Serie 10 Come il Liverpool avrebbe dovuto provare a firmare invece il discutibile prestito Juventus

Arthur Melo, Everton v Liverpool Settembre 2022 Credit: PA Images

Arthur Melo sta già affrontando un futuro incerto al Liverpool a meno di un mese dal suo arrivo, quindi sorge la domanda: il club avrebbe dovuto ingaggiare qualcuno di diverso?

Sembrava che gli affari del Liverpool per l’estate sarebbero stati conclusi all’inizio di quest’anno. Darwin Nunez, Fabio Carvalho e Calvin Ramsay sono arrivati ​​tutti entro luglio; i rapporti all’epoca prevedevano che ulteriori acquisti fossero improbabili.

Tuttavia, un’aggravante crisi di infortuni a centrocampo ha provocato una reazione del Liverpool alla fine della finestra di mercato. Il giorno della scadenza, hanno completato una firma a sorpresa portando Arthur Melo in prestito dalla Juventus.

È stata una firma che potrebbe aver sollevato alcune sopracciglia, anche perché apparentemente è uscita dal nulla. Inoltre, Arthur non aveva esattamente messo in luce la Serie A da quando era arrivato alla Juventus dal Barcellona nel 2020.

Ma ora è a disposizione di Jurgen Klopp fino alla fine della stagione 2022/23, o almeno così dovrebbe essere. In effetti, ci sono state alcune affermazioni che Il Liverpool potrebbe ridurre il suo prestito se possono firmare un aggiornamento a gennaio.

Sebbene ad Arthur Melo non sia stata ancora data la possibilità di andare avanti, ci sono alcune preoccupazioni sul fatto che lo farà mai con la maglia del Liverpool.

Negli ultimi anni, il club ha raramente sbagliato la strategia di trasferimento. Ma per una volta, forse questo è stato una specie di acquisto di panico. Se avessero concentrato il loro radar altrove, avrebbero potuto trovare un’opzione migliore, a seconda di chi era disponibile.

Anche solo spostando leggermente la loro attenzione altrove nel mercato italiano, avrebbero potuto trovare giocatori migliori da perseguire. Qui, TEAMtalk dà un’occhiata ad alcune delle opzioni di Serie A che il Liverpool avrebbe dovuto prendere in considerazione al posto di Arthur Melo.

Nicolò Barella (Inter)

Nicolò Barella, Inter, durante la partita di Serie A allo Stadio Giuseppe Meazza Credit: PA Images

Nicolò Barella, Inter, durante la partita di Serie A allo Stadio Giuseppe Meazza Credit: PA Images

Un nome che avrebbe sicuramente conquistato i tifosi del Liverpool, Nicolò Barella si è affermato come uno dei migliori scrittori di serie A negli ultimi anni.

Il prodotto dell’Accademia del Cagliari è passato all’Inter nel 2019. Di conseguenza, è entrato a far parte di una rosa scudetto nella sua seconda stagione al club. Ora ha 25 anni, è diventato più di un potenziale cliente di spicco, ma uno straordinario senior.

Notoriamente paragonato a Steven Gerrard in passato, Barella è un box-to-box le cui qualità sarebbero state adatte alla Premier League – e in particolare al Liverpool – se avesse fatto una mossa del genere.

C’erano collegamenti in ritardo nella finestra, ma alla fine l’opzione Barella è stata scartata. Sotto contratto con l’Inter fino al 2026, potrebbe rimanere nel radar del Liverpool.

Ismael Bennacer (Milan)

Un altro giocatore che chiama San Siro a casa per essere legato al Liverpool per tutto agosto è stato il Milan, Ismael Bennacer.

Il suo precedente tentativo di stabilirsi in Inghilterra non è andato secondo i piani; ha lasciato l’Arsenal nel 2017 senza mai fare il suo debutto in Premier League. Ma negli ultimi anni in Italia, la nazionale algerina ha prosperato.

La scorsa stagione è stata la più impegnativa della sua carriera, visto che ha giocato 40 volte in tutte le competizioni. Grazie all’impegno del 24enne e di chi gli sta intorno, il Milan ha vinto il campionato.

Ormai sarebbe molto più attrezzato per il successo in Premier League. Pertanto, valeva la pena considerarlo, soprattutto perché il suo contratto è valido solo fino al 2024.

Piotr Zielinski (Napoli)

I collegamenti tra Liverpool e Piotr Zielinski datano già nel 2016ma finirà mai davvero ad Anfield?

La scorsa stagione il nazionale polacco ha superato le 250 presenze con il Napoli, che ha chiuso ai posti della Champions League. Ovviamente, sono finiti nello stesso girone del Liverpool e hanno ottenuto una famosa vittoria nel primo incontro di settembre.

Zielinski ha iniziato quella partita e ha segnato due gol, mostrando ai suoi ammiratori di lunga data cosa si sono persi.

Anche in scadenza di contratto nel 2024, anche se il Napoli ha la possibilità di prolungare il suo contratto per un anno in più, è improbabile che abbiamo visto l’ultimo di Zielinski essere trasferito al Liverpool.

André-Frank Zambo Anguissa (Napoli)

Un altro giocatore che è riuscito a catturare l’attenzione del Napoli in quella vittoria per 4-1 sui Reds è stato Andre-Frank Zambo Anguissa.

Potrebbe non aver fatto una grande impressione in Premier League con il Fulham, ma devono aver avuto qualcosa nell’identificarlo come un talento. Da quando è arrivato al Napoli la scorsa estate, Zambo Anguissa ha portato il suo gioco a un livello completamente nuovo.

Già nell’ottobre 2021 l’ex direttore sportivo della Roma Walter Sabatini – l’uomo che ha portato in Europa un certo Alisson Becker – ha raccontato CalcioNapoli24: “Non capisco come (nessuno) in Premier League non lo abbia notato. Sono stupito che le due squadre di Manchester, Chelsea e Liverpool non siano arrivate su un giocatore del Fulham”.

Forse il Liverpool avrebbe dovuto guardare più da vicino da allora. Con giocatori migliori intorno a lui, il camerunese avrebbe potuto brillare.

Marcelo Brozovic (Inter)

Come il suo compagno di squadra dell’Inter Barella, Marcelo Brozovic è stato oggetto di legami con Liverpool nel lontano e più recente passato.

Ancora al suo apice all’età di 29 anni, negli ultimi anni ha affinato le sue abilità come difensore, dopo essersi inizialmente fatto un nome come un’opzione attaccante.

La sua evoluzione tattica potrebbe ricordare in qualche modo come Georginio Wijnaldum si sia adattato e sviluppato sotto Jurgen Klopp. L’uscita dell’olandese nel 2021 ha lasