I trasferimenti più controversi tra i sei grandi club della Premier League poiché il Liverpool considerava la “grande offerta” per Heung-min Son prima che il Tottenham si assicurasse la Champions League

Si dice che il Liverpool stesse prendendo in considerazione un’offerta shock per Figlio di Heung-min se il Tottenham non si fosse qualificato per la Champions League in questa stagione.

Jurgen Klopp, che ha spesso parlato del sudcoreano, ha identificato la star degli Spurs come un potenziale sostituto di Sadio Mane.

Getty

Klopp ha rivelato pubblicamente di essere un grande fan di Son

Il Liverpool era pronto a mettere alla prova la determinazione dei londinesi del nord con un’offerta sostanziale per Son se non fossero finiti tra i primi quattro, riferisce Football.London.

Considerando che il 29enne è stato capocannoniere congiunto la scorsa stagione e che il Tottenham ha trascorso tutta la scorsa estate a respingere l’interesse per Harry Kane, avrebbe annullato molti dei progressi compiuti sotto Antonio Conte per il Liverpool per pizzicare Son.

Eppure ancora non sarebbe stato il più controverso trasferimento tra due dei “sei big” della Premier League: l’onore spetta a uno di questi…

Carlos Tevez (Manchester United-Manchester City)

Tevez è stato molto popolare al Man United durante un periodo di prestito di due anni di successo dove ha vinto la Champions League nel 2008, con i fan che cantavano regolarmente: “Fergie, iscrivilo”.

Un anno dopo, però, era un giocatore del Man City – il primo a trasferirsi direttamente al club dal 1999 – e i tifosi del City hanno continuato a cantare solo per strofinare.

Il club, nel frattempo, ha celebrato pubblicamente l’accordo con un enorme cartellone pubblicitario con la scritta: “Benvenuto a Manchester”.

Sir Alex Ferguson non fu colpito: “un piccolo club con una piccola mentalità”, disse all’epoca.

1. Passare direttamente ai rivali locali di un club

Tevez ha bruciato i suoi ponti a Old Trafford con un trasferimento ai rivali locali City

Sol Campbell (dal Tottenham all’Arsenal)

L’ex difensore dell’Inghilterra ha trascorso più di 12 anni agli Spurs, scalando le classifiche giovanili e diventando una star per la loro prima squadra.

Dopo 315 presenze, ha rifiutato l’offerta di un nuovo contratto e ha fatto la mossa estremamente controversa nel nord di Londra a parametro zero.

La sua decisione di unirsi all’Arsenal ha fatto infuriare i fan del Tottenham, con Campbell marchiato “Judas” e sottoposto a canti disgustosi e minacce di morte.

Campbell ha continuato a far parte della squadra “Invincibles” che ha vinto il titolo di Premier League a White Hart Lane e, fino ad oggi, rimane una figura di odio al Tottenham, anche se l’uomo stesso ha detto a talkSPORT l’anno scorso che è tempo di “trasferirsi”. Su’.

I fan degli Spurs hanno insultato Campbell per due decenni

getty

I fan degli Spurs hanno insultato Campbell per due decenni

Emmanuel Adebayor (dall’Arsenal al Manchester City)

L’attaccante del Togo ha ammesso di aver ancora “odiato” l’Arsenal nel 2018, nove anni dopo la sua controversa uscita dal club.

Adebayor ha espresso i suoi sentimenti nei confronti della sua ex squadra nella sua prima stagione all’Etihad, correndo per tutto il campo per festeggiare davanti ai tifosi dell’Arsenal dopo aver segnato nella vittoria per 4-2.

“Sono stato maltrattato da persone che sei mesi fa cantavano il mio nome e l’abuso era senza motivo”, ha detto. “C’è solo così tanto abuso che un uomo può sopportare fino a quando non raggiunge il punto di rottura.”

“Ho segnato e volevo mostrare alla gente che non è una buona idea abusare di me. Davvero non lo capisco affatto”, ha aggiunto Adebayor.

“Stavano applaudendo [former Arsenal defender Kolo Toure] ma stavano urlando contro di me prima ancora che la partita iniziasse.

