Il Werder Brema è stato promosso di nuovo in Bundesliga con la vittoria nell’ultima giornata sul Regensburg

Il Werder Brema ha ottenuto una vittoria per 2-0 in casa contro Jahn Regensburg nell’ultima giornata della stagione di Bundesliga 2 assicurandosi il ritorno immediato nella massima serie Schalke, mentre l’Amburgo si è affiancato da dietro per portare Darmstadt al terzo posto e una possibilità in lo spareggio promozione/retrocessione contro l’Hertha Berlino.

Werder Brema – Jahn Ratisbona 2-0
Gol: 1-0 Füllkrug 10′ (assist: Ducksch), 2-0 Ducksch (51′)

Il Brema è arrivato all’ultima giornata sapendo che un punto avrebbe garantito il loro ritorno immediato in Bundesliga, ma quella vittoria potrebbe vederli incoronati campioni della Bundesliga 2. Hanno corso fuori dai blocchi e avevano la palla in rete in sette minuti quando Mitchell Weiser è stato infilato in dentro, ma la bandierina del fuorigioco ha interrotto i primi festeggiamenti a una capacità wohninvest Weserstadion. La delusione è durata solo tre minuti, tuttavia, fino a quando Marvin Ducksch ha buttato la palla sulla traiettoria del compagno d’attacco Niclas Füllkrug, e ha seppellito l’interno del palo da 18 yard. Con la capolista Schalke in testa, il primo posto sarebbe fuori portata ma la promozione è assicurata. Il Werder ha cercato di mantenere la calma e la calma, concedendo la palla a Ratisbona ma tenendola a debita distanza e senza possibilità chiare.

Gli ospiti hanno subito due occasioni dopo la ripartenza dagli angoli, ma Nicklas Shipnoski vede il suo tiro bloccato e Carlo Boukhalfa di testa. Ancora una volta, il Werder ha segnato con la prima occasione del primo tempo. Romano Schmid ha mostrato la forza di trasformare il suo uomo in area e forzare una parata dal portiere di terza scelta Alexander Weidinger, ma è stato solo Ducksch a battere a porta a porta vuota. Leonardo Bittencourt ha colpito il palo in ritardo, ma non ha colpito gli spiriti di Damen all’interno del Westerstadion. Il fischio a tempo pieno poco dopo ha suscitato giubilo quando il club si è ripreso dalla retrocessione della scorsa stagione alla prima richiesta, unendosi ai vincitori di divisione dello Schalke in Bundesliga per il 2022/23.

Statistiche della partita

  • Ducksch ha portato il suo totale per la campagna a 21 e Füllkrug a 19, il che significa che hanno segnato 40 dei 65 gol del Brema.
  • La coppia ha anche combinato per 10 gol.
  • Aggiungi nove assist e Ducksch chiude la stagione con 30 gol in 33 presenze. Solo Simon Terodde ha messo mano a più gol con 34.
  • Il gol di Füllkrug è stato il suo quinto da fuori area, primato in campionato insieme a Ducksch.
  • Il Werder si è ripreso anche nell’unica stagione precedente in Bundesliga 2 (1980/81).
  • Ole Werner ha guadagnato 43 punti nelle sue 19 partite alla guida del Brema (2,3 a partita).

Squadre

Brema: Pavlenka – Veljkovic, Toprak (c), Friedl – Weiser (Agu 90′), Groß (Gruev 90′), Jung – Bittencourt (Rapp 79′), Schmid (Schmidt 56′) – Füllkrug, Ducksch
Sottotitoli non utilizzati: Zetterer, Assale, Mai, Woltemade, Dinkci
Fuori: –
Allenatore
: Ole Werner

Ratisbona: Weidinger – Saller (Otto 85′), Breitkreuz, Elvedi, Wekesser – Beste (Makridis 68′), Gimber (c), Besuschkow (Faber 85′), Shipnoski (Yildirim 68′) – Boukhalfa (Zwarts 75′), Albers
Sottotitoli non utilizzati: Kunz, Kennedy, Nachreiner, Caliskaner
Fuori: Guwara (bussare), Meyer (ginocchio), Singh (osso pubico)
Allenatore: Mersad Selimbegovic

