Manchester United ed Everton grandi underperformer in base agli stipendi in Premier League

Un’analisi dei soldi spesi per gli stipendi dei giocatori rispetto alla posizione di un club in Premier League dimostra come l’Everton e il Manchester United “si siano tirati giù i pantaloni” nel mercato dei trasferimenti, affermano gli analisti.

La spesa salariale è generalmente un predittore accurato della posizione finale in campionato, ma in qualsiasi stagione, o in una serie di stagioni, alcuni club hanno prestazioni inferiori, mentre altri superano le aspettative.

In questo termine, l’Everton e il Manchester United sono tra quei club che si distinguono come seri under performer, suggerendo uno scarso reclutamento e gestione.

Il Manchester United è accusato di “aver tirato giù i pantaloni” nel mercato

L’Everton ha evitato la retrocessione per la pelle dei denti in questa stagione, nonostante abbia speso mezzo miliardo di sterline nel mercato dei trasferimenti dal 2016, mentre il Manchester United ha quasi tenuto un posto in Europa League, ma è stato ancora più dissoluto con 1,3 miliardi di sterline spesi 10 anni

Nessuno dei due club ha molto da mostrare per le loro spese sbalorditive. In questa stagione l’Everton è arrivato 16°, rispetto alla sua ottava posizione nell’accordo salariale, spendendo 183 milioni di sterline in retribuzione, sulla base dei conti più recenti.

Il Manchester United è arrivato sesto in classifica, nonostante si sia classificato terzo per aver speso per stipendi di £ 323 milioni nei conti 2021.

“La United e l’Everton si sono tirati giù i pantaloni regolarmente”, ha detto il dottor Rob Wilson Posta sportiva.

Oltre al reclutamento casuale, si sostiene che le loro tattiche siano state confuse

Oltre al reclutamento casuale, si sostiene che le loro tattiche siano state confuse

Il Manchester United è uno dei club più grandi del mondo ed è andato in giro gridando su cosa possono fare nel mercato di trasferimento e questo comporta costi aggiuntivi su prezzi e stipendi.

«E l’Everton aveva manie di grandezza. Sono andati al mercato in modo molto aggressivo e il mercato ha detto: “puoi pagare di più”.’

Gli analisti sottolineano una mancanza di coerenza nelle strategie di trasferimento di entrambi i club, che ha gonfiato le loro bollette salariali e contemporaneamente bloccato le loro prestazioni in campo.

Al Manchester United, mettono in evidenza Fred, che è stato utilizzato come centrocampista di supporto all’Old Trafford, ma ci sono state domande sulla sua capacità di fornire in quella posizione, che non ha giocato per la sua ex squadra, lo Shakhtar Donetsk, prima di una mossa da 52 milioni di sterline.

Dele Alli dell'Everton, uno dei giocatori che l'Everton ha portato al club di testa, è accusato di mancanza di coerenza

Dele Alli dell’Everton, uno dei giocatori che l’Everton ha portato al club di testa, è accusato di mancanza di coerenza

Sono state anche poste domande sulla strategia alla base di una miriade di altri giocatori di alto profilo, tra cui Paul Pogba, Ronaldo e Jadon Sancho, nonché sulle tattiche impiegate dalla squadra.

Allo stesso modo, gli acquisti dell’Everton sono apparsi casuali. Più di recente, a gennaio, hanno portato cinque giocatori, tra cui Nathan Patterson dai Rangers, Dele Alli dagli Spurs e Donny van de Beek in prestito dal Manchester United, ma che non hanno avuto un ruolo di primo piano.

“All’Everton è una mancanza di coerenza”, ha affermato Kieran Maguire e analista finanziario del calcio presso l’Università di Liverpool e conduttore del podcast Price of Football.

‘Un nuovo proprietario è entrato e ha effettivamente dato a una serie di dirigenti e direttori sportivi un libretto degli assegni in bianco e sono diventati avidi

I fan dell’Everton hanno sfogato la loro frustrazione con crescente veemenza durante questa stagione, fino a quando la situazione è diventata così pericolosa da rendersi conto che dovevano sospendere la loro delusione e semplicemente aiutare i giocatori e Frank Lampard a sopravvivere in Premier League, cosa che è stata ottenuta con una partita d’anticipo.

“Allo United, la tabella è indicativa di un club guidato da un dipartimento commerciale piuttosto che da un dipartimento di calcio”.

