Milan vs. Bologna – Notizie sulla squadra, informazioni sull’opposizione, statistiche e altro ancora

Dopo il pareggio contro l’Atalanta, che ha lasciato i tifosi con l’amaro in bocca, domani il Milan cercherà di tornare a vincere. Affronteranno il Bologna davanti a un San Siro tutto esaurito.

Il Milan ha pareggiato 1-1 contro l’Atalanta lo scorso fine settimana e la sensazione era che avrebbe potuto vincere. Gli mancava il tocco finale, però, e sono stati salvati da uno splendido tiro di Ismael Bennacer.

Stefano Pioli ha rivelato durante sua conferenza stampa che la forma dei rossoneri sarà diversa per la sfida di domani, che forse sarà il cambio necessario per tornare a vincere.


Data del gioco: Sabato 27 agosto
Orario di inizio: 20:45 (CEST)
Luogo: San signore
Arbitro: Gianluca Manganiello (VAR: Nasca)


Notizie di squadra

Sono due gli infortuni che Pioli deve tenere in considerazione: Zlatan Ibrahimovic e Rade Krunic. Quest’ultimo è avvenuto poco prima della partita contro l’Atalanta ei rossoneri temono che possa stare fuori per un bel po’ di tempo (un mese circa).

Oltre a questo, l’allenatore avrà a sua disposizione una rosa completa e ci sono molti buoni giocatori tra cui scegliere. Rispetto alla partita contro l’Atalanta dovrebbero esserci un paio di modifiche all’XI titolare, come ci si aspetterebbe.

La difesa rimarrà invariata e lo stesso si può dire per il centrocampo. Ha molto senso, visto che il Milan non ha proprio faticato in questi reparti nelle prime due partite. Davanti, però, c’erano alcuni dubbi l’ultima volta.

Charles De Ketelaere dovrebbe avere l’occasione dall’inizio per la prima volta, sostituendo Brahim Diaz. Quest’ultimo non è riuscito a replicare la prestazione positiva in apertura e non sorprende esattamente che sarà messo in panchina per questo.

Anche Ante Rebic ha avuto un’apertura positiva, ma una seconda partita non così positiva, e quindi sarà in panchina. Olivier Giroud o Divock Origi partiranno in testa, come confermato da Pioli durante il presser. Origi ha impressionato in allenamento e potrebbe avere l’occasione, ma la qualità di Giroud è innegabile.

Probabile Milan XI (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo; Bennacer, Tonali; Messias (Saelemaekers), De Ketelaere, Leao; Giroud (Origi).


Gli avversari

Nonostante abbia lottato per la seconda volta contro il cancro, Sinisa Mihajlovic è ancora alla guida del Bologna e continua ad essere una figura importante per il club. È l’allenatore dal 2019 e li ha guidati al 13° posto la scorsa stagione.

A dire il vero, i rossoblù hanno faticato parecchio e questa volta sperano in una stagione migliore. L’inizio non è stato molto migliore, però, con un solo punto raccolto nelle prime due partite (hanno già due cartellini rossi).

Giocatori importanti come Arthur Theate, Aaron Hickey e Mattias Svanberg hanno lasciato il club quest’estate e i sostituti non sono così noti. Ma dopo solo due partite, è difficile dare un giudizio su dove si trovino.

Riccardo Orsolino è stato espulso l’ultima volta e salterà la sfida di domani, che è un duro colpo per il Bologna. Marko Arnautovic e Nicola Sansone dovrebbero formare il duo in attacco e potrebbe essere interessante.

Probabile Bologna XI (3-5-2): Skorupski: Soumoaro, Medel, Lucumi; De Silvestri; Aebischer, Dominguez, Schouten, Lykogiannis; Sansone, Arnautovic.


Testa a testa

Il Milan ha prosperato contro il Bologna negli ultimi anni e davvero da quando le prime squadre si sono incontrate nel 2008. I rossoblù hanno vinto solo due partite contro i rossoneri e questi ultimi ne hanno vinti 11 degli ultimi 13.

L’ultimo scontro tra le due squadre è stato un’anomalia visto che il Milan è stato costretto allo 0-0. È stata la prima volta che hanno perso punti contro il Bologna dal 2018, quando è finito anche 0-0. I rossoneri hanno avuto la loro giusta dose di occasioni ma alla fine non hanno creato abbastanza pericoli.

