Le battaglie per la retrocessione che decideranno le sorti di Leeds, Burnley ed Everton

La battaglia per la retrocessione della Premier League entra nella sua ultima quindicina di giorni con tre squadre che si schiantano disperatamente per evitare quella che sarebbe una caduta punitiva nel campionato.

Per Burnley, la retrocessione potrebbe significare un disastro finanziario. Sarebbero costretti a ripagare una grossa fetta di un debito di 65 milioni di sterline garantito contro il club quando i loro proprietari acquisirono il controllo.

Per il Leeds United, il calo avrebbe probabilmente innescato una svendita di fuoriclasse come Kalvin Phillips, che l’estate scorsa ha rifiutato mosse di grande valore, Patrick Bamford e Raphiha a un ritmo che non si vedeva dall’ultima volta che sono crollati nel campionato nel 2004.

E mentre l’Everton forse eviterebbe le profondità della palude che potenzialmente aspettano i loro due rivali per la retrocessione, entrare nel campionato di certo non aiuterebbe lo sviluppo del loro nuovo stadio, né ispirerebbe molta fiducia nel regime di Frank Lampard.

Di più da Calcio

L’Everton è stato, tuttavia, il beneficiario delle ultime partite del round, poiché domenica ha battuto il Leicester 2-1 per risalire dagli ultimi tre.

Sono state tre stagioni da dimenticare per tutte le squadre, indipendentemente da dove finiscono in classifica. Qui, io Dà un’occhiata a ciò di cui ogni squadra ha bisogno per sopravvivere al temuto calo…

Lotta per la retrocessione della Premier League

  • 15 Southampton – Ha giocato 36, 40 punti, -20 GD
  • 16 Everton – Ha giocato 34, 35 punti, -19 GD
  • 17 Burnley – Ha giocato 35, 34 punti, -17 GD
  • 18 Leeds – Ha giocato 35, 34 punti, -35 GD

Burnley

Il mini-revival dei Clarets sotto Mike Jackson si è concluso con la sconfitta di sabato contro l’Aston Villa, ma i 10 punti raccolti in 14 giorni ad aprile hanno dato a Burnley una possibilità molto credibile di rimanere nella massima serie.

La lotta è iniziata con quel grintoso pareggio al West Ham, prima delle vittorie su Southampton, Wolves e Watford. Sorprendentemente, è stato sia più bello che più efficace che il marchio di calcio Sean Dyche di Turf Moor sia stato abbellito per anni prima del licenziamento dell’allenatore.

“Se avessi intenzione di coinvolgere qualsiasi gruppo in questo [situation] sarebbero loro”, ha detto Jackson dopo la sconfitta contro Villa. “L’ho detto prima della partita di Watford e i miei pensieri non sono cambiati”.

Wout Weghorst, Jay Rodriguez e Maxwel Cornet hanno guidato il revival. La sicurezza è ora nelle mani di Burnley e sperano di assicurarsi almeno tre punti nelle restanti tre partite.

Burnley ha dato alle sue possibilità una spinta onnipotente, ma la loro recente buona forma è giunta al termine? (Foto: Getty)

Burnley ha già affrontato Tottenham e Newcastle in campionato e Coppa EFL già in questa stagione, il vincitore di Ben Mee nell’1-0 sugli Spurs è arrivato proprio quando ne avevano più bisogno in questa retrocessione.

Tuttavia, potrebbe benissimo dipendere dall’incontro dell’ultima giornata con il Newcastle e l’ex attaccante Chris Wood, che è stato venduto al neo coniato Toon per £ 25 milioni, una mossa che molti consideravano sia stata l’acquisizione dell’attaccante che la privazione del loro rivali dei suoi servizi.

Burnley rimanenti partite

  • Tottenham (a) – 15 maggio
  • Aston Villa (a) – 19 maggio
  • Newcastle (h) – 22 maggio

Conduce

Si possono indicare gravi infortuni, mancanza di investimenti in estate e un fermo rifiuto di giocare qualsiasi cosa tranne Bielsa Ball fino al licenziamento dell’argentino come ragioni della scomparsa di Leads United in questa stagione.

Ma tutto si riduce a una cosa: il Leeds, a differenza della scorsa legislatura, ha a malapena rappresentato una minaccia per le difese dell’opposizione nel 2021-22.

Le statistiche rendono triste la lettura. Il Leeds ha battuto solo tre squadre della prima metà per tutta la stagione – West Ham, Wolves e Crystal Palace – ed è stato duramente colpito dai tradizionali Big Six: un totale di 40 gol subiti contro i due club del Manchester, Tottenham, Arsenal, Liverpool e Chelsea. Oh, e devono ancora affrontare il Chelsea per l’ultima volta mercoledì. La differenza reti di -35 è effettivamente un punto perso e potrebbe minacciare la sopravvivenza del Leeds, con la corrente di Burnley che fluttua su -17.

Il boss del Leeds Jesse Marsch ha messo insieme una serie di cinque vittorie consecutive tra metà marzo e metà aprile, ma è arrivata nel momento esatto in cui Burnley ha innescato il loro risveglio e anche l’Everton ha raccolto punti questa primavera.

Le possibilità di retrocessione del Leeds United sono aumentate negli ultimi giorni dopo le sconfitte contro Man City e Arsenal (Foto: Reuters)

I White sperano di avere Bamford in forma per le ultime due partite della stagione, contro Brighton e Brentford, ma Luke Ayling è ora squalificato per queste restanti partite dopo il suo cartellino rosso all’Emirates.

Né il Brighton né il Brentford hanno altro per cui giocare oltre alla posizione in campionato, ed entrambi si sono assicurati il ​​pareggio con il Leeds all’inizio della stagione. Ma i singoli punti potrebbero non essere sufficienti per la squadra di Marsch ora. Se ci si aspetta che Burnley vinca almeno un’ultima partita, il Leeds ha realisticamente bisogno di quattro punti per evitare la possibilità di essere retrocesso per differenza reti.

Leeds rimanenti partite

  • Chelsea (h) – 11 maggio
  • Brighton (h) – 15 maggio
  • Brentford (a) – 22 maggio

Everton

Se l’Everton resta in piedi per combattere un altro giorno, è difficile vedere come Frank Lampard mantenga il suo lavoro. L’ex manager del Chelsea è stato arruolato per risolvere il pasticcio lasciato da Rafa Benitez, ma ha lottato per cambiare le cose a Goodison Park.

L’Everton è stato a volte triste in questa stagione, ma la loro recente risposta alla minaccia di retrocessione è arrivata sotto forma di un’onnipotente lotta tra cani per sfuggire alla loro situazione. Le recenti vittorie su Manchester United e Chelsea non erano previste, ma sono state comunque accolte con gratitudine nel Merseyside.

Richarlison è tornato al suo miglior punteggio quando la squadra ha più bisogno di lui – e all’improvviso c’è uno spirito nei ranghi dei Toffees.

La vittoria dell’Everton sul Leicester domenica significa non solo che ora si trovano un punto in più rispetto alla sicurezza, ma hanno anche una partita in mano contro Burnley e Leeds. Gli uomini di Lampard probabilmente avranno anche le partite “più facili”, con il Watford già retrocesso in programma mercoledì prossimo.

Vinci quello e assicurati tre punti in casa contro il Brentford o il Crystal Palace e l’Everton potrebbe persino garantire un’altra stagione nella massima serie prima dell’ultimo fine settimana della campagna.

Rimangono le partite dell’Everton

  • Watford (a) – 11 maggio
  • Brentford (h) – 15 maggio
  • Crystal Palace (h) – 19 maggio
  • Arsenale (a) – 22 maggio

Southampton

I Saints non sono mai stati davvero in questa rotta di retrocessione, ma la loro crisi dall’inizio di marzo è stata allarmante. Sette sconfitte in campionato e solo cinque punti guadagnati su 30 possibili significano che il Southampton può ancora scendere matematicamente.

Lo stesso può fare il Leicester, che ha due punti di vantaggio sui Saints ma che è quasi sicuramente al sicuro, considerando le partite che ha in mano.

Il boss del Southampton Ralph Hasenhuttl non riuscirà ancora a dormire sonni tranquilli per alcuni giorni, in parte perché le squadre al di sotto del suo club hanno tutte altre partite da giocare.

Eppure sei punti sono il vantaggio in questo momento e il Southampton crederà di poter raccogliere almeno un punto in più prima della fine della stagione. Potrebbero non ottenere nulla contro il Liverpool il 17 maggio, ma un pareggio contro il Leicester l’ultima giornata e sicuramente, sicuramente non possono essere catturati… vero?

Rimangono le partite del Southampton

  • Liverpool (h) – 17 maggio
  • Leicester (a) – 22 maggio

Leave a Comment