Adebayor è stato multato per questa celebrazione del gol contro l'Arsenal nel 2009

Adebayor è stato multato per questa celebrazione del gol contro l’Arsenal nel 2009

Fernando Torres (Liverpool-Chelsea)

“Non ci sono molte persone che possono spezzarti il ​​cuore, eppure le ami ancora” – è stato un tributo dei fan dei Reds a El Nino dopo il suo ritiro nel 2019.

Parte del recente buon feeling con Torres da Anfield potrebbe essere che non ha mai ripreso la sua forma a Londra dopo la sua mossa da 50 milioni di sterline.

Segnò 81 gol con la maglia dei Reds, di cui solo 45 con i Blues – anche se, a dire il vero, uno di questi è stato quel famoso gol contro il Barcellona…

E i trofei sono il modo in cui molti giocatori vengono giudicati alla fine della loro carriera e, nonostante i suoi problemi di infortunio, Torres ha comunque vinto Champions League, Europa League e FA Cup per il Chelsea.

Un sacco di tifosi del Liverpool manterranno ancora rancore contro Torres

Getty

Un sacco di tifosi del Liverpool manterranno ancora rancore contro Torres

Kyle Walker (dal Tottenham al Manchester City)

Walker ha recentemente ammesso di aver chiamato suo padre e di aver chiesto se lasciare gli Spurs fosse stato un “errore” durante la sua prima pre-stagione con il City.

Mentre i quattro titoli di Premier League che ha vinto da allora hanno dimostrato che non lo era, i dubbi sono ancora presenti sulla scelta di chi sia stato effettivamente per lui la partenza.

L’allora manager degli Spurs Mauricio Pochettino ha scritto nel suo libro che il club è stato costretto a vendere dopo che Walker ha mostrato una “allarmante mancanza di rispetto per i suoi compagni di squadra” chiedendo di andarsene alla fine della stagione 2016/17.

Il difensore dell’Inghilterra lo contesta e afferma di aver cercato nuovi pascoli solo dopo che Pochettino ha iniziato a esiliarlo dalla squadra.

Ha detto al Daily Mail: “Ho avuto alcune persone che mi hanno chiamato serpente e cose del genere.

“Fa male perché ho dato tutto a quel club. E tutto quello che sono ora lo devo a quel club. Quindi sì, fa male quando torno lì adesso, ma immagino che sia solo una parte del calcio”.

Pochettino ha aiutato Walker a diventare un giocatore più completo

Pochettino ha aiutato Walker a diventare un giocatore più completo

Ashley Cole (dall’Arsenal al Chelsea)

“Probabilmente alcuni di voi pensano che io sia un maiale avido, e non è niente del genere” è stata la citazione di Cole dopo essere arrivato a Stamford Bridge nel 2006.

Eppure ha fatto ben poco per impedire ai fan dell’Arsenal di soprannominarlo “Cashley” dopo il suo trasferimento ai rivali londinesi del club nel 2006 in un accordo da 5 milioni di sterline che ha visto William Gallas dirigersi dall’altra parte.

Cole è stato parte integrante di due vittorie del titolo di Premier League con il suo club d’infanzia, ma si è unito al Chelsea un anno dopo che le affermazioni di intercettazioni hanno visto lui e Jose Mourinho multare ciascuno di £ 75.000.

L’Arsenal ha quindi aspettato otto anni per un trofeo dopo la partenza del terzino sinistro, mentre Cole si è goduto un periodo carico di argenteria ai Blues.

Ashley Cole ha vinto tutto al Chelsea, inclusa la Champions League nel 2012

Getty

Ashley Cole ha vinto tutto al Chelsea, inclusa la Champions League nel 2012

Petr Cech (Chelsea-Arsenal)

L’icona della Repubblica Ceca era un sostenitore dello Stamford Bridge, ma il ritorno di Thibaut Courtois lo ha relegato in panchina.

Cech si è guadagnato la benedizione di Roman Abramovich di rimanere a Londra e sigillare una mossa di 10 milioni di sterline ai rivali del club Arsenal.

Eppure Jose Mourinho è stato annullato nella vendita a un diretto rivale, mentre l’allora giocatore dei Blues Nemanja Matic ha ammesso di non essere contento della mossa.