Fatti sulla corrispondenza…

➤ Il Milan ha perso solo una delle ultime 25 sfide di Serie A contro il Bologna (V18 P6), perdendo a gennaio 2016, quando sulla panchina rossonera c’era l’attuale tecnico rossoblù Sinisa Mihajlovic (0-1, Giaccherini).

➤ Il Milan ha mantenuto la porta inviolata nelle ultime due gare di Serie A a San Siro contro il Bologna (V1 P1) e potrebbe mantenere la porta inviolata per tre partite casalinghe di fila contro di loro per la prima volta dal 1999 (sei).

➤ Il Bologna è imbattuto da tre gare di Serie A contro Juventus, Inter e Milan; escludendo le stesse tre squadre, l’ultima squadra ad aver registrato una serie di imbattibilità più lunga contro queste avversarie è stata la Roma (cinque, dal 2020 al 2021), mentre l’ultima volta che i rossoblù hanno fatto meglio è stato nel 2012, con Stefano Pioli in carica (quattro). .

➤ Il Milan ha vinto la sua prima partita casalinga di campionato in questa stagione; Sia nel 2020/21 che nel 2021/22 i rossoneri sono riusciti a vincere entrambe le prime due gare casalinghe della stagione, ma non ci sono riuscite per tre stagioni di seguito dal 2003/04.

➤ La serie di 18 vittorie consecutive in campionato dell’AC Milan (12 vittorie e 6 pareggi) è la striscia di imbattibilità più lunga attualmente in corso nelle Big-5 European Leagues.

➤ Il Bologna ha segnato in ognuna delle ultime tre trasferte di campionato dopo aver fallito in quattro delle precedenti sei, di cui una contro il Milan ad aprile.

➤ Dopo aver ottenuto una vittoria in rimonta e un pareggio in campionato finora in questa stagione, il Milan può guadagnare punti perdendo posizioni in tre partite consecutive di Serie A per la prima volta da luglio 2020, quando ha ottenuto due vittorie (contro Juventus e Parma) e pareggio (contro il Napoli), con Stefano Pioli in carica.

➤ Due dei sei cartellini rossi in Serie A in questa stagione sono stati per i giocatori del Bologna (Adama Soumaoro vs Lazio e Riccardo Orsolini vs Verona): nessuna squadra nell’era dei 3 punti/vittoria (dal 1994/95) ha ricevuto un cartellino rosso in Ognuna delle prime tre partite di una singola stagione di Serie A.

➤ Ismael Bennacer – che ha segnato contro l’Atalanta – è sia il giocatore del Milan che ha creato più occasioni (nove) e realizzato più dribbling (quattro) in questa Serie A in questa stagione.

➤ Contro il Verona, Marko Arnautovic è il primo giocatore a segnare in entrambe le prime due partite del Bologna in una stagione di Serie A dai tempi di Roberto Baggio, che lo fece nel 1997/98; solo due giocatori nella storia del Bologna hanno segnato in ciascuna delle prime tre giornate: Ezio Pascutti (nel 1962/63) e Giuseppe Savoldi (nel 1979/80).


Quelli da guardare

Per il Milan la risposta è abbastanza scontata: Charles De Ketelaere. Il trequartista ha fatto bene dalla panchina e sarà molto interessante vederlo dal primo minuto. Non c’è dubbio che abbia grandi qualità, ma deve anche adattarsi al campionato.

Contro l’Atalanta abbiamo visto intenzioni positive ma ha anche perso un po’ a fine partita. Oltre al CDK, dovrà essere monitorato da vicino il ruolo di centravanti, indipendentemente dal fatto che si tratti di Giroud o Origi dal primo minuto.

Quanto al Bologna, Arnautovic è senza dubbio la loro più grande minaccia per quanto riguarda la potenza offensiva. Può creare qualcosa dal nulla, ma può anche avere giornate davvero brutte (il che renderà interessante vederlo domani).

Skorupski è noto anche per aver messo in campo alcune delle sue migliori prestazioni contro il Milan e spetterà agli attaccanti rossoneri batterlo domani.


Predizione

Il Bologna ha faticato verso la fine della scorsa stagione e ha faticato all’inizio di questa. Inoltre, hanno perso alcuni giocatori importanti e non c’è dubbio che il Milan sia il favorito. Molto probabilmente non sarà così come lo era ad aprile.

Milan-Bologna 3-0

Leave a Comment