Il PSG ha licenziato Mauricio Pochettino? Ultimi reportage, aggiornamenti sullo stato dei contratti con il club della Ligue 1

Per anni, il PSG ha spinto per la gloria della Champions League sotto la proprietà sostenuta dal Qatar. Ancora incapace di mettere le mani sull’ambito trofeo europeo, il club potrebbe ancora una volta cercare di cambiare leadership in campo, sperando che cambi anche le loro fortune.

L’attuale allenatore Mauricio Pochettino, assunto solo la scorsa estate, è in via di uscita secondo una serie di rapporti negli ultimi mesi. Le chiacchiere sono iniziate anche prima che il PSG fosse eliminato dalla Champions League 2021/22 dai futuri campioni del Real Madrid, e ora sembra una conclusione scontata che Pochettino lascerà il club con la notizia di un accordo con un successore.

Tuttavia, fino a quando il PSG non conferma la sua partenza, l’argentino resta in carica nella capitale francese.

The Sporting News ti offre le ultime notizie e i rapporti sullo stato di lavoro di Mauricio Pochettino presso i campioni della Ligue 1.

ALTRO: Chi è stato segnalato che il nuovo manager del PSG prende di mira Christophe Galtier?

Il PSG ha licenziato Mauricio Pochettino?

Il corrispondente della Ligue 1 di ESPNFC, Julien Laurens, ha riferito il 15 giugno che Mauricio Pochettino lascerà il club, nonostante abbia vinto lo scudetto francese.

Il rapporto di Laurens è solo l’ultimo di una lunga serie di suggerimenti secondo cui il PSG alla fine si separerà da Pochettino. Tuttavia, l’argentino non scende senza combattere.

Secondo un rapporto della pubblicazione spagnola AS del 20 giugno, c’è disaccordo sul pacchetto di risarcimenti per Pochettino e il suo staff per lasciare il club.

Lo sbocco afferma che il contratto di Pochettino prevede una quota di fine rapporto di € 20 milioni (£ 17 milioni / $ 21,5 milioni) per la fine anticipata della relazione, ma il club sta tentando di ridurre quella cifra. Ovviamente, Pochettino insiste affinché il contratto venga onorato e il club si arrabbierà se vorrà fare un cambiamento.

Perché il PSG sostituisce Mauricio Pochettino?

Nonostante abbia vinto il titolo di Ligue 1 nel 2021/22, la prima stagione completa di Mauricio Pochettino al PSG è stata considerata un fallimento dal club, stimolando così un cambio al timone.

Il PSG punta più in alto rispetto alla vittoria del campionato francese, con apparentemente solo la gloria della Champions League sufficiente a saziare la proprietà e i fan del club. In effetti, gli ultras del club hanno protestato contro i risultati della stagione del Parc des Princes a 15 minuti dall’inizio della giornata in cui il club ha conquistato il titolo della Ligue 1, rifiutandosi di celebrare il traguardo con i giocatori.

Inoltre, anche i risultati nazionali non sono stati tutti all’altezza degli standard. Il club è stato scaricato dalla Coupe de France negli ottavi di finale dal Nizza ai calci di rigore.

Anche la discordia di giocatori e dirigenti è stata al centro delle lotte di Pochettino. Il rapporto ESPNFC indicava che due volte durante la stagione, Pochettino desiderava punire un giocatore per aver infranto le regole della squadra, ma è stato annullato da quelli in posizioni più alte.

Un rapporto ESPNFC del 20 giugno affermava anche che le forze in conflitto in cima alla gerarchia del club, tra cui l’ex direttore sportivo Leonardo, l’amministratore delegato Nasser Al-Kheaifi e il proprietario Sheikh Tamim bin Hamad Al Thani avevano tutte opinioni diverse su questioni o standard di soddisfazione diversi, che erano difficili da navigare per Pochettino.

Chi potrebbe sostituire Mauricio Pochettino al PSG?

Alcuni nomi sono stati collegati al lavoro manageriale del PSG una volta lasciato libero, ma uno sembra distinguersi dagli altri.

Sembra che l’allenatore dell’OGC Nice Christophe Galtier sarà il prossimo uomo in carica al PSG. La pubblicazione francese L’Equipe ha riferito il 20 giugno che il club era in trattative con Galtier per essere il prossimo allenatore del PSG e l’amministratore delegato Al-Khelaifi lo ha confermato il giorno successivo. Il 22 giugno è stato riferito che era in atto un accordo per l’acquisizione di Galtier.

“Abbiamo una rosa di allenatori. Siamo in trattative con il Nizza, questo non è un segreto”, ha detto Al-Khelaifi alla pubblicazione francese Le Parisien in un’intervista.

Molteplici rapporti negli ultimi giorni, anche dall’AS, hanno suggerito che la leggenda francese ed ex allenatore del Real Madrid Zinedine Zidane fosse in cima alla lista del PSG, ma che Zidane aveva espresso la preferenza di aspettare fino a dopo la Coppa del Mondo 2022 a causa del suo desiderio alla guida della nazionale francese. Se Didier Deschamps dovesse lasciare il posto in Francia dopo la Coppa del Mondo, di cui si dice dopo un periodo di 10 anni in carica, Zidane sarebbe un probabile candidato per sostituirlo.

Nell’intervista a Le Parisien, Al-Khelaifi ha dichiarato che il PSG non ha ancora negoziato con Zidane, suggerendo una comprensione del suo desiderio di allenare la nazionale francese.

Il rapporto ESPN affermava anche che l’allenatore del Siviglia Julen Lopetegui, il capo dello Sporting CP Ruben Amorim e l’allenatore del River Plate Marcelo Gallardo erano altri nomi esplorati dal PSG prima di approdare su Galtier.

Quale sarà il prossimo club che dirigerà Mauricio Pochettino?

Se la separazione con il PSG dovesse andare come previsto, Pochettino si propone come il primo allenatore nella lista di qualsiasi top club europeo a cambiare durante l’inverno.

Le leghe di tutto il mondo si romperanno a partire da novembre. 14 a dicembre 18 per la Coppa del Mondo FIFA 2022 e che potrebbe rivelarsi un’ottima opportunità per i giganti in difficoltà di optare per un sostituto manageriale.

Con i campionati che inizieranno ad agosto, ci saranno tre mesi di partite, inclusa l’intera fase a gironi delle competizioni europee continentali, per dirigenti e proprietari dei campionati più importanti per divertirsi facendo un cambiamento.

Pochettino ha servito come capo allenatore in Spagna con l’Espanyol (gennaio 2009 a novembre 2012) e in Inghilterra con Southampton (gennaio 2013 a giugno 2014) e Tottenham Hotspur (luglio 2014 a novembre 2019).

L’argentino è stato anche licenziato dal suo precedente lavoro agli Spurs dopo un mandato senza trofei al club. È passato più di un anno dopo che ha rilevato il suo prossimo club a metà stagione quando ha assunto le redini del PSG nel gennaio 2021.

Mentre ha guidato il PSG alla Coupe de France in quella prima metà della stagione, non è stato all’altezza nelle altre due competizioni, finendo un punto dietro il LOSC Lille per il titolo francese e perdendo contro il Manchester City nelle semifinali di UEFA Champions League. Alla fine è arrivato con il titolo della Ligue 1 nella sua prima stagione completa (2021/22), ma le altre tre coppe gli sono sfuggite, inclusa l’importantissima Champions League.

Leave a Comment