L’imbattibilità dell’Eintracht Frankfurt alla vittoria della UEFA Europa League

L’Eintracht Frankfurt è diventato solo il terzo club a vincere la UEFA Europa League senza perdere una sola partita dalla fase a gironi alla finale. Eliminando avversari di sei nazioni diverse, bundesliga.com classifica il volo impeccabile di Die Adler attraverso l’Europa…

Fase a gironi

Francoforte – Fenerbahce 1-1
Gol: 0-1
Özil (10′), 1-1 Lammers (41′)

L’Eintracht è tornato in Europa League dopo un anno di assenza. Non sapevamo che la loro partita di apertura nel Gruppo D contro il Fenerbahce avrebbe offerto un teaser per la finale che sarebbe arrivata quasi otto mesi dopo, quando Filip Kostic ha fornito l’assist per Sam Lammers per pareggiare e Kevin Trapp ha parato un rigore nei minuti di recupero per ottenere la campagna in corso con un punto.

Sam Lammers (s.) ha trasformato un cross di Filip Kostic (d.) per far partire il Francoforte contro il Fenerbahce. – imago

Royal Anversa – Francoforte 0-1
Gol: 0-1
Paciencia (penna, 90’+1)

La prima trasferta della stagione del club della Bundesliga li ha portati in un viaggio transfrontaliero relativamente breve in Belgio, dove hanno dominato Anversa ma hanno dovuto accontentarsi di un dramma di rigore nel finale. Jesper Lindstrom è stato abbattuto in area allo scoccare del 90′ prima che Goncalo Paciencia trasformasse dal dischetto per i primi tre punti della campagna.

Il rigore nel finale di Goncalo Paciencia ad Anversa ha regalato al Francoforte la prima vittoria della fase a gironi. – IMAGO/Jan Huebner/IMAGO/Jan Huebner

Francoforte-Olympiacos 3-1
Gol: 1-0
Borre (penna, 26′), 1-1 El-Arabi (penna, 30′), 2-1 Giro (45’+3), 3-1 Kamada (59′)

I campioni di Grecia sono arrivati ​​a Francoforte per la terza giornata. L’Eintracht è passato in vantaggio quando Rafael Borre ha trasformato un rigore con disinvoltura. Gli ospiti hanno pareggiato poco dopo con un tiro dal dischetto di Youssef El-Arabi prima Muori Adler forged è andato di nuovo in vantaggio allo scadere dell’intervallo quando Almamy Toure ha sfruttato per completare un passaggio che divide la difesa. Daichi Kamada ha quindi messo a segno un rimbalzo per portare il Francoforte in testa al Gruppo D per la prima volta.

Rafael Borre ha segnato il primo dei suoi quattro gol in Europa League contro l’Olympiacos. – Revierfoto tramite www.imago-images.de/imago images/Revierfoto

Olympiacos-Francoforte 1-2
Gol: 1-0
El Arabo (12′), 1-1 Kamada (17′), 1-2 Hauge (90’+2)

L’Eintracht andrebbe avanti con quattro punti di vantaggio con la vittoria nell’andata in Grecia. I padroni di casa sono passati in vantaggio con El-Arabi, ma Kamada ha pareggiato di nuovo velocemente, agganciando un passaggio filtrante e dirigendo il suo tiro oltre il portiere e dall’interno del palo. Trapp ha effettuato una serie di stop cruciali prima che Jens Petter Hauge trasformasse il taglio di Lindstrom nel recupero.

La vittoria nel finale di Jens Petter Hauge (r.) in Grecia ha portato l’Eintracht al controllo del Gruppo D. – Klodian Lato / Eurokinissi tramite www.imago-images.de/imago images/ANE Edition

Francoforte-Royal Antwerp 2-2
Gol: 1-0
Kamada (13′), 1-1 Nainggolan (33′), 1-2 Samatta (88′), 2-2 Pace (90’+4)

La vittoria alla quinta giornata vedrebbe il primo posto assicurato, ma a Francoforte c’è stato ancora una volta un dramma nel finale. Kamada ha portato in vantaggio il club della Bundesliga quando ha ottenuto un cross di Timothy Chandler, ma le ruote si sono staccate un po’ dopo che Trapp ha deviato il tiro dalla lunga distanza di Radja Nainggolan. I belgi pensavano di aver vinto a due minuti dalla fine quando Ally Samatta ha segnato 2-1, ma un brillante colpo di testa di Paciencia su cross di Kostic quattro minuti nel recupero ha mantenuto l’imbattibilità iniziale del Francoforte.

