Quale leggenda riporterebbero i club se potessero? Thierry Henry, Roy Keane, Carles Puyol e altri

I club di tutta Europa stanno decidendo quali giocatori vogliono portare in campo durante la finestra di mercato estiva, ma chi sceglierebbero se potessero magicamente firmare di nuovo un ex giocatore?

Abbiamo esaminato alcune delle leggende in pensione (dopo il 1990) di ogni club elencato di seguito e abbiamo capito se potevano inserirsi nella squadra attuale. Allora chi sarebbe e perché?

– Trasmetti in streaming ESPN FC ogni giorno su ESPN+ (solo USA)
– Non hai ESPN? Ottieni l’accesso istantaeo

ARSENALE: Thierry Henry, ST

La squadra di Mikel Arteta ha rafforzato abbastanza bene la spina dorsale della squadra nelle recenti finestre di mercato, ma manca ancora un attaccante di livello mondiale. Con Pierre-Emerick Aubameyang e Alexandre Lacazette andati via, l’Arsenal ha bisogno di qualcuno che sopporti il ​​peso del gol. Non c’è niente di meglio nella storia del club di Henry, che è probabilmente il miglior giocatore ad aver mai giocato in Premier League, e i suoi 228 gol e 106 assist in 375 partite hanno superato quelli di Ian Wright e Cliff Bastin. Sarebbe un sogno da allenare, porterebbe il suo famoso vantaggio competitivo a una squadra che ha lottato per affermarsi nella corsa al titolo e potrebbe essere in grado di ottenere il meglio dal nuovo n. 14 Anche Eddie Nketiah.

ATLETICO MADRID: Fernando Torres, ST

Ora allenatore della Juvenil A del club, da giovane Torres è stato nominato capitano all’età di 19 anni e ha segnato 91 gol in 244 partite con l’Atletico Madrid prima di trasferirsi al Liverpool nel 2007. È poi tornato al club per un periodo di quattro anni (due in prestito dal Chelsea) più avanti nella sua carriera dove ha segnato 37 gol in 159 partite. Per questo esercizio, prenderemo la versione per adolescenti di “El Nino”. Raramente un giovane attaccante è stato così esaltato nella fase iniziale della sua carriera, e l’attuale squadra dell’Atletico vorrebbe inserirlo per sostituire il defunto Luis Suarez.

BARCELLONA: Carles Puyol, CB

In mezzo a tutte le incertezze finanziarie al Camp Nou negli ultimi anni, il Barcellona ha fatto incredibilmente bene a mantenere il suo impegno nel calcio offensivo con giocatori del calibro di Pedri, Gavi e Ansu Fati. Tuttavia, ciò di cui hanno bisogno ora è un po’ di stabilità e leadership nella parte posteriore, motivo per cui avrebbero scelto di riportare il leggendario Puyol. Ogni squadra ha bisogno di un giocatore che dia tutto per il suo club e il nuovo allenatore Xavi sa più di chiunque altro cosa porterebbe in tavola il suo ex capitano.

BAYERN MONACO: Philipp Lahm, RB

Con l’imminente uscita dell’attaccante Robert Lewandowski, il Bayern ha bisogno di un sostituto in attacco, ma ha appena ingaggiato Sadio Mane dal Liverpool, quindi supponiamo che il vuoto sia stato riempito. La versione di Lahm che prenderemo è quella che ha giocato come terzino destro sulla strada per otto titoli di Bundesliga. Probabilmente, più avanti nella sua carriera è stato ancora più impressionante quando ha giocato a centrocampo, ma il Bayern potrebbe usare alcune qualità nella posizione di terzino e la versatilità di Lahm significa che può giocare da entrambe le parti.

BORUSSIA DORTMUND: Matthias Sammer, CM

Con Erling Haaland in viaggio verso il Manchester City per 60 milioni di euro, il Dortmund si è rapidamente trasferito per ingaggiare Karim Adeyemi e Sebastien Haller per sostituirlo, quindi non esamineremo opzioni sorprendenti. Invece, sceglieremo un fioretto di centrocampo per il 18enne Jude Bellingham. Il nous difensivo di Sammer in mezzo al campo aiuterebbe il Dortmund a prendere piede nelle partite e il suo Pallone d’Oro del 1996 (battendo Ronaldo e Alan Shearer) mostra quanto talento fosse nel suo periodo migliore.

CHELSEA: John Terry, CB

Il Chelsea ha visto partire quest’estate due dei difensori centrali della prima squadra, Antonio Rudiger (Real Madrid) e Andreas Christensen (Barcellona), quindi hanno un disperato bisogno di trovarne un altro. Uno dei pochi prodotti dell’accademia ad avere successo nel club, la leadership e la capacità difensiva di Terry lo hanno reso uno dei migliori giocatori che l’Inghilterra abbia mai prodotto. L’era post-romana di Abramovich allo Stamford Bridge avrà bisogno di qualcuno come lui per dare forma alla strada da seguire, anche se il suo iconico n. Il numero di maglia 26 è ora indossato dalla nuova star femminile Kadeisha Buchanan.

INTER MILAN: Wesley Sneijder, AM

Dopo la tattica difensiva di Antonio Conte nel 2020-21, Simone Inzaghi sta ora utilizzando uno stile di gioco in contropiede all’Inter e Sneijder si adatterebbe bene alla sua capacità di aprire spazi nell’ultimo terzo. Il nazionale olandese è stato uno dei migliori giocatori al mondo in contropiede e ha prosperato con Jose Mourinho. L’Inter si è rilassata e Sneijder ha separato gli avversari quando hanno vinto il pallone, esattamente quello che farebbe adesso.