Lo stesso Cech è stato bollato come un traditore e ha detto: “Ci sono alcune persone che mi hanno lasciato messaggi negativi, ma non sono veri tifosi del Chelsea”.

E, nonostante John Terry abbia suggerito che Cech avrebbe vinto l’Arsenal da 12 a 15 punti a stagione, i Gunners sono usciti dai primi quattro nella seconda stagione del portiere.

Cech è tornato al Chelsea quando si è ritirato dal gioco

Getty Images – Getty

Cech è tornato al Chelsea quando si è ritirato dal gioco

Raheem Sterling (Liverpool-Manchester City)

La star inglese è passata da eroe a cattivo nel Merseyside quando si è fatto strada dal club nel 2015, trasferendosi al City per 49 milioni di sterline.

Pochi mesi prima Sterling aveva fatto arrabbiare i fan del Liverpool rilasciando un’intervista non autorizzata in cui non voleva essere percepito come un “ventenne avido di soldi”.

“Non mi pento di aver fatto l’intervista perché è stato frustrante ascoltare alcune delle storie su di me e alcuni dei soldi stupidi che la gente ha detto che avrei dovuto rifiutare, quando non era niente del genere”, ha detto Sterling in seguito.

“Volevo solo esprimere il mio punto di vista, ma probabilmente c’era un modo migliore in cui avrei potuto farlo”.

Sterling, che ha collezionato dieci trofei all’Etihad, è stato oggetto di molti abusi al suo ritorno ad Anfield, ma nel 2020 ha insistito sul fatto che non ha sminuito l’amore che ha per il Liverpool.

Sterling è riuscito a segnare solo un gol in nove presenze ad Anfield da quando ha lasciato

getty

Sterling è riuscito a segnare solo un gol in nove presenze ad Anfield da quando ha lasciato

Robin van Persie (dall’Arsenal al Manchester United)

Il trasferimento dell’olandese all’Old Trafford dall’Arsenal ha causato ondate di shock in tutto il mondo nel 2012.

Con solo un anno rimasto sul suo contratto con gli Emirati, Van Persie ha annunciato che non avrebbe firmato nuovi termini e si è unito allo United con un contratto a prezzo ridotto di 24 milioni di sterline.

L’attaccante ha vissuto una sensazionale campagna d’esordio con i Red Devils, segnando 26 gol e regalando allo United il 20esimo titolo record.

RVP ha detto al momento della firma per lo United: “Ascolto sempre il ragazzino dentro di me in queste situazioni, quando devi prendere le decisioni più difficili della vita. Cosa vuole? Quel ragazzo stava urlando per il Man United”.

Questa immagine farà ancora incubi ad alcuni fan dell'Arsenal

immagini di getty

Questa immagine farà ancora incubi ad alcuni fan dell’Arsenal

Alexis Sanchez (dall’Arsenal al Manchester United)

Sanchez sapeva di aver commesso un errore seguendo le orme di Van Persie trasferendosi ai Red Devils… dopo un solo allenamento.

Il cileno si è diretto all’Old Trafford in un attesissimo trasferimento di gennaio 2018, con lo United che lo avrebbe pagato circa £ 560.000 a settimana.

Ma il suo tempo a Manchester è stato un vero disastro, poiché ha appena segnato cinque gol in 45 partite prima di essere spedito all’Inter.

Sanchez ha lasciato l'Arsenal per il Manchester United... ma voleva tornare subito

Getty Images

Sanchez ha lasciato l’Arsenal per il Manchester United… ma voleva tornare subito

Offerta del giorno

Bet365 – Scommetti £ 10 Ricevi £ 50 in scommesse gratuite* – RICHIEDI QUI

Offerta conto aperto. Scommetti £ 10 e ricevi £ 50 in scommesse gratuite per i nuovi clienti su bet365. Requisito minimo di deposito. Le scommesse gratuite vengono pagate come crediti scommessa e sono disponibili per l’uso al momento del regolamento dell’idoneità alle scommesse. Si applicano le quote minime, le esclusioni di scommesse e metodi di pagamento. I rendimenti escludono la puntata in crediti scommessa. Si applicano termini e condizioni generali 18+ Begambleaware.org

.

Leave a Comment