Riassunto della 34^ giornata

Norimberga-Schalke 1-2
Gol: 0-1 Zalazar (16′), 1-1 Schleimer (86′) 1-2 Terodde (88′)

Con due punti di vantaggio e con un vantaggio per differenza reti abbastanza consistente sul Werder, lo Schalke è andato all’ultima giornata sapendo che un punto a Norimberga con ogni probabilità sarebbe stato sufficiente per sigillare il titolo di seconda divisione. E i Royal Blues si sono messi sulla buona strada per alzare il trofeo in modo sorprendente quando Rodrigo Zalazar ha lanciato un pallonetto dal portiere di Norimberga Carl Klaus dalla propria metà campo. Non solo è stato un ingresso in ritardo per il premio Goal of the Season – uno che sicuramente non sarà battuto – ma il gol meraviglioso di Zalazar era anche pienamente meritevole di segnare uno scudetto. Lukas Schleimer ha minacciato di rovinare il divertimento per lo Schalke, ma il capocannoniere Simon Terodde ha risposto rapidamente per garantire la vittoria e il titolo.

Guadare: Lo Schalke ha incoronato campione della Bundesliga 2 con la vittoria a Norimberga

Hansa Rostock-Amburgo 2-3
Gol: 1-0 Neidhardt (13′), 1-1 Glatzel (50′), 1-2 Schonlau (75′), 1-3 Kaufmann (85′), 2-3 Fröde (90’+1)

L’Amburgo affronterà l’Hertha negli spareggi promozione/retrocessione dopo aver battuto in rimonta l’Hansa Rostock 3-2. L’HSV è andato 1-0 su un gol in anticipo di Nico Neidhart e, con Darmstadt che ha battuto Paderborn, è scivolato al quarto posto in classifica. Tuttavia, una reazione nel secondo tempo ha salvato la loro pancetta. I gol di Robert Glatzel e Sebastian Schonlau li hanno riportati al terzo posto, prima che Mikkel Kaufmann chiudesse l’accordo. Il gol nel finale di Lukas Fröde era solo accademico per l’Hansa a metà classifica.

Guadare: HSV strappa il terzo posto a Rostock

Darmstadt-Paderborn 3-0
Gol: 1-0 Skarke (2′), 2-0 Pfeiffer (25′), 3-0 Pfeiffer (38′)
cartellino rosso: Cuni (79′)

Darmstadt ha fatto un lavoro leggero con Paderborn, ma ha perso un posto negli spareggi a causa dei risultati altrove. Le cose stavano andando bene per i Lilies che hanno corso in vantaggio per 3-0 grazie a Tim Skarke e una doppietta di Luca Pfeiffer. Con la vittoria del Brema e la sconfitta dell’Amburgo a Rostock, erano terzi nel tavolo dal vivo. Tuttavia, la rimonta dell’HSV nel secondo tempo ha fatto sì che i valorosi sforzi di Darmstadt fossero vani. Finiscono quarti, a causa della loro differenza reti inferiore. Paderborn, che aveva espulso Marvin Cuni, chiude la campagna al settimo posto.

st. Pauli 2-0 Fortuna Dusseldorf
Gol: 1-0 Hartel (65′), 2-0 Dzwigala (83′)

In teoria, Pauli aveva ancora una possibilità di promozione, iniziando la giornata con tre punti di svantaggio da Darmstadt e Amburgo. Ma la loro differenza reti era in qualche modo inferiore rispetto alle due squadre sopra di loro, quindi ci sarebbe voluto qualcosa di drammatico per quella tedesca Kult Klub per giocare a calcio nella massima serie la prossima stagione. Un primo tempo a reti inviolate, abbinato all’esordio di Darmstadt contro il Paderborn, ha fatto sì che le deboli speranze dell’ultima giornata di Pauli non fossero altro che questo. Pauli alla fine ha preso tutti e tre i punti, però, quando Marcel Hartel ha prima colpito la palla nell’angolo in alto dal limite dell’area della Fortuna e poi Adam Dzwigala ha sigillato la vittoria nel finale. Ha anche posto fine all’imbattibilità iniziale di 11 partite di Daniel Thioune alla guida del Düsseldorf .