I fan dell'Everton hanno giocato un ruolo enorme nel mantenere la loro squadra in Premier League in questa stagione

I fan dell’Everton hanno giocato un ruolo enorme nel mantenere la loro squadra in Premier League in questa stagione

Al contrario, Brighton e Brentford sono all’estremità superiore della tabella del rapporto qualità-prezzo e sembra che abbiano beneficiato di un approccio al reclutamento basato sui dati.

Entrambi sono di proprietà di giocatori d’azzardo professionisti, Matthew Benham e Tony Bloom, che hanno fatto pieno uso dell’analisi.

Inoltre, i loro allenatori, Graham Potter e Thomas Frank, hanno creato un ambiente positivo e aggiunto un fattore x nei giocatori di talento che altri club potrebbero non aver considerato in base a ciò che dicono loro i numeri delle prestazioni.

“Hanno comprato giocatori con un potenziale”, ha detto il dottor Wilson. ‘Hanno portato in talento che non è stato favorito.

“Non hanno giocato nei mercati in cui si trovano gli altri perché è allora che il prezzo sale”.

Il Brentford è accreditato di un eccellente reclutamento rafforzato da Christian Eriksen

Il Brentford è accreditato di un eccellente reclutamento rafforzato da Christian Eriksen

Il Brighton, in particolare, ha portato alla luce alcune gemme, che li hanno portati a “Sono nono, il loro miglior piazzamento in Premier League.

Marc Cucurella, acquistato per 15 milioni di sterline dal Getafe la scorsa estate, è stata una rivelazione che si è scatenata su e giù per il fianco sinistro del Brighton e in caso di vendita otterrà almeno il doppio della sua quota. Allo stesso modo, il nazionale del Mali Yves Bissouma, acquistato dal Lille per una cifra simile, è stato una parte fondamentale dello sviluppo dei Seagulls in una forza in Premier League.

Nel frattempo, il Brentford ha creato una squadra affidabile e laboriosa, ma ha riconosciuto a metà stagione di aver bisogno di una qualità aggiuntiva per realizzare il suo vero potenziale e ha inserito un fattore x.

‘Hanno preso un rischio calcolato su Christian Eriksen. Lo hanno portato dentro e sbloccano la squadra”, ha aggiunto il dottor Wilson.

I giocatori del Manchester United a volte sono apparsi confusi riguardo al sistema

I giocatori del Manchester United a volte sono apparsi confusi riguardo al sistema

La chiave è stata reclutare contro un piano.

Anche il West Ham esce dall’analisi come un club con risultati eccessivi, settimo in campionato e rivendicando un posto in Europa Conference League, quando la sua posizione salariale è 12a.

“Ecco devi dare credito a David Moyes”, rifletté Maguire. ‘Ha ottenuto molto da quella squadra. Ma il West Ham ha anche reclutato bene in mercati sconosciuti.’

Il contingente ceco del West Ham, Vladimir Coufal, Tomas Soucek e Alex Kral, in prestito dallo Spartak Mosca, mostra di andare in luoghi che altre squadre della Premier League non riescono a raggiungere, ma si potrebbe anche inserire Jarrod Bowen, che è stato firmato dall’Hull City nel gennaio 2020 ed è stato un fattore critico nel successo di quest’anno.

Sebbene ci siano valori anomali nell’analisi, nel tempo i club della Premier League tendono ad allinearsi in base alla spesa salariale, quindi se un club ha entrate enormi, avrà più successo nel tempo. Da qui, il dominio duraturo dei Big Six.

Marc Cucurella, acquistato per 15 milioni di sterline dal Getafe la scorsa estate, è stata una rivelazione a Brighton

Marc Cucurella, acquistato per 15 milioni di sterline dal Getafe la scorsa estate, è stata una rivelazione a Brighton

In questa stagione i campioni e le tre squadre retrocesse hanno ottenuto quello per cui hanno pagato. Il Manchester City ha vinto il campionato ed è stato quello che spende di più, mentre con l’eccezione di Brentford, Norwich, Watford e Burnley sono i più bassi nella massima serie e sono andati tutti al ribasso.

Il salario medio – il punto medio nella diffusione dei club – nell’analisi è di 135 milioni di sterline. Il più grande spendaccione, il Manchester City, ha un salario più di 2,5 volte quella cifra.

Nel complesso, i salari sono aumentati, da quando la Premier League è stata lanciata nel 1992.

Nel primo anno della competizione, il salario medio era di 5,3 milioni di sterline, nel 2002 era salito a 89,4 milioni di sterline e ora è di 171,1 milioni di sterline.

.

Leave a Comment