La classifica della Premier League 2022/2023 prevedeva un grande miglioramento del Newcastle United

Non è passato molto tempo dalla conclusione della stagione 2022/2023, una stagione in cui il Newcastle United è passato da quasi certa retrocessione a un comodo 11° posto. La nomina di Eddie Howe come allenatore e una finestra di gennaio di quasi 90 milioni di sterline hanno fatto più della loro giusta quota per aiutare i Magpies, che hanno raccolto il quarto maggior numero di punti in campionato durante il secondo tempo della campagna.

Quest’estate sarà molto impegnativa al St James’ Park in termini di entrate e uscite, poiché i responsabili cercheranno di rafforzare la rosa con talenti di livello europeo. Una combinazione di una seconda metà di stagione così forte e l’inevitabile estate ricca di soldi ha il Newcastle come la scelta di molte persone per migliorare di più la prossima stagione – e gli allibratori sembrano essere d’accordo con la maggioranza, citando i ragazzi di Howe come i più grandi saltatori in le loro quote definitive sulla Premier League.

Ecco la tabella della Premier League 2022/2023 prevista in base a quelle quote.

LEGGI DI PIÙ: “Un acquisto migliore di Bruno Guimaraes” – Paul Merson elogia l’impatto di Dan Burn sul Newcastle United

1. Manchester City (4/7 per vincere)

Non sorprende, dato l’aspetto dominante della scorsa stagione e i rinforzi dovuti durante l’estate. Ha portato il Liverpool al titolo la scorsa stagione ed è stato un attaccante basso di una squadra perfetta.

Bene, ora hanno probabilmente il miglior numero nove al mondo in Erling Haaland e non hanno evidenti punti deboli, il che li rende probabili per vincere cinque titoli in sei stagioni.

2. Liverpool (9/4 per vincere)

I Reds sono l’unica squadra che si è avvicinata al City nelle ultime stagioni e ha messo insieme un’imbattibilità da 19 partite per portarla all’ultima giornata.

Sembra probabile che si rafforzi con l’arrivo di Darwin Nunez a 26 gol quest’estate, ma potrebbe perdere Sadio Mane contro il Bayern Monaco.

3. Chelsea (14/1 per vincere)

Il divario tra il Chelsea e le prime due dice tutto, dato che la squadra di Thomas Tuchel ha chiuso la scorsa stagione a 19 punti dai campioni.

L’acquisizione di Todd Boehly potrebbe fornire un enorme sostegno finanziario, ma l’acquisto di 97,5 milioni di sterline della scorsa stagione da Romelu Lukaku potrebbe essere già in via di uscita.

4. Tottenham (16/1 per vincere)

Ha accumulato otto vittorie su 11 per portare un balbuziente Arsenal al quarto posto e sembrava solido sotto Antonio Conte, anche se il calcio della Champions League potrebbe rivelarsi un ostacolo.

I progressi dipendono dagli investimenti estivi, con Conte più che in grado di costruire una squadra d’élite se sostenuto.

5. Manchester United (25/1 a vincere)

La peggiore stagione nella storia della Premier League del club ha visto il Manchester United finire sesto con 16 vittorie e 58 punti, 35 contro i rivali cittadini.

Erik Ten Hag spera di ringiovanire la squadra e sarà sostenuto nel mercato per farlo, ma scaricare giocatori come Paul Pogba potrebbe avere un effetto positivo.

6. Arsenal (50/1 per vincere, 2/1 primi quattro)

Avrebbe dovuto assicurarsi la Champions League la scorsa stagione dalla posizione in cui si trovavano, ma le sconfitte consecutive contro Spurs e Newcastle hanno infranto ogni speranza.

Ancora una squadra giovane, eccitante e in miglioramento con un buon allenatore. Un attaccante di livello mondiale potrebbe elevarli più in alto del previsto.

7. Newcastle United (66/1 per vincere, 15/2 primi quattro)

I più grandi saltatori del lotto per ovvi motivi. Ha raccolto il quarto maggior numero di punti in campionato tra il 1 febbraio e l’ultima giornata ed è migliorato esponenzialmente sotto Eddie Howe.

Sostenuto per spendere molto nella finestra estiva mentre il club cerca di portare talenti a livello di Champions League come Sven Botman e Victor Osimhen.

8. West Ham (11/1 primi quattro)

Ha continuato a superare il proprio peso la scorsa stagione, ma ha lottato per far fronte alle ulteriori richieste del calcio europeo.

Dovrà rafforzarsi durante l’estate, ma non ha il peso finanziario di nessuno di quelli sopra.

