Pierre-Emerick Aubameyang ancora una volta in porta mentre il Barcellona affonda il Levante in ritardo – Riepilogo europeo | Notizie di calcio

L’attaccante del Barcellona Luuk de Jong ha segnato un colpo di testa nei minuti di recupero regalando alla sua squadra la vittoria per 3-2 in casa del Levante in difficoltà dopo una partita straordinaria, end-to-end, in cui la sua squadra ha segnato tre rigori.

Levante ha preso un meritato vantaggio contro un Barca poco brillante al 52′ quando il capitano Jose Luis Morales ha segnato dal dischetto dopo un fallo di Dani Alves e pochi istanti dopo i padroni di casa hanno guadagnato un secondo rigore, per un fallo di mano di Eric Garcia.

Questa volta l’attaccante Roger Marti si è fatto avanti per prenderlo e il suo tentativo è stato parato dal portiere del Barça Marc-André ter Stegen. Gli ospiti hanno prontamente pagato Levante, Pierre-Emerick Aubameyang di testa su cross di Ousmane Dembele al 59′.

L’adolescente Pedri ha poi portato il Barça in vantaggio al 63esimo, colpendo un primo tiro nell’angolo inferiore, tirato su dal diciassettenne Gavi, anch’egli trascinato dalla panchina nel secondo tempo.

Immagine:
I giocatori del Levante festeggiano dopo aver segnato il primo gol

Levante ha poi vinto un terzo rigore del secondo tempo quando Dani Gomez ha agganciato un passaggio filtrante ed è stato inciampato dal difensore del Barca Clement Lenglet. Gonzalo Melero ha assunto l’incarico e non ha commesso errori contro Ter Stegen per pareggiare all’83esimo.

Ma c’è stato tempo per un’ultima svolta in un incontro avvincente quando il sostituto De Jong si è collegato con un cross di Jordi Alba e ha colpito di testa nell’angolo inferiore nel secondo minuto di recupero per regalare al Barca la settima vittoria consecutiva nella Liga.

La vittoria ha portato il Barca al secondo posto in classifica con 60 punti dopo 30 partite, anche se è ancora molto indietro rispetto alla capolista Real Madrid, che ha 72 punti su 31 dopo aver battuto il Getafe 2-0 in casa sabato. Il Levante è 19° con 22 punti.

Real Sociedad recuperato dal vantaggio del terzo minuto di Guido Carrillo per esordire Elche 2-1, con Alexander Sorloth e Robin Le Normand in porta prima dell’intervallo.

Espanyol colpo Celta Vigo 1-0 quando Wu Lei ha afferrato un gol vincente all’89’, mentre il gol di Ante Budimir ha segnato Osasuna casa contro l’ultimo posto Alavi.

Serie A: Capolista Milan tenuto dal Torino

Sotto la media capolista di Serie A AC Milan sono stati trattenuti al loro secondo pareggio 0-0 consecutivo e allo stallo di domenica con Torino ha ridotto a due punti il ​​vantaggio sull’Inter, seconda in classifica.

L’unica occasione degna di nota nel primo tempo è stata un gol di Davide Calabria ben parato, con il Milan che sembrava nervoso alla ricerca del primo scudetto dal 2011.

Il Torino è migliorato dopo l’intervallo, con Mergim Vojvoda negato da un’ottima parata acrobatica del portiere del Milan Mike Maignan prima che l’attaccante italiano Andrea Belotti sparasse nella rete laterale.

Il Milan non si è mai messo in moto e ha seguito il pareggio a reti inviolate contro il Bologna di lunedì con un altro addomesticato stallo a Torino, vale a dire che si trova a 68 punti in 32 partite, due di vantaggio sull’Inter, che ha una partita in mano. Il Torino resta 11° con 39 punti.

Ciro Immobile è andato in testa alla classifica dei gol di Serie A con una tripletta LazioLa vittoria per 4-1 a Genova. L’attaccante italiano Immobile ha segnato 24 gol per la stagione dopo che Adam Marusic aveva portato in vantaggio gli ospiti.

Immobile ha raddoppiato il vantaggio della Lazio allo scadere dell’intervallo e poi ha segnato su entrambi i lati un autogol di Patric. L’attaccante della Juventus Dusan Vlahovic era stato in precedenza in testa alla classifica dei gol con 22.

