Inter contro Il Milan lotta per il titolo di Serie A in Italia: calendario, run-in e quote scommesse in corsa scudetto

Mentre le gare per il titolo di Bundesliga (Bayern Monaco), La Liga (Real Madrid) e Ligue 1 (PSG) sono tutte concluse mentre la stagione europea si allunga fino all’ultimo mese, la battaglia per lo scudetto infuria nella massima serie italiana.

Le acerrime rivali Milan e Internazionale sono in lotta fino alla fine, con lo scudetto in palio. Le squadre continuano a scambiarsi posizioni apparentemente ad ogni turno, e ai fan di entrambe le parti sono stati lasciati momenti trionfanti da salvare e momenti amari da dimenticare.

Con due partite rimanenti, AC Milan (1°, 83 punti) si siedono in cima al tavolo con due punti di vantaggio. Inter (2°, 81 punti) sono subito dietro, dopo aver perso un vantaggio dopo la deludente sconfitta contro il Bologna a inizio maggio. Con una sola partita rimasta nella stagione, tutto si riduce al fine settimana finale.

Sporting News ti offre uno sguardo alla classifica attuale, cosa ha fatto ogni squadra l’ultima volta e come sarà il run-in della stagione per entrambi i club.

ALTRO: Aggiornate classifiche di Serie A, Champions League e battaglie europee

Classifica e classifica Serie A

Mentre l’Inter aveva il controllo al vertice, una sconfitta contro il Bologna il 27 aprile ha dato il sopravvento al Milan.

Entrambe le squadre sono testa a testa, con Napoli e Juventus ancora matematicamente all’inseguimento ma non realisticamente un fattore. Entrambe le squadre avrebbero bisogno di perdere più partite lungo il tratto per pregare anche le due squadre successive.

Pos. Squadra Pt GP w D l GF GA GD
1 Milano 83 37 25 8 4 66 31 +35
2 Inter 81 37 24 9 4 81 32 +49
3 Napoli 76 37 23 7 7 71 31 +40
4 Juve 69 36 20 9 7 55 33 +22

ALTRO: Programma completo della serie A in arrivo per le prossime settimane

Run-in di Inter e Milan

Analizzando le ultime tre partite di campionato, l’Inter ha la lista di gran lunga più facile. Le restanti avversarie dell’Inter sono tutte nella metà inferiore della classifica, mentre le restanti quattro avversarie del Milan sono tutte nella metà superiore della classifica.

Bisogna però tenere presente che, oltre alle restanti partite di Serie A, l’Inter ha da disputare anche la finale di Coppa Italia, in programma mercoledì 11 maggio contro la Juventus.

Le partite dell’Inter

Data Partita Ora (ET) Avversari
Posizione
Dom, 22 maggio Inter contro Sampdoria TBD 16

Le partite del Milan

Data Partita Ora (ET) Avversari
Posizione
Dom, 22 maggio Sassuolo vs. AC Milan TBD 11°

Probabilità di vincere il titolo di Serie A

A una partita dalla fine, alcuni libri di sport hanno chiuso le scommesse, ma altri hanno ancora l’opzione elencata con quote fortemente distorte a favore del Milan.

Squadra Stati Uniti d’America
(DraftKings)
Canada
(Interazione sportiva)
Inter Milan +600
AC Milan -1000
Napoli
Juve

I gol di Inter e Milan

Cagliari-Inter 1-3 (15 maggio)

Mentre il Milan è rimasto a debita distanza, l’Inter è rimasta a distanza ravvicinata: una doppietta di Lautaro Martinez ha portato gli ospiti alla vittoria a Cagliari.

Milan-Atalanta 2-0 (15 maggio)

La capolista ha tenuto fuori dal referto una pericolosa squadra dell’Atalanta e due gol di Rafael Leao e Theo Hernandez hanno fornito l’attacco. Particolarmente delizioso il gol di Hernandez che si è lanciato nel cuore del centrocampo dell’Atalanta per raccogliere il secondo gol della squadra a 15 minuti dal traguardo. La vittoria ha mantenuto il Milan in testa alla classifica a una partita dalla fine.

Hellas Verona-Milan 1-3 (8 maggio)

Spettacolari Sandro Tonali e Rafael Leao, il primo che ha messo a segno una doppietta e il secondo ha assistito entrambi. Il Milan è rimasto in svantaggio per un breve periodo quando i padroni di casa sono passati in vantaggio, ma il primo tempo di Tonali è arrivato nel primo tempo di recupero a pareggiare il punteggio, e il suo secondo appena quattro minuti dopo la ripresa ha portato l’AC Milan in qualifica.