Hannover-Ingolstadt 3-2
Gol: 1-0 Heinloth e (6′), 1-1 Sulejmani (12′), 2-1 Maina (56′), 3-1 Maina (74′), 3-2 Biglia (76′)

I padroni di casa hanno impiegato solo sei minuti per passare in vantaggio contro i loro ospiti già retrocessi, con Ingolstadt che ha subito gol in un modo che si addice a quella che è stata una campagna deludente poiché Michael Heinloth ha potuto solo sbattere nella propria rete. Ma l’Ingolstadt è stato presto in parità quando Valmir Sulejmani ha pareggiato sei minuti dopo con il secondo gol stagionale dell’attaccante kosovaro. Linton Maina, diretto al Colonia, ha ripristinato il vantaggio della squadra di casa all’inizio del secondo tempo e subito dopo ha portato a casa il 3-1 con la sua seconda partita. L’Ingolstadt è tornato all’interno di uno dei padroni di casa solo due minuti dopo quando Filip Bilbija ha trovato il fondo della rete ma l’Hannover ha tenuto duro.

Sandhausen-Holstein Kiel 3-1
Gol: 1-0 Dumico (9′), 2-0 Bachmann (13′), 3-0 Kinsombi (35′), 3-1 Skrzybski (54′)

Una superba prestazione nel primo tempo ha portato a tutti e tre i punti per Sandhausen contro Kiel. Prima Tom Trybull, poi Janik Bachmann e Dario Dumic hanno preso parte a una partita privata di head tennis prima che quest’ultimo sparasse a casa dopo 10 minuti. Bachmann usa poi la testa per cenno a casa sul primo palo da calcio d’angolo e Christian Kinsombi realizza subito il 3-0 grazie all’opera di Erik Zenga che reclama palla al limite della propria area di rigore prima di liberare Kinsombi con un lungo rastrellante sfera. L’eccellente tiro al volo di Steven Skrzybski ne ha respinto uno nell’intervallo, ma alla fine non è stato altro che una consolazione.

Dynamo Dresda – Erzgebirge Aue 0-1
Gol: 0-1 Kuhn (53′)

Mentre Aue giocherà sicuramente a calcio di terza divisione la prossima stagione, la Dynamo ha ancora la possibilità di mantenere lo status di Bundesliga 2. Affronteranno il Kaiserslautern, terzo in classifica, del terzo livello nei playoff promozione/retrocessione, quindi la visita di Aue ha dato loro la possibilità di rimettersi in forma prima di quella doppia resa dei conti. È stato Aue, tuttavia, a strappare il primo sangue grazie al colpo sul palo di Nicolas Kühn all’8′ del secondo periodo. Sarebbe sufficiente per Aue ritirarsi dalla Bundesliga 2 con solo la sesta vittoria della stagione. Per quanto riguarda la Dynamo, ora si concentreranno di nuovo prima di mettere in gioco il loro futuro in seconda divisione negli spareggi.

Heidenheim-Karlsruhe 2-0
Gol: 1-0 Sessa (38′), 2-0 Sessa (42′)

Con l’Heidenheim garantito per un traguardo nella metà superiore e la sicurezza di Karlsruhe ben assicurata, entrambe le squadre sono entrate nell’ultima giornata con alcune preoccupazioni. I padroni di casa hanno avuto ancora meno preoccupazioni quando, sette minuti prima dell’intervallo, Kevin Sessa ha girato dal limite dell’area piccola e ha sparato a casa il suo primo gol stagionale. Entro quattro minuti dal suo primo, Sessa ha avuto un secondo per la campagna per mandare Heidenheim in pausa con due gol di vantaggio. Sessa è diventato il fornitore di Tim Kleindienst per aggirare il portiere e toccare a porta vuota, ma il tiro del 26enne è stato cancellato per fuorigioco.

Leave a Comment