente.

Tottenham – Japhet Tanganga
La squadra di artificieri di Antonio Conte è stata debitamente bombardata quando la finestra si è abbassata, anche se per lo più in prestito, lasciando Japhet Tanganga forse l’unico membro della squadra con la specifica lamentela di essere ancora in giro. Fino a tarda ora sembrava una ragionevole possibilità che gli Spurs ingaggiassero un altro difensore centrale e che Tanganga potesse andarsene. Aveva anche dei vestiti allettanti, con Roma e Milan che si dice fossero entusiasti. In linea con la loro politica di cercare di ingaggiare tutti i calciatori, anche Forest era collegato. Salvo incidente, una mossa di prestito attende sicuramente a gennaio.

West Ham – Ha detto Benrahma
È strano, ma anche quando le cose sono andate splendidamente bene al West Ham, c’è stata una relazione stranamente tesa tra David Moyes e Benrahma. Moyes sembra spesso riluttante a lodare e pronto a criticare l’algerino. Sembra che ci sia stata una distensione nelle ultime settimane, ma ancora per gran parte dell’estate è apparsa una partenza sulle carte. Fino a quando non lo era.

Lupi – Adama Traore
Ancora da giocare più di 19 minuti di qualsiasi partita di Premier League in questa stagione. Ricordi quando era al Barcellona? Pazzesco.

.

Leave a Comment