Fiorentina stordito terzo posto Napoli con una vittoria in trasferta per 3-2. Nicolas Gonzalez aveva portato la Fiorentina in vantaggio all’intervallo, ma il sostituto Dries Mertens ha pareggiato dopo 58 minuti praticamente con il suo primo tocco.

Jonathan Ikone e Arthur Cabral hanno segnato nell’arco di sei minuti per assicurarsi che il tiro nel finale di Victor Osimhen non fosse altro che una consolazione.

Roma messo in scena uno spettacolo in ritardo da battere Salernitana 2-1 e resta quinto, due punti sopra la Lazio.

Ivan Radovanovic ha portato gli ospiti in vantaggio a metà del primo tempo prima che Carles Peres e Chris Smalling segnassero per la squadra di Jose Mourinho negli ultimi 10 minuti.

Hamed Traore ha segnato una doppietta Sassuolo rovesciato Atalanta 2-1, e Udinese trionfato con lo stesso punteggio a Venezia per gentile concessione del vincitore all’ultimo respiro di Rodrigo Becao.

Ligue 1: Marsiglia cementa il secondo posto

Il Marsiglia ha consolidato il secondo posto in Ligue 1 dopo i gol di Bamba Dieng e Cengiz Under che si sono assicurati una vittoria casalinga per 2-0 contro il Montpellier.

Dieng e Under hanno segnato all’inizio del primo tempo portando l’OM, ​​che non ha mai avuto problemi, a 59 punti in 31 partite.

Sono dietro la capolista Paris Saint-Germain di 12 punti a settimana prima di giocare con la squadra della capitale al Parc des Princes.

Il Montpellier, che ha fatto espellere il portiere Jonas Omlin all’ultimo minuto, è 11° con 41 punti con poco da giocare nelle restanti sette partite.

È stata una faccenda unilaterale allo Stade Velodrome, dove Dieng ha portato in vantaggio i padroni di casa dopo nove minuti su cross di Amine Harit.

Dieng viene poi atterrato in area da Jordan Ferri e Under trasforma il rigore per il raddoppio al 19′.

Il Montpellier non è mai sembrato in grado di tornare in gioco e il gioco è sceso in una pausa fino a quando Omlin ha raccolto un cartellino rosso diretto per aver abbattuto il sostituto Luis Henrique.

Lo Stade Rennais è al terzo posto a quota 56, tre punti dietro il Marsiglia, dopo la vittoria per 3-2 allo Stade de Reims sabato, mentre il Racing Strasbourg è quarto con altri quattro punti di distacco dopo l’1-1 casalingo contro il Lione.

Bundesliga: il Lipsia supera l’Hoffenheim

Il giocatore francese in forma dell’RB Leipzig Christopher Nkunku ha segnato un gol e ne ha preparato un altro mentre hanno superato 3-0 l’Hoffenheim speranzoso in Europa per aumentare le loro possibilità di finire tra i primi quattro in Bundesliga a cinque partite dalla fine.

Nkunku ha segnato 17 gol in campionato mentre ne ha creati 12 quando il Lipsia, imbattuto nelle ultime otto partite di Bundesliga, è salito a 51 punti al quarto posto, tre davanti al Friburgo, quinto, vincitore per 2-1 all’Eintracht Frankfurt. L’Hoffenheim è sesto con 44 punti.

Notizie Bundesliga | Infissi | Tavolo

Bayer Leverkusenterzo con 52, ha perso punti in uno 0-0 a VfL Bochum. Domenica prossima ospiteranno il Lipsia. Le prime quattro squadre si qualificheranno per la fase a gironi di Champions League della prossima stagione.

Il Lipsia, che è sbocciato da quando l’allenatore Domenico Tedesco è subentrato a dicembre, era in vantaggio di 2-0 al 20′ dopo che Nkunku ha segnato e Marcel Halstenberg ha allungato il vantaggio.

Nkunku ha poi indirizzato la palla di testa su Dominik Szoboszlai per perforare il terzo gol del Lipsia un minuto prima dell’intervallo e assicurarsi la sesta vittoria nelle ultime otto partite di campionato.

L’Hoffenheim, a nove giocatori per infortunio e squalifica, non è mai andato a dare un’occhiata dopo l’intervallo con la partita già decisa e il Lipsia che aveva alzato il piede dal gas.

Leave a Comment