Goncalo Paciencia ha segnato ancora una volta nel finale contro l’Anversa per mantenere imbattuto il Francoforte. – imago

Fenerbahce – Francoforte 1-1
Gol: 0-1
Quindi (29′), 1-1 Berisha (42′)

Con la sconfitta dell’Olympiacos ad Anversa, un pareggio a Istanbul è bastato per guadagnare il primo posto dell’Eintracht nel Gruppo D. Djibril Sow ha portato gli Eagles in vantaggio con un ottimo piazzamento da appena dentro l’area dopo il gioco ostinato di Kamada. Mergim Berisha ha portato il livello del gioco quando si aggancia su una palla vagante in area. Ma per il Francoforte è stato fatto il lavoro, finendo con 12 punti – tre di vantaggio sull’Olympiacos – e andando dritto agli ottavi, scavalcando gli spareggi contro una squadra che ha abbandonato la Champions League.

Timothy Chandler e Djibril Sow (lr.) hanno contribuito a completare una fase a gironi imbattuti e ad avanzare agli ottavi. – Seskimphoto tramite www.imago-images.de/imago images/Seskim Photo

Ottavi di finale

Real Betis-Francoforte 1-2
Gol: 0-1
Kostic (14′), 1-1 Fekir (30′), 1-2 Kamada (32′)

Abbastanza opportunamente, la prima partita a eliminazione diretta dell’Eintracht li ha portati nella città ospitante della finale, Siviglia. Anche se all’Estadio Benito Villamarin, il risultato è stato lo stesso contro il Betis. Il Francoforte ha avuto una serie di occasioni ed è andato in vantaggio con un chip Kostic su Claudio Bravo. Nabil Fekir ha piegato a casa alla mezz’ora, ma due minuti dopo Kamada ha recuperato il vantaggio all’andata. Sarebbe potuto andare ancora meglio se Borre non avesse visto un rigore parato nel secondo tempo.

Daichi Kamada ha segnato uno dei cinque gol della sua squadra in Europa League nell’andata degli ottavi di finale al Real Betis. – IMAGO/Foto Gonzales/Mario Diaz Rasero/IMAGO/Foto Gonzales

Francoforte – Real Betis 1-1 (dts)
Gol: 0-1
Iglesias (90′), 1-1 Rodriguez og. (120’+1)

Il pareggio era ancora in bilico per la gara di ritorno in Germania. Entrambe le squadre sono andate vicino prima che Borja Iglesias ha segnato al 90′ per pareggiare complessivamente e portarlo ai tempi supplementari. Ma con i rigori in arrivo, una punizione di Kostic è stata trasformata nella propria rete da Guido Rodriguez per dare Muori Adler una vittoria complessiva per 3-2 e spinge Trapp a porre la domanda “Perché ora non possiamo andare fino in fondo?”.

Il giubilo come autogol al 121′ ha visto il Francoforte battere il Real Betis in totale. – IMAGO/Revierfoto/IMAGO/Revierfoto

Quarti di finale

Francoforte-Barcellona 1-1
Gol: 1-0
Knauff (48′), 1-1 Torres (66′)
cartellino rosso: Tuta

Bene, il Francoforte dovrebbe superare il favorito della competizione, il Barcellona, ​​negli otto finali. L’allenatore Oliver Glasner ha elogiato la disciplina della sua squadra, soprattutto dopo che Tuta è stata espulsa per un secondo cartellino giallo. Ma hanno tenuto il comando grazie a un brillante colpo di gennaio firmato in prestito Ansgar Knauff da 20 yard. La squadra spagnola ha pareggiato con Ferran Torres per lasciare il pareggio in bilico in vista del ritorno di Barcellona.

