Notizie sul calcio 2022 Talking Points risultato video mette in evidenza Graham Arnold difesa Trent Sainsbury Adam Taggart Aaron Mooy Awer Mabil obiettivo

I Socceroos lasciano le coste australiane con una vittoria per 1-0 sulla Nuova Zelanda al seguito mentre le truppe di Graham Arnold continuano i preparativi per la Coppa del Mondo FIFA di novembre.

Tuttavia, nemmeno la presenza del leggendario manager dei Socceroos Guus Hiddink è stata sufficiente per ispirare gli australiani in quella che è stata una dimostrazione relativamente insipida contro i loro rivali trans-Tasman.

Un gol dell’Awer Mabil faceva la differenza, ma era l’unica luce brillante in uno spettacolo offensivo altrimenti fioco degli australiani.

Ci sono anche le esibizioni horror della maggior parte della linea di fondo, con tre giocatori che fanno poco per aumentare le loro possibilità di iniziare la prima partita del girone dei Socceroos contro la Francia.

Altrettanto preoccupante è stata la mancanza di morso e spietatezza in attacco, con nessun attaccante che rivendicava la propria pretesa di essere il miglior cane mentre l’occasione persa di una star riassumeva perfettamente i problemi dell’attacco.

Foxsports.com.au scompone il più grande Punti di discussione di Socceroos dalla prima amichevole della Nuova Zelanda.

Guarda ogni settimana i migliori calciatori del mondo con beIN SPORTS su Kayo. Copertura LIVE di Bundesliga, Ligue 1, Serie A, Carabao Cup, EFL e SPFL. Nuovo su Kayo? Inizia subito la tua prova gratuita >

RAPPORTO: Splendido razzo mentre gli sciatti Socceroos rovesciano la Nuova Zelanda per l’addio al WC

VALUTAZIONI DEI GIOCATORI: Screamer prende a pugni il biglietto per il Qatar; la puzza del difensore suscita paure

KEY DUO NON PUÒ TORNARE ABBASTANZA VELOCE DOPO IL PREOCCUPANTE FLOP DI BACKLINE

Harry Souttar, probabilmente il miglior difensore centrale dell’Australia, sta gareggiando contro il tempo nel tentativo di essere in forma per la Coppa del Mondo mentre continua la sua riabilitazione dopo aver strappato il suo ACL lo scorso novembre.

Bailey Wright e Kye Rowles sono stati la coppia di difensori centrali per le importantissime qualificazioni agli spareggi della Coppa del Mondo dei Socceroos contro Emirati Arabi Uniti e Perù.

Con Rowles anche infortunato per questa finestra, significava che c’era un’apertura per un altro difensore centrale per unirsi alla formazione titolare.

Arnold ha deciso di portare Trent Sainsbury e Milos Degenek nel cuore della difesa, con il duo affiancato da Fran Karacic a destra e Aziz Behich a sinistra.

Tuttavia, nessuno ha colto esattamente la sua occasione cruciale per la collottola e, semmai, Karacic e Sainsbury hanno fatto del male alle loro possibilità di iniziare in Qatar.

Fin dall’inizio, Sainsbury ha regalato ai kiwi un’occasione d’oro che avrebbe dovuto vedere i Socceroos sotto 1-0 e ha avuto molti altri momenti che hanno lasciato i fan con il cuore in bocca.

Sainsbury non ha avuto il suo miglior gioco con i colori di Socceroos. (Foto di Matt Roberts/Getty Images)Fonte: Getty Images

Karacic ha lottato per contenere il terzino sinistro della Nuova Zelanda Liberato Cacace, poiché anche l’uomo dei Socceroos non è riuscito a offrire molto, se non altro, in avanti.

Degenek non ha sbagliato del tutto, ma non è stato impeccabile perché non è riuscito a vincere un colpo di testa cruciale al 9′ che ha permesso a Chris Wood di lanciare la palla sulla traiettoria di Andre de Jong che avrebbe dovuto segnare.

Joel King, il principale concorrente di Behich, non ha avuto abbastanza tempo per avere un impatto.