JUVENTUS: Alessandro Del Piero, AM

L’uscita dell’attaccante Paulo Dybala lascia un vuoto in avanti per la Juventus, nonostante l’acquisto di 70 milioni di euro di Dusan Vlahovic della Fiorentina a gennaio. Mentre Vlahovic è un più tradizionale n. 9, Del Piero si incastrerebbe perfettamente dietro di lui come l’archetipo n. 10. I suoi 290 gol in 705 partite testimoniano il suo impatto a Torino, ma è la sua creatività e abilità sui calci piazzati che probabilmente aiuterebbero la Vecchia Signora a tornare di nuovo in vetta alla Serie A.

LIVERPOOL: Steven Gerrard, CM

Il Liverpool è un altro di quei club in cui è difficile indirizzare un’esigenza specifica che li rafforzerebbe immediatamente, ma riportare indietro Gerrard farebbe sicuramente una grande differenza. Mentre Jurgen Klopp ha fatto brillantemente per raggiungere i suoi obiettivi di trasferimento fino ad oggi, un centrocampo di Gerrard, Thiago e Fabinho li porterebbe sicuramente al titolo. Il suo dinamismo, guida e resistenza hanno spinto il club in avanti quando era un giocatore, e si immagina che alla fine riuscirà a farlo anche come allenatore.

MANCHESTER UNITED: Roy Keane, CM

Dopo la peggiore stagione in assoluto in Premier League (dal punto di vista dei punti), lo United ha bisogno di un rinnovamento sotto il nuovo allenatore Erik ten Hag. Ci sono molte posizioni da ricoprire ed è allettante suggerire che la leggenda del club più impattante da riportare sarebbe l’allenatore Sir Alex Ferguson, ma resteremo fedeli ai giocatori. Lo United ha bisogno di un operatore centrale di qualità, ma ha anche bisogno di un giocatore che possa rimettersi in forma nello spogliatoio e sul campo di allenamento. Il combustibile Keane ha entrambi gli attributi in picche. Il problema potrebbe essere che funziona troppo bene.

MANCHESTER CITY: Vincent Company, CB

Non molto tempo fa Kompany giocava per il City, avendo lasciato nel 2019, e ha ancora solo 36 anni. Ora l’allenatore del Burnley, il difensore centrale del Belgio è stato uno dei migliori difensori della Premier League che abbia mai visto, ma il problema con i campioni in carica è che non ci sono molti buchi da riempire. Ora che Erling Haaland è arrivato, la partenza del difensore Fernandinho è probabilmente un enigma da risolvere quest’estate, quindi riporteremo Kompany alla sua leadership e lo giocheremo a centrocampo o lo terremo come difensore centrale accanto a Ruben Dias e usa invece uno di John Stones o Aymeric Laporte lì.

AC MILAN: Paulo Maldini, CB/LB

I campioni di Serie A sono stati forti in difesa la scorsa stagione, grazie soprattutto a Fikayo Tomori e Pierre Kalulu, ma devono comunque inserire un nuovo difensore centrale. Il Milan aveva una delle migliori linee difensive della storia negli anni ’90 con Maldini, Franco Baresi, Alessandro Nesta e Cafu, tra gli altri, quindi sceglierne una è difficile. Maldini, che ha gestito oltre 900 partite per il club, è probabilmente il più grande giocatore del Milan nella storia, e può anche inserirsi nella parte sinistra della difesa, se necessario.

PARIGI SAINT-GERMAIN: Safet Susic, AM

Il nostro primo pensiero è stato Ronaldinho, ma l’ultima cosa di cui il PSG ha bisogno è che si alleni al fianco di Neymar e persuade Kylian Mbappe che il loro stile di vita fuori dal campo è la strada da percorrere! Inoltre non hanno bisogno di un marcatore in questo momento, quindi Pauleta e Zlatan Ibrahimovic sono fuori. Invece andremo su Susic, probabilmente il miglior giocatore straniero ad aver giocato in Ligue 1. La creatività del bosniaco aiuterebbe ad aprire le porte al patrimonio offensivo del PSG e ad aumentare le sue opzioni a centrocampo.

REAL MADRID: Roberto Carlos, LB

Un difensore della leggenda del club brasiliano, in Marcelo, lascia; uno ritorna. Il Real Madrid ha una storia di ingaggi incredibili come terzini sinistri e il periodo di 11 anni di Roberto Carlos al Bernabeu lo ha visto vincere quattro titoli LaLiga e tre trofei di Champions League. Ci sono pochi giocatori che potrebbero eguagliarlo per velocità, resistenza e potenza e curva che può mettere su un tiro o su un calcio piazzato. Se il Real fosse in grado di riportare in campo uno dei famosi Galacticos, allora potrebbe mantenere David Alaba come difensore centrale insieme a Rudiger, con Ferland Mendy un valido backup.

TOTTENHAM HOTSPUR: Ledley King, CB

Inizialmente consideravamo un giocatore più offensivo come Paul Gascoigne o David Ginola, ma probabilmente non avrebbero affrontato molto bene i compiti difensivi che ci si aspettava dal tecnico Antonio Conte. King porterebbe un’energia simile a Terry al Chelsea e, dato che era a due piedi, potrebbe inserirsi bene in una difesa a tre insieme a Cristian Romero ed Eric Dier, e ha anche la capacità di giocare a centrocampo difensivo se necessario. I suoi problemi di infortunio hanno frenato la sua carriera, ma se scegliamo un punto debole intorno al 2004-05, potrebbe essere una buona mossa.

.

Leave a Comment