Ansgar Knauff ha portato il Francoforte sulla strada del favorito Barcellona. – imago

Barcellona-Francoforte 2-3
Gol: 0-1
Kostic (penna, 4′), 0-2 Borre (36′), 0-3 Kostic (67′), 1-3 Busquet (90’+1), 2-3 Depay (penna, 90’+11)
cartellino rosso: Ndicka

Non era perfettamente in bilico dopo appena quattro minuti al Camp Nou, dove i tifosi dell’Eintracht hanno preso il controllo dello stadio per ruggire sulla loro squadra. Lindstrom è stato trascinato in area di rigore e Kostic non ha commesso errori dal dischetto. Il secondo gol è stato bellissimo quando Borre ha colpito a casa da quasi 25 yard. E l’Eintracht è andato in vantaggio di tre nella notte e nel complesso quando Kostic ha ottenuto il suo secondo posto con un punteggio basso su Marc-Andre ter Stegen. Sergio Busquets ne ha recuperato uno all’inizio del recupero con lo svuotamento dello stadio del supporto di casa. Il Memphis Depay è appena riuscito a infliggere un rigore al 101′ alle spalle di Trapp, ma era troppo tardi quando il Francoforte ha vinto 4-3 complessivamente per passare alle semifinali.

Rafael Borre ha sferrato un fulmine al Camp Nou per aiutare a eliminare il Barcellona. – IMAGO/Siu Lau/IMAGO/Jan Huebner

Semifinali

West Ham United – Francoforte 1-2
Gol: 0-1
Knauff (1′), 1-1 Antonio (21′), 1-2 Kamada (54′)

Il rauco supporto dell’Eintracht è poi atterrato a Londra per l’andata delle semifinali. E stavano esultando ancora più forte in 60 secondi quando Knauff ha colpito di testa un cross di Borre. Jarrod Bowen ha colpito il palo prima che Michail Antonio portasse i padroni di casa al livello. Kamada ha ripristinato il vantaggio quando ha girato a casa una palla vagante prima che anche il capocannoniere dell’Europa League del Francoforte colpisse il palo. Il calcio in testa di Bowen dalla traversa significava Muori Adler ha ripreso il Deutsche Bank Park.

Il quinto della stagione di Daichi Kamada ha assicurato un vantaggio all’andata sul West Ham. – IMAGO/Kevin Voigt/IMAGO/Jan Huebner

Francoforte-West Ham United 1-0
Gol: 1-0
Borre (26′)
cartellino rosso: Creswell

Dopo aver preparato il primo gol a Londra, Borre ha applicato il tocco finale nella gara di ritorno quando il colombiano ha ribaltato a casa il taglio di Hauge. Il norvegese aveva subito un fallo come ultimo uomo, con conseguente espulsione di Aaron Cresswell. L’Eintracht è rimasto tranquillo per tutto il tempo, ottenendo una vittoria complessiva per 3-1 e prenotando il proprio posto nella finale di una competizione europea per la prima volta da quando ha vinto la Coppa UEFA nel 1979/80.

L’attaccante colombiano ha segnato un gol in ciascuna delle ultime quattro partite del Francoforte in Europa League. – IMAGO/osnapix/IMAGO/osnapix

Finale

Francoforte – Rangers 1-1 (Eintracht ha vinto 5-4 ai calci di rigore)
Gol: 0-1
Aribo (57′), 1-1 Borre (69′)

C’era un sacco di colore in mostra a Siviglia mentre la capitale andalusa ha ospitato due dei gruppi di tifosi più appassionati d’Europa. L’Eintracht è partito più brillante, ma una scivolata di Tuta ha permesso a Joe Aribo di portare gli scozzesi in vantaggio poco prima dell’ora. Come ha fatto per tutta la stagione, l’Eintracht risponde prontamente, il cross di Kostic dalla sinistra viene accolto dallo stivale di Borre. Con solo tre minuti dalla fine dei tempi supplementari, Trapp ha prodotto un sensazionale stop da distanza ravvicinata per negare Ryan Kent prima che il nazionale tedesco usasse di nuovo le gambe per salvare Aaron Ramsey ai rigori. È stato poi Borre a seppellire il dischetto finale quando il Francoforte è diventata la prima squadra tedesca a vincere l’Europa League, ottenendo un record di imbattibilità.

Leave a Comment