Sebbene Behich sia andato avanti bene, non ha avuto abbastanza prodotto finale e ha avuto alcuni preoccupanti errori difensivi.

Nathaniel Atkinson è entrato a metà del secondo tempo in sostituzione diretta di Karacic e ha subito un aspetto migliore.

Il difensore degli Hearts ha anche effettuato un blocco cruciale negli ultimi minuti di gioco per impedire un semplice tap-in per la Nuova Zelanda.

Senza Souttar e Rowles, il cuore della difesa dei Socceroos potrebbe essere il suo punto più debole e questa amichevole avrà dato molti spunti di riflessione ad Arnold.

Karacic ha lottato per contenere Cacace. (Foto di Albert Perez/Getty Images)Fonte: Getty Images

OCCASIONE PERDITA PER GIOVANI PISTOLE

Nonostante abbia convocato sette giocatori senza limite in una rosa estesa di 31 uomini, Graham Arnold ha deciso di nominare un XI titolare conservatore, dando la priorità ai giocatori che avevano partecipato alla campagna di qualificazione.

Ma i fan speravano sicuramente di assistere a artisti del calibro di Garang Kuol, l’attaccante 18enne che ha fatto parlare di sé con il suo impressionante sforzo di A-League All-Stars contro il Barcellona.

Si è parlato molto di lui in vista della partita, dopo aver tenuto un’affascinante conferenza stampa dopo la sua prima convocazione. È stato raggiunto in quella conferenza stampa dal compagno di squadra dei Central Coast Mariners Jason Cummings, uno dei preferiti dai fan per le sue impressionanti imprese sul campo tanto quanto per la sua personalità da larrikin fuori dal parco. Purtroppo, nessuno dei due ha avuto la possibilità di scendere in campo al Suncorp Stadium: un risultato deludente per gli oltre 25.000 fan lanciati per addio alla squadra australiana.

Arnold ha promesso di schierare una squadra titolare quasi completamente nuova per la rivincita di domenica, con molte opportunità per i debuttanti. Ma la decisione di non insanguinare volti nuovi in ​​questa partita ha privato Arnold della possibilità di vedere chi si sarebbe unito bene con il gruppo principale esistente.

Inoltre, l’ultimo scontro internazionale prima della Coppa del Mondo offre ai debuttanti una sottile finestra per guadagnare un biglietto per il Qatar.

L’allenatore dei Socceroos ai Mondiali del 2006, Guus Hiddink, ha dichiarato a Channel 10: “È sempre bello avere un mix di giocatori esperti e non avere paura di portare anche giocatori giovani. Se apporti il ​​giusto mix, è bello anche per lo sviluppo del calcio. Ma ovviamente devi esibirti in una Coppa del Mondo. Spero che la rosa stia diventando ancora un po’ più esperta, ho avuto una squadra con molta esperienza. Questa è una squadra giovane, non super esperta ma sì, lascia che vadano in questa avventura”.

Garang Kuol non ha visto il tempo di gioco a Brisbane. (Foto di Lisa Maree Williams/Getty Images)Fonte: Getty Images

SHARPSHOOTERS FLUFF CRUCIAL AUDITION MENTRE RIMANE EVIDENZIALE PROBLEMA

È stata una notte frustrante per entrambi gli attaccanti australiani: prima Adam Taggart, poi il sostituto Jamie Maclaren. Erano isolati nella parte superiore dell’attacco e affamati di opportunità, mentre lavoravano instancabilmente in difesa ma spesso inseguivano la palla individualmente, con la stampa difensiva australiana priva di coesione. Taggart ha toccato la palla solo 15 volte nei suoi 61 minuti in campo – di gran lunga la cifra più bassa di qualsiasi titolare – ed è stato chiaramente deluso dallo scarso servizio dei suoi compagni di squadra. Maclaren ha realizzato un tiro istantaneo da fuori area con la sua prima vera opportunità, nel disperato tentativo di avere un impatto sul gioco.

La posizione numero nove si è rivelata uno dei maggiori enigmi di selezione per Graham Arnold negli ultimi anni – o da quando Tim Cahill si è ritirato, per essere sinceri. Nonostante la dichiarata preferenza di Arnold per il calcio offensivo, i Socceroos hanno lottato a lungo per coinvolgere regolarmente gli attaccanti nel gioco.