Inter-Empoli 4-2 (6 maggio)

L’Inter perde 2-0 all’inizio, ma finisce per strappare ben 37 tiri ai quattro dell’Empoli, scappando via con la partita nel secondo tempo. Lautaro Martinez ha messo a segno una doppietta e Alexis Sanchez ha messo via la partita nei tempi di recupero.

Udinese-Inter 1-2 (1 maggio)

Ancora una volta è Ivan Perisic a portare in vantaggio l’Inter, questa volta dopo appena 12 minuti, e Lautaro Martinez nel primo tempo raddoppia il vantaggio portando i nerazzurri in posizione di comando, l’attaccante dopo che il rigore era rientrato dal palo.

Ignacio Pussetto ha assicurato un finale nervoso per gli ospiti, ma per l’Udinese non c’è stata alcuna rimonta, perché l’Inter ha fatto in modo che il distacco in vetta non aumentasse.

Una delusione è arrivata negli ultimi istanti quando l’Inter Nicolò Barella è uscito zoppicando per un infortunio al ginocchio che ha destato qualche preoccupazione in panchina.

Milan-Fiorentina 1-0 (1 maggio)

Il Milan aveva precedentemente messo sotto pressione i rivali cittadini dopo aver lottato per la vittoria sulla Fiorentina a San Siro.

Solo quattro dei 21 tiri della partita sono andati in porta, anche se ciò non include uno spettacolare primo gol di Theo Hernandez annullato a causa di un precedente fuorigioco di Junior Messias.

Il Milan è in debito con il portiere Mike Maignan, che ha realizzato una straordinaria parata per tenere fuori il colpo di testa di Arthur Cabral a circa 14 minuti dalla fine. Si è rivelato un momento di brillantezza tempestivo poiché, appena otto minuti dopo, Rafael Leao si è lanciato su un passaggio errato di Pietro Terracciano per assicurarsi una preziosa vittoria.

Bologna – Inter 2-1 (27 aprile)

Un finale selvaggio e stravagante di questa partita ha visto l’Inter sprecare la partita e concedere il vantaggio in cima alla classifica ai rivali dell’AC Milan.

Ivan Perisic ha segnato appena tre minuti dall’inizio della partita portando l’Inter in vantaggio, ma da quel momento in poi ha faticato sotto porta. L’Inter ha sbagliato tre grandi occasioni nella partita, non riuscendo a trovare la via di nuovo attraverso il Bologna. I padroni di casa, nel frattempo, sono stati tenaci e, mentre hanno realizzato solo cinque tiri totali nella partita, due di loro hanno trovato il fondo della rete.

Il secondo gol del Bologna sarà ricordato a lungo come un incubo dell’Inter. Una rimessa laterale di Perisic sulla fascia sinistra è tornata al portiere dell’Inter Andrei Radu, che ha sostituito l’infortunato titolare Samir Handanovic. Senza alcuna pressione, Radu annusò completamente il suo calcio e si ridusse a guardare la palla rotolare fatalmente verso la rete. Nicola Sansone, che da bambino ha ammesso di essere stato un tifoso milanista, era lì per mettere la palla in fondo alla rete e confermare il destino dell’Inter.

Un urlo dei portieri che alla fine potrebbe costare il titolo all’Inter.

Sansone ha scherzato dopo la partita che sperava che il Milan gli concedesse un prestito la prossima stagione come ringraziamento per averli aiutati a spingerli verso il titolo di Serie A.

Lazio-Milan 1-2 (24 aprile)

Mentre l’Inter è caduta in ritardo nell’ultima partita, il Milan ha fatto esattamente il contrario. Ciro Immobile ha portato la Lazio sull’1-0 al quarto minuto su cross di Sergej Milinkovic-Savic, mettendo in difficoltà il Milan all’inizio.

I rossoneri non sarebbero comunque turbati. Olivier Giroud ha trovato il pareggio pochi minuti dopo l’intervallo e da lì hanno riversato la pressione. Zlatan Ibrahimovic è uscito dalla panchina in ritardo e sapevi che sarebbe stato influente, afferrando l’assist sull’impressionante vincitore al 92′ di Sandro Tonali.

Leave a Comment