Premier League: 10 spunti di discussione dall’azione del weekend | Calcio

1) McTominay fa passi da gigante sotto Ten Hag

Erik ten Hag ha detto che il motivo per cui Casemiro è stato tenuto in panchina contro l’Arsenal è stato “Scott McTominay sta giocando davvero bene”. La Scozia sembrava destinata a essere una vittima dell’arrivo di Casemiro dal Real Madrid, ma è migliorata sotto Ten Hag, segno di ciò che può offrire un allenatore di qualità. Contro l’Arsenal ha mantenuto le cose semplici; nel primo tempo ha raggiunto il 100% di precisione nei passaggi, subendo 27 tocchi e vincendo due contrasti. Ha fornito la base per consentire a Christian Eriksen e Bruno Fernandes la libertà di fare la differenza più in alto. L’arrivo di Casemiro ha spinto McTominay, sapendo che il suo record precedente non sarebbe stato abbastanza buono per guadagnare un posto da titolare. Vedere cosa fa Casemiro in allenamento sarà utile perché negli ultimi anni non ha avuto un modello nel club e ha avuto la sua possibilità solo per la scarsità di opzioni. Alla fine sembra un giocatore dello United, ma ha ancora una lotta tra le mani per mantenere il suo posto. Svincolerà

2) Elliott è pronto per l’Inghilterra?

Harvey Elliott è pronto per il passaggio al calcio internazionale? Dopotutto, se inizi per il Liverpool nel derby del Merseyside, è sicuro dire che probabilmente sei pronto per l’Iran a Doha. Il diciannovenne è stato superbo in un’esibizione altrimenti monotona del Liverpool al Goodison Park. Se continua in questo modo, allora l’allenatore dell’Inghilterra, Gareth Southgate, deve sicuramente dare un’occhiata. Con Jordan Henderson che esce dalla contesa e Kalvin Phillips che non ottiene minuti al Manchester City, Elliott e Jude Bellingham fanno parte di una nuova avanguardia di centrocampo inglese, altrettanto a suo agio nel pedalare, correre in difesa, cambiare punto di attacco o effettuare un passaggio nel traffico intenso . Jonathan Liew

3) Gerrard spera che il pareggio aiuti Villa a resettare e rilanciare

Sembrava quasi che il piano del Manchester City fosse quello di privare l’Aston Villa di ogni ottimismo e poi passare attraverso gli ingranaggi sulla strada per infliggere un’altra di quelle pesanti sconfitte che sono diventate comuni sotto Pep Guardiola. Il City sembrava pronto a scappare con la vittoria quando Erling Haaland ha segnato il suo decimo gol in sei partite, ma la squadra di Steven Gerrard ha scavato per rivendicare un pareggio che l’allenatore del Villa spera si riveli una base su cui la sua squadra può costruire. “È solo un grande punto e un punto importante se ci ripristiniamo lunedì e andiamo a fare il backup contro Leicester e Southampton”, ha detto Gerrard. “Penso che nessuno ci abbia dato una possibilità prima che un pallone venisse calciato, quindi era importante che dentro lo spogliatoio avessimo fiducia e coraggio, perché contro il City ci vuole, sia in possesso che fuori”. Ben Fisher

Steven Gerrard abbaia istruzioni ai suoi giocatori dell’Aston Villa durante l’1-1 contro il Manchester City. Fotografia: Matthew Ashton/AMA/Getty Images

