Il Manchester City di Pep Guardiola è la migliore squadra nella storia della Premier League?

La squadra di Sports Mole discute se la squadra del Manchester City di Pep Guardiola sia la migliore nella storia della Premier League dopo aver vinto il quarto titolo in cinque stagioni.

Manchester City domenica ha conquistato il quarto titolo di Premier League in cinque stagioni, resistendo ancora una volta a una feroce sfida Liverpool vincere il titolo di un punto.

Difficilmente sarebbe potuto accadere nemmeno in circostanze più tumultuose, con il Man City a un certo punto che sembrava che avrebbe potuto buttare via il titolo quando è caduto 2-0 contro l’Aston Villa.

Tuttavia, sono stati visti tre gol in un incredibile incantesimo di cinque minuti Pep GuardiolaGli uomini ribaltano le cose, riaffermando il loro dominio nel gioco inglese sotto lo spagnolo.

Lo stesso Guardiola ha paragonato il recente successo della sua squadra a quello di Sir Alex Ferguson sotto Manchester Unitede i continui livelli di eccellenza dei Citizens li hanno visti farsi strada nelle conversazioni sulle più grandi squadre nella storia della competizione.

Ecco, il Talpa sportiva la squadra discute se la squadra di Guardiola meriti di essere considerata la migliore che la Premier League abbia mai visto.


© Reuters

Barney Corkhill, editore

La natura dinastica del dominio del Manchester United sotto Ferguson potrebbe non ripetersi mai – così tanti successi domestici sotto lo stesso allenatore per un periodo così lungo – ma ha plasmato tre o quattro squadre di punta in quel periodo, e dubito che qualcuna di loro sarebbe stata una partita per questo Manchester City.

José Mourinho‘S Chelsea e un paio di Arsène Wenger‘S Arsenale anche le parti meritano di essere nella conversazione, così come Jurgen KloppIl Liverpool nonostante la relativa mancanza di trofei della Premier League, ma non credo che abbiamo mai visto un livello così alto di prestazioni stagione dopo stagione come quello che abbiamo fatto con il Man City sotto Guardiola.

Nelle ultime cinque stagioni, il Man City ha segnato una media di 91,6 punti, segnato una media di 97 gol e subito una media di soli 28,6 gol a stagione, numeri incredibili come non abbiamo mai visto in un periodo di cinque anni.

Durante quel periodo hanno prodotto alcune delle più grandi stagioni individuali di sempre, inclusa una prima campagna da 100 punti nel 2017-18 e una campagna da 98 punti la stagione successiva, quando hanno vinto tutto tranne la Champions League.

Poi ci sono le misure più intangibili della grandezza di Man City; Il loro stile di gioco implacabile e irrefrenabile, la loro incredibile etica del lavoro e il loro atteggiamento irrefrenabile li hanno portati al di sopra di quasi tutte le altre squadre del calcio mondiale in questo momento, essendo il Liverpool l’unico rivale in ogni categoria.

Essere sotto 2-0 nelle ultime due partite della stagione e tornare comunque a prendere quattro punti vincenti il ​​titolo da quelle partite è piuttosto notevole e, mentre la loro mentalità è stata messa in discussione sul palcoscenico europeo in quel periodo, quando Si tratta della Premier League, penso che siano migliori di qualsiasi cosa abbiamo mai visto prima.

La cosa preoccupante per tutti i loro rivali è che anche loro non mostrano segni di arrendersi, e con Erling Braut Haaland unendosi alla prossima stagione, è probabile che miglioreranno.


Ilkay Gundogan del Manchester City festeggia il terzo gol con Gabriel Jesus e Phil Foden il 22 maggio 2022© Reuters

Oliver Thomas, giornalista

Vincere quattro titoli di Premier League in cinque stagioni è davvero straordinario. Dopo essere uscito dalla sua prima stagione al timone senza trofeo, Pep Guardiola ha da allora utilizzato tutti gli strumenti a sua disposizione per creare la sua squadra, giocando la sua modo, e considerando il predominio che hanno avuto, sarebbe sciocco non considerare questa squadra implacabile del Manchester City come la più grande nella storia della Premier League.

Non solo Guardiola ha reclutato grandi giocatori, ma da allora li ha aiutati a crescere per diventare ancora migliori, e questo da solo è il segno di un allenatore fantastico. La rosa del City ha così tanta profondità e tanta qualità in ogni posizione che gli ha permesso di competere a un livello così alto.

A parte forse Kevin De Bruyne, il City non ha alcun giocatore su cui faccia molto affidamento o su cui consideri il giocatore principale della sua squadra. Il loro successo è stato un lavoro di squadra. Gli obiettivi sono stati condivisi con quattro, cinque o sei giocatori che hanno partecipato con almeno 10 strike ogni stagione, mentre Ederson ha ora rivendicato il suo terzo premio Golden Glove consecutivo, sottolineando la resilienza che il City ha mostrato in modo coerente sulla difensiva.

Il Man City ha dominato il calcio inglese nell’era di Guardiola, battendo una miriade di record, incluso il loro memorabile bottino di 100 punti nel 2017-18.

Alex Ferguson, Arsene Wenger e Jose Mourinho hanno allenato tutte squadre nell’era della Premier League, ma considerando come il City ha conquistato un campionato che ha visto la concorrenza migliorare notevolmente negli ultimi anni, il loro successo li batte tutti. Questa squadra di Man City, secondo me, è la più grande nella storia della Premier League.


Kevin De Bruyne del Manchester City festeggia il suo primo gol con Phil Foden il 26 aprile 2022© Reuters

Joel Lefevre, giornalista

Credo che il Man City sia il miglior club al mondo nelle ultime stagioni, visto quello che è stato in grado di ottenere. Quattro titoli di Premier League nelle ultime cinque stagioni sono notevoli, in particolare al giorno d’oggi con quanto raramente si vedono dinastie nello sport.

Sì, la Champions League gli è sfuggita fino ad oggi, tuttavia credo che la Premier League sia il trofeo per club più difficile da vincere; La competizione nella massima serie è molto più forte di quanto si vedrebbe nella fase a gironi e anche negli ottavi di finale di Champions League.

Pep Guardiola e City hanno un’incredibile capacità di recupero e non sbattono mai le palpebre quando vengono messi sotto pressione da altre squadre. Sì, non c’è il numero nove, ma sinceramente non c’è praticamente alcuna debolezza in questa squadra e gestisce la pressione come chiunque altro, mentre la loro profondità – più il numero di diversi giocatori che sono stati eroi per loro – è impressionante.


Il manager del Manchester City Pep Guardiola festeggia dopo aver vinto il titolo di Premier League il 22 maggio 2022© Reuters

Meraviglioso Adepoju, giornalista

Penso che siano. Nonostante tutte le loro lotte in Europa, le squadre del Manchester City di Pep Guardiola sono state un livello sopra le altre a livello nazionale.

Quattro scudetti in cinque anni sono un risultato impressionante, soprattutto considerando il fatto che hanno affrontato l’irrefrenabile Liverpool di Jurgen Klopp, che ora vanta i due migliori secondi posti di sempre nella storia della Premier League.


ID:486548:1false2false3false:QQ:: da desktop db:LenBod:collect10373:

Leave a Comment