9. Aston Villa (14/1 primi quattro)

Ha mostrato incantesimi di miglioramento sotto Steven Gerrard, ma non ha mai trovato la consistenza per fare una vera scalata in classifica.

Ha firmato presto in Phillipe Coutinho, Boubacar Kamara e Diego Carlos e finanziariamente in grado di aggiungere ulteriori.

10. Leicester City (primi quattro 14/1)

Non è riuscito a trovare alcuna consistenza la scorsa stagione ed è stato distratto per la maggior parte dal calcio infrasettimanale dell’Europa Conference League.

Senza dubbio recluterà alcuni talenti promettenti durante l’estate vendendo un giocatore chiave – vale a dire Youri Tielemans – come fa Foxes.

11. Brighton (20/1 primi quattro, 9/1 da retrocedere)

Il reclutamento intelligente e un manager di prim’ordine hanno spinto i Seagulls a un relativo comfort in Premier League.

Potrebbe perdere Yves Bissouma, ma senza dubbio avrà già una formazione sostitutiva e aggiungerà altri acquisti scaltri.

12. Crystal Palace (33/1 primi quattro, 11/2 da retrocedere)

Finì 12° e giocò un calcio brillante in quella che doveva essere una stagione di transizione sotto Patrick Viera.

Ha portato un entusiasmante talento nel campionato la scorsa estate e sarebbe propenso a fare di nuovo lo stesso.

13. Lupi (33/1 primi quattro, 5/1 retrocessi)

Ha vinto uno degli ultimi nove ed è sceso al decimo posto alla fine della scorsa stagione, ma è stato solido durante i primi due terzi della stagione e ad un certo punto ha spinto per l’Europa.

Probabilmente perdere Ruben Neves in estate, il che sarebbe un duro colpo.

14. Everton (33/1 primi quattro, 9/2 da retrocedere)

La scorsa stagione erano in serio pericolo di cadere, ma sono riusciti a vincere tre delle ultime sei per staccarsi.

Frank Lampard non ha rivoluzionato la squadra ma li ha tenuti al sicuro. Richarlison e Dominic Calvert-Lewin potrebbero andarsene entrambi ma i fondi verranno utilizzati per reinvestire.

15. Southampton (3/1 da retrocedere)

Quasi sempre metti insieme una buona corsa di metà stagione per assicurarti la sicurezza prima di sgretolarsi e flirtare con il drop. Ha vinto una delle ultime 13 e ha terminato la 15a ultima campagna.

Manca il potere finanziario della maggior parte delle squadre di alto livello ed è improbabile che reclutano grandi in estate.

16. Leeds United (5/2 retrocessi)

Aveva bisogno di una vittoria nell’ultima giornata insieme alla sconfitta di Burnley per sopravvivere la scorsa stagione, ma ci è riuscita con una litania di infortuni chiave e il licenziamento di Marcelo Bielsa.

£ 35 milioni già spesi per Brenden Aaronson e Rasmus Kristensen mentre il club cerca di portare a termine gli affari in anticipo e imparare dagli errori quasi fatali dell’anno scorso.

17. Brentford (5/2 retrocesso)

Ha avuto una brillante stagione d’esordio in Premier League, comprese le vittorie contro Arsenal, Chelsea e West Ham, finendo al 13° posto.

Può lottare con la temuta sindrome della seconda stagione e perdere Christian Eriksen, ma recluta in modo intelligente con un budget limitato.

18. Fulham (6/5 da retrocedere)

Ha vinto il campionato con 90 punti ed è stato dilagante nel farlo, ma ha lottato per fare il salto in Premier League l’ultima volta e vorrà evitare di diventare un club yo-yo.

Il fatto che Aleksandar Mitrovic possa avvicinarsi ai 43 gol della scorsa stagione giocherà un ruolo enorme: aspettati che gli arrivi siano più presi in considerazione rispetto agli anni precedenti.

19. Nottingham Forest (8/11 da retrocedere)

È tornato nella massima serie per la prima volta in 23 anni dopo aver battuto l’Huddersfield Town nella finale dei playoff.

Avere un grande manager in Steve Cooper, ma sembra che abbia perso il prestatario Djed Spence e sembra probabile che perderà anche Brennan Johnson.

20. Bournemouth (8/13 da retrocedere)

Finito due punti dietro il Fulham nel campionato la scorsa stagione, ma semplicemente non ha il budget o la statura per competere.

Domande sul livello di Scott Parker come allenatore della Premier League, ma sia lui che i fan di Cherries sperano di dimostrare che gli allibratori sbagliati.

.

Leave a Comment