4) Richarlison porta una nuova dimensione all’attacco degli Spurs

Richarlison potrebbe non aver segnato il suo primo inizio nel Tottenham con un gol, ma la prestazione dinamica dell’ex attaccante dell’Everton gli è valsa giustamente il plauso e ha suggerito che è una forte aggiunta al loro attacco. Il brasiliano ha battuto Pierre-Emile Højbjerg per il primo gol degli Spurs, una delle quattro occasioni che ha creato nella loro vittoria dominante sul Fulham prima di vedere annullato un tiro nel finale per fuorigioco. C’è stato un sacco di incoraggiamento dal modo in cui si è unito a Harry Kane e Son Heung-min per devastare la difesa del Fulham. Le prime prove fanno ben sperare e suggeriscono che Richarlison – il cui contributo ha deliziato Antonio Conte – offrirà lo stile e l’intensità per aggiungere un’altra dimensione alla prima linea degli Spurs. Non giocherà tutte le settimane, ma con il programma incessante del club, incluso l’inizio della campagna di Champions League mercoledì, Richarlison sembra un acquisto scaltro che aumenterà la loro potenza offensiva. Simone Posta

5) Il VAR continua a sconvolgere le partite e a sgomentare i tifosi

Il fatto che Chelsea-West Ham sia stato riprogrammato una settimana prima della sua messa in scena, con l’orario di inizio noto solo lunedì scorso, avrebbe forse dovuto ricevere un risalto più ampio. È stato uno schiaffo in faccia per molti fan in partita, quindi immagina come deve essere stato per gli ospiti quando una decisione terribile, presa da una combinazione di VAR e ufficiali di gara, ha segnato un buon pareggio nel finale di Maxwel Cornet. Una scarica di intensa emozione si è dissipata proprio così e, come al solito, a quelli nei posti a pagamento è stata lasciata una scarsa idea di cosa si stesse effettivamente deducendo usando la tecnologia. Tutti i tifosi di calcio meritano di meglio, ma sono quelli negli stadi che ottengono l’affare più crudo. Viene il pensiero: il VAR ha aiutato a ottenere alcune chiamate importanti, ma situazioni senza senso come questa si verificano ancora praticamente ogni settimana. L’equilibrio sembra tutto sbagliato e non c’è certo alcun miglioramento per lo spettacolo. Vale davvero la pena di interrompere? Nick Ames

Resoconto della partita: Chelsea – West Ham 2-1

L'arbitro Andrew Madley consulta il monitor a bordo campo per una decisione sul VAR a Stamford Bridge.
L’arbitro Andrew Madley consulta il monitor a bordo campo per una decisione sul VAR a Stamford Bridge. Fotografia: Steven Paston/PA

6) Cooper deve guardare avanti e non indietro

Steve Cooper ha ricevuto poche critiche durante il suo periodo in carica al Nottingham Forest, ma sembra incapace di imparare dai suoi errori. Ha iniziato con un terzino di Joe Worrall, Steve Cook e Scott McKenna nonostante le loro lotte nelle ultime settimane. Il trio era dappertutto nel secondo tempo quando Forest ha rinunciato a due gol di vantaggio contro il Bournemouth. La Premier League è spietata, ecco perché Forest ha investito in Willy Boly, tra gli altri, e Cooper ha bisogno di dimenticare la lealtà per far avanzare Forest. Allo stesso tempo, Jesse Lingard, un giocatore con il peso della stagione di Forest sulle spalle, sta lottando per far fronte alla pressione del City Ground. Ha dato via la palla a buon mercato per aiutare il Bournemouth a tornare in gioco. Cooper deve prendere decisioni difficili in difesa e in attacco per mostrare la direzione in cui Forest deve andare per rimanere in piedi. Svincolerà

7) Brentford raccoglie i frutti del colloquio di Frank con Toney

Thomas Frank non si stava esattamente prendendo il merito della spettacolare tripletta di Ivan Toney contro il Leeds, che lo ha portato alla pari con Harry Kane su cinque gol in Premier League e ha suscitato speculazioni sulla convocazione dell’Inghilterra. Ma se non fosse stato per l’intervento di Frank nell’ultima giornata della finestra di mercato di agosto 2020, l’attaccante potrebbe non essere mai stato convinto dalla sua parte da Peterborough. “Continuava a trascinarsi, trascinarsi fuori”, ha ricordato Frank. Poi ho detto: ‘andiamo Phil [Giles, Brentford’s director of football] dammi il numero e poi lo seduco e gli spiego perché dovrebbe venire qui’. Stando fuori dalla casa della sorella di mia moglie e parlando con Ivan, gli ho detto: ‘Ivan di cosa dubiti?’ Da allora è stato un matrimonio molto, molto felice finora”. Ed Aarons

