Il Napoli va alla pari con il Milan, capolista di Serie A; Jose Mourinho in battibecco con il giornalista – Carrellata europea | Notizie di calcio

Il Napoli è andato a pari punti con l’AC Milan, capolista di Serie A, dopo la vittoria per 3-1 in casa dell’Atalanta.

I padroni di casa hanno avuto la maggior parte delle aperture del primo tempo, ma si sono ritrovati sotto 2-0 all’intervallo dopo che il rigore di Lorenzo Insigne e la bella conclusione di Matteo Politano hanno messo gli ospiti sulla strada per la vittoria.

L’Atalanta continua a farsi avanti a Bergamo e meritatamente si rimette in gioco al 58′ quando Marten de Roon va a casa di testa, con diverse altre occasioni che vanno e vengono per inseguire il pareggio.

Con i padroni di casa che si impegnano in avanti, il Napoli in cerca del titolo ha messo a punto la partita a nove minuti dalla fine quando Elif Elmas ha aggiunto il tocco finale a un contropiede.

I giocatori e lo staff del Napoli hanno festeggiato con i loro tifosi in trasferta al fischio finale quando sono passati al Milan con 66 punti prima che la capolista accogliesse il Bologna lunedì, mentre la squadra di Luciano Spalletti cerca di vincere il suo primo scudetto dal 1990.

“Abbiamo fatto dei passi avanti, soprattutto in termini di carattere”, ha detto Spalletti DAZN. “Oggi abbiamo dimostrato di essere una squadra di altissimo livello contro una squadra difficile da affrontare.

“C’è ancora molta strada da fare (nella corsa al titolo), vedremo quante partite vinceremo così. Non dobbiamo abbassare la guardia”.

La sconfitta è stata un duro colpo per le prime quattro speranze dell’Atalanta, con la squadra di Gian Piero Gasperini rimasta al sesto posto e otto punti dietro la Juventus, quarta in classifica, che ha anche giocato 30 partite e poi domenica ospiterà l’Inter al terzo posto con 60.

Nel frattempo, Roma Il boss Jose Mourinho ha affrontato un giornalista nella sua conferenza stampa pre-partita prima della vittoria per 1-0 della sua squadra a Sampdoria.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Jose Mourinho affronta un giornalista che aveva precedentemente fatto commenti sulle sue decisioni tattiche in un programma radiofonico.

Il giornalista Alessandro Austini ha recentemente criticato Mourinho alla radio italiana e poi ha posto una domanda tattica prima del calcio d’inizio.

Mourinho ha detto: “Mi aspettavo una domanda molto più aggressiva, più negativa e violenta dopo che ti ho ascoltato alla radio.

“Non mi aspettavo una domanda così facile. La mia conclusione è che alla radio sei molto più aggressivo e violento, ma quando vieni qui ti caghi un po’ davanti a me.”

Bundesliga: Estate in soccorso del Gladbach

Yann Sommer era in forma ispirata per Gladbach
Immagine:
Yann Sommer era in forma ispirata per Gladbach

Il Borussia Monchengladbach ha ringraziato il portiere Yann Sommer per aver ottenuto un punto nel pareggio per 1-1 contro gli ospiti del Mainz 05.

Il 33enne svizzero ha effettuato una serie di parate chiave tra cui una sensazionale doppia sosta nel secondo tempo di recupero quando il Gladbach si è spostato di otto punti dal punto dei playoff per la retrocessione e si è portato a 34 punti con sei partite rimaste nella stagione.

Breel Embolo ha portato in vantaggio i padroni di casa quando ha segnato al 33′ con Gladbach che si è goduto un ottimo inizio.

Mainz, tuttavia, ha reagito dopo l’intervallo e Leandro Barreiro ha colpito il palo al 48′ prima che Sommer negasse a Jonathan Burkardt sul rimbalzo.

Sommer è stato battuto quando Karim Onisiwo è stato inviato da Lee Jae-sung e ha sparato sul pareggio al 73 ‘.

Ma il portiere ha realizzato il salvataggio della partita nei tempi di recupero, prima lanciando un colpo di testa di Onisiwo sulla traversa e poi salvando la palla sulla linea per salvare un punto per la sua squadra.

È stata una brutta giornata per il VfL Wolfsburg, che ha subito una sconfitta per 3-0 contro l’Augsburg rimanendo 13° con 31, tre punti dietro il Gladbach e in pericolo di retrocessione.