La forma del club di Taggart, 29 anni, è senza dubbio la migliore di qualsiasi attaccante australiano – cinque gol nelle ultime 12 partite nella massima serie giapponese – e si profila come la prima scelta per la posizione del Qatar. La stagione di A-League di Maclaren non inizia prima di qualche settimana, dandogli poco tempo prezioso per alzarsi a pieno regime prima della Coppa del Mondo.

Taggart non ha avuto molte occasioni per segnare. (Foto di Patrick HAMILTON / AFP)Fonte: AFP

È la stessa situazione per Jason Cummings e Garang Kuol, il duo senza cappuccio dei Central Coast Mariners che domenica incrocio le dita per avere la possibilità di giocare – e segnare – in Nuova Zelanda. Mitch Duke, residente in Giappone, è un attaccante fisico e laborioso che offre ad Arnold uno stile diverso di attaccante, che probabilmente gli farà guadagnare un posto sull’aereo per il Qatar.

Ma le statistiche riflettono l’entità del problema: Taggart ha segnato sei gol in 17 presenze con i Socceroos, mentre Maclaren ne ha otto su 26 e Duke sette su 20. I loro record difficilmente ispirano fiducia, soprattutto quando le possibilità saranno molto importanti contro squadre di spicco come La Francia ai Mondiali.

I Socceroos hanno dimostrato negli ultimi anni di essere letali in transizione, con molti dei loro gol durante la campagna di qualificazione ai Mondiali provenienti da contropiedi. Questo è stato il caso dello sciopero di Awer Mabil giovedì sera, mentre Mat Leckie ha colpito il palo a fine partita dopo un altro contropiede.

Arrivare al Mondiale era una cosa. Ma i Socceroos non vinceranno le partite in Qatar senza segnare gol – e Arnold deve finalmente trovare una soluzione ai suoi attaccanti isolati e invisibili.

Leckie ha colpito il palo quando forse era più facile segnare. (Foto di Patrick HAMILTON / AFP)Fonte: AFP

PERCHÉ TUTTI HANNO VISTO L’ARRIVO DEL FIZZER DEL TRIO FUORI SINCRONIZZAZIONE

Il trio di centrocampo dei Socceroos composto da Aaron Mooy, Jackson Irvine e Ajdin Hrustic ha lottato per trovare il ritmo contro la Nuova Zelanda.

Sulla carta è un trio sbilanciato: Mooy non è il CDM tenace di cui i Socceroos hanno bisogno, i tratti chiave di Irvine risiedono nella sua capacità di andare in avanti nell’ultimo terzo e Hrustic non può permettersi di essere incatenato con compiti difensivi quando è la chiave minaccia d’attacco.

La partita è andata esattamente come molti avevano previsto.

Mooy è stato spesso dribblato dai kiwi con facilità e ha dovuto commettere falli sciatti o sfide scivolate per interrompere il gioco, Irvine ha completato solo il 65% dei suoi passaggi e Hrustic non è riuscito a mettersi nelle posizioni chiave dove fa il suo miglior danno .

Il gioco è stato disgiunto quando i Socceroos hanno dovuto far avanzare la palla sul campo e il risultato è stato la spruzzata di diversi palloni lunghi e scambi.

Inoltre, ha lasciato gli australiani preoccupati per un rapido contropiede dalla Nuova Zelanda ogni volta che il centrocampo di Arnold ha deciso di andare in attacco.

Ancora una volta, è così che è andata a finire quando i kiwi hanno fatto irruzione a centrocampo prima di attaccare i Socceroos sulle fasce.

Forse la natura parassitaria del giocatore Cameron Devlin sarebbe stata più adatta a un simile e stava anche gridando alla creatività e alla capacità di Tom Rogic di sbloccare una linea di fondo avversaria.

Ma se Arnold dovesse optare per Mooy, Hrustic e Irvine in un centrocampo tre in Qatar, ci saranno seri problemi.

.

Leave a Comment