Cronaca della partita: Brentford – Leeds 5-2

Ivan Toney (al centro) porta con sé il matchball dopo aver segnato una tripletta per il Brentford contro il Leeds.
Ivan Toney (al centro) porta con sé il matchball dopo aver segnato una tripletta per il Brentford contro il Leeds. Fotografia: Steve Bardens/Getty Images

8) Rodgers deve rimediare alla debolezza difensiva del Leicester

Il Leicester City ha obiettivi di spedizione a un ritmo allarmante. Cinque per il Brighton all’Amex hanno raggiunto il 16° posto nelle prime sei partite dei Foxes. Nessuno vuole estrapolarlo in una stagione. Curiosamente, Wilfred Ndidi ha nuovamente collaborato con Jonny Evans in un back four. Non è stata una prestazione particolarmente assicurata, il che è comprensibile dato che Ndidi è una holding. Tempi disperati, quindi? Solo che Brendan Rodgers aveva a disposizione due difensori centrali – Çaglar Soyuncu e Jannik Vestergaard – nessuno dei quali faceva parte della rosa della giornata. Sembra che Wout Faes sarà l’unico fidato per riempire un buco delle dimensioni di Wesley Fofana. O almeno tentare di farlo. Si sospetta, tuttavia, che il neo-firmato belga non sarà particolarmente turbato dal fatto che il suo visto non si sia concretizzato in tempo per questa partita. Sam Daling

Cronaca della partita: Brighton 5-2 Leicester

9) Nuovo puzzle per Newcastle in ascesa

Quest’anno è stato quasi inesorabilmente positivo per il Newcastle. Ora per il passo avanti. Prima della visita di sabato al Crystal Palace, l’apparente tentativo di Eddie Howe di promuovere una mentalità da bunker per stimoli extra era comprensibile. Dopo un paio di partite difficili in trasferta, che si sono concluse con la delusione in ritardo per il Liverpool, la visita del Palace ha annunciato una serie di partite che, nella loro attuale ondata di ottimismo, ci si aspetta principalmente che il Newcastle vinca: una nuova posizione per loro. Se siano ancora abbastanza esperti da giustificare tale aspettativa, soprattutto in assenza di Bruno Guimarães, Allan Saint-Maximin e Callum Wilson, è un’altra questione. Mentre Howe aveva tutto il diritto di essere soddisfatto della prestazione determinata di sabato (ed era), l’incapacità di finire una squadra del Palace che a volte era aggrappata per le unghie ha suggerito che le previsioni post-partita di Patrick Vieira secondo cui il Newcastle potrebbe fare l’Europa potrebbe essere leggermente prematuro . Andy Brassell

10) Kilman dimostra valore per i Lupi

I difensori centrali di sinistro che sono bravi con la palla sono pochi e rari in Inghilterra. Max Kilman sta continuando a migliorare ai Wolves, portandoli a una porta inviolata contro il Southampton. Il nuovo Matheus Nunes sta dimostrando che il club ha pagato così tanto per assicurarsi i suoi servizi, ma Kil sta aiutando a costruire le basi per far prosperare i giocatori e gli attaccanti dei Wolves. L’ex difensore dei Maidenhead ha eliminato Conor Coady e Willy Boly quest’estate. Coady ha la possibilità di andare alla Coppa del Mondo in Qatar, ma Bruno Lage è stato felice di rinunciare ai suoi servizi per via della fiducia che ha in Kilman. In sei partite i Wolves hanno subito quattro gol per arrivare a tre pareggi e alla loro prima vittoria stagionale contro il Southampton. Nathan Collins è stato portato da Burnley per collaborare con Kilman a lungo termine, fornendo quello che sembra il perfetto equilibrio in un nuovo design a quattro. WU

Leave a Comment