La Liga: Barca fino al secondo posto

Pedri ha portato il Barcellona al secondo posto nella Liga
Immagine:
Pedri ha portato il Barcellona al secondo posto nella Liga

La squadra rinnovata del Barcellona sotto la guida dell’allenatore Xavi Hernndez ha mantenuto il suo slancio e si è portata al secondo posto nel campionato spagnolo per la prima volta in questa stagione dopo aver battuto il Siviglia 1-0 in casa domenica.

Pedri ha sbloccato la situazione segnando un bellissimo gol al 72′ allo stadio Camp Nou per spostare il club catalano alle spalle del Siviglia.

Il Barcellona aveva per lo più il controllo, ma ha lottato per creare occasioni da gol significative. Il difensore veterano Gerard Pique ha quasi aperto le marcature con un colpo di testa che ha colpito la traversa al 69′, ma alla fine Pedri ha ottenuto il gol fingendo il suo tiro due volte fuori area prima di sparare in un rasoterra.

La partita è arrivata poche ore dopo che il club ha ratificato un accordo con Spotify per almeno 12 stagioni. L’accordo, annunciato inizialmente a marzo, è stato approvato con l’89% dei voti nell’assemblea generale di domenica.

La vittoria ha mantenuto vive le scarse speranze di titolo del Barcellona. Rimangono a 12 punti dalla capolista Real Madrid con una partita in mano.

Altrove, il Real Betis ha battuto l’Osasuna 4-1 per rimanere entro la portata del posto finale in Champions League, e l’Athletic Bilbao ha concluso una serie di due vittorie consecutive senza vittorie con una vittoria per 2-1 sull’Elche rimanendo all’ottavo posto, vicino ai posti europei. è stata la quarta sconfitta in cinque partite per Elche, che sono sei punti sopra la zona di lancio.

Il Valencia a metà classifica è stato trattenuto in casa dal Cadiz minacciato dalla retrocessione per 0-0, mentre il Rayo Vallecano, 10 uomini, è stato trattenuto a Granada 2-2 dopo aver subito un calcio di rigore a quattro minuti dal recupero.

Ligue 1: il Marsiglia torna al secondo posto

Marsiglia è tornato al secondo posto in Ligue 1 dopo essere arrivato da dietro e vincere 4-2 in casa Sant’Etienne con un lampo di rete nel secondo tempo di domenica.

Il Marsiglia, che è a nove punti dal Paris Saint-Germain prima che la capolista ospiterà il Lorient domenica, doveva originariamente giocare contro il St Etienne sabato, ma le forti nevicate hanno costretto il rinvio della partita.

Gli ospiti hanno iniziato brillantemente, ma hanno dovuto incolpare solo se stessi per essere andati in svantaggio, dopo che la scarsa difesa di Sead Kolasinac e un urlo del portiere Pau Lopez hanno regalato al St Etienne il loro vantaggio contro la corsa di gioco.

Il passaggio indietro di testa di Kolasinac è ​​stato indirizzato sulla traiettoria dell’attaccante del St Etienne Denis Bouanga, il cui tiro addomesticato da posizione ravvicinata ha trafitto le gambe di Lopez al nono minuto.

Il St Etienne sembrava in vantaggio nell’intervallo fino a quando Eliaquim Mangala ha abbattuto in area il Duje Caleta-Car del Marsiglia poco prima dell’intervallo e, dopo un controllo VAR e una visita al monitor a bordo campo, l’arbitro ha assegnato un pena.

Dimitri Payet, che è stato bersagliato da palle di neve dai tifosi di casa durante la presa d’angolo, si è fatto avanti e ha segnato con calma il dischetto al centro per il suo decimo gol stagionale in campionato.

Il Marsiglia ha portato il suo slancio nel secondo tempo ed è stato premiato all’ora quando Timothee Kolodziejczak, sbilanciato dal St Etienne, ha indirizzato male un passaggio nella propria rete per portare in vantaggio la squadra ospite.

Arnaud Norin del St Etienne ha poi atterrato Gerson per un secondo rigore del Marsiglia, che è stato trasformato al secondo tempo su richiesta da Bamba Dieng, prima che Amine Harit concludesse un ottimo break con un bel traguardo per il quarto.

Lucas Gourna-Douath ha segnato un secondo gol per il St Etienne all’86° minuto, ma era troppo tardi per una rimonta poiché gli ospiti hanno ottenuto la terza vittoria consecutiva in campionato lasciando il St Etienne al 18° posto con 27 punti, un punto dalla safety zone.

Leave a Comment