Se De Jong al Manchester United è “deludente”, chi soddisferà Stan e compagni?

Se Frenkie de Jong al Manchester United è “deludente”, sarà anche possibile gestire le aspettative del club quest’estate?

La stagione 2018/19 è stata l’anno giusto per Frenkie de Jong. In Champions League, la sua squadra dell’Ajax ha raggiunto inaspettatamente le semifinali di Champions League ed è stata eliminata solo per la morte nel ritorno. Nel frattempo in casa, la sua squadra ha vinto l’Eredivisie e la KNVB Cup, mentre gli onori individuali scorrevano come il vino. In casa, è stato due volte Giocatore del mese dell’Eredivisie e Giocatore dell’anno del campionato, e ha vinto il Trofeo Johann Cruyff come Giocatore dell’anno olandese assoluto, mentre è stato anche il giocatore della stagione della Champions League ed è stato incluso in non meno di altre sei squadre dell’anno o della stagione.

Non c’è da stupirsi che il Barcellona sia venuto a chiamare. All’inizio del 2019, il contratto di De Jong in Catalunya era già stato confermato e all’inizio di luglio è stato debitamente spostato come parte dello scioglimento di quella squadra di grande successo. Nell’aprile di quell’anno, l’allenatore Erik ten Hag ha detto alla stampa che “la dirigenza del club e io siamo della stessa opinione che dobbiamo avere il potenziale per provare a ottenere di nuovo ciò che abbiamo fatto in questa stagione”. Ma ad agosto, lo stesso De Jong stava esprimendo “tristezza” per lo scioglimento della squadra, mentre un giocatore dopo l’altro passava a nuovi pascoli.

Si è scoperto che il tempismo di De Jong non avrebbe potuto essere peggiore. Potrebbe essersi trasferito al Camp Nou con il sogno di emulare Johann Cruyff o gli altri giocatori olandesi che hanno illuminato quel particolare stadio, ma da quando è arrivato al Barcellona ha vinto un solo trofeo quando il club è scivolato in una crisi causata da anni di incontinenza finanziaria . La voglia di riavvolgere gli ultimi tre anni e riunirsi con Ten Hag all’Old Trafford deve essere forte per superare il fatto che De Jong sacrificherebbe la Champions League per almeno una stagione per trasferirsi al Manchester United. Ma la dice lunga sulle qualità di Ten Hag come allenatore che un giocatore di un paese in cui c’è un attaccamento sentimentale al Barcellona sembra felice di lasciarsi alle spalle il Camp Nou e trasferirsi al Manchester.

Al momento in cui scrivo, l’effettivo trasferimento non è stato del tutto concordato. Alla fine della scorsa settimana, è stato riferito che Lo United ha rifiutato un’offerta di apertura, ma lo slancio sembra avvicinarsi al raggiungimento di un accordo e ci si aspetta che lo United torni con una seconda offerta questa settimana. Nel frattempo, lo stesso De Jong non ha lasciato nulla alla stampa quando è stato interrogato dopo il pareggio per 2-2 dell’Olanda nella Nations League contro la Polonia sabato pomeriggio, ma sembra almeno altrettanto probabile che questo trasferimento andrà a buon fine nel prossimo futuro . Considerando che Ten Hag avrebbe già affermato che “l’intera partita ruoterà attorno a lui, essendo il riferimento a centrocampo”, il nuovo allenatore probabilmente ha bisogno di lui all’Old Trafford il prima possibile. Dopotutto, mancano solo otto settimane all’inizio della stagione, lo è De Jong ancora In servizio internazionale, e probabilmente apprezzerebbe un paio di settimane di riposo al termine di una stagione lunga e – almeno al Barcellona – difficile.

Entra in scena a sinistra di Stan Collymore, come un cavallo da tiro sui pattini a rotelle, che offre i suoi pensieri in merito allo Specchio. Collymore considera la ricerca di De Jong “deludente”, il che solleva la questione di chi pensa Collymore del Manchester United dovrebbe inseguire nel mercato di questa estate. Collymore non dice chi United dovrebbe sta firmando, ma poi di nuovo, la sua storia recente quando si parla del Manchester United può essere un po’, beh, imprevedibile. Ad aprile, ad esempio, lo stava dicendo“Penso che la loro ricostruzione sia un lavoro così grande che dovranno passare al nucleare e dire semplicemente “tutti sono in vendita”, il che suona come un modo infallibile per dire al mondo intero, compresi i giocatori di livello d’élite che il tuo il club presumibilmente aspira ancora a – sta avendo una qualche forma di crollo collettivo e dovrebbe essere evitato come la peste.’

Ma per quanto sia facile lasciarsi sviare da una tale sciocchezza (oh Dio, immagina la reazione della Borsa di New York a quel tipo di annuncio, ma sto divagando), c’è un punto serio da fare. Qual è il “diritto” del Manchester United, quando si tratta di giocatori quest’estate? Dopotutto, non possono offrire la Champions League, offrono un’atmosfera che può diventare velenosamente arrabbiata quando le cose vanno male, il terreno ha bisogno di molto lavoro per farlo (sì, alla fine verrà ricostruito, ma ha vinto non essere completato il questo contratto per qualsiasi giocatore che ricevesse un’offerta), e nessuno sembrava molto felice lì la scorsa stagione. Un giocatore può guadagnare un sacco di soldi lì – ma questo è vero per qualsiasi club, per giocatori di altissimo livello – e può offrire tutto il fascino di indossare una maglia del Manchester United nel 2022. Per Frenkie de Jong, loro può offrire a Erik ten Hag, ma è davvero una questione di nicchia che questo particolare allenatore debba significare così tanto per questo particolare giocatore.

Come sempre sembra essere la strada con Collymore, lo è chiudere. È chiaro che la squadra dell’Ajax del 2019 si è rivelata un miscuglio altrove, e potrebbe valere la pena di riflettere sul perché questo potrebbe essere, ma il riflesso di Collymore è quello di raggiungere immediatamente “Big Club Big Player”, senza aver dato Qualsiasi apparente considerazione seria su ciò che costituisce un “Big Club” nel 2022. Perché nella maggior parte delle metriche che non sono raggiunte attraverso i social media o il valore commerciale, il Manchester United fallisce sotto più aspetti di quanto chiunque all’interno del club dovrebbe sentirsi a proprio agio, ed è stato facendo così per un po’ di tempo.

E questo filo di pensiero comporta un rischio evidente. Con De Jong, lo United dovrebbe essere d’oro. Una combinazione della situazione finanziaria in corso del Barcellona e della connessione Ten Hag del giocatore ha provveduto a questo. Ma il Manchester United non ha bisogno di essere sviato da giocatori che probabilmente non saranno interessati a trasferirsi all’Old Trafford e concentrarsi sui giocatori che lo faranno. Chi secondo Stan Collymore dovrebbe puntare il Manchester United – un’ipotesi cieca: Neymar, Lionel Messi, Kylian Mbappe, Kevin de Bruyne e Mo Salah – non è importante. Ciò che conta è chi il Manchester United pensa che il club dovrebbe guardare. Si spera che non la vedano allo stesso modo di Stan Collymore.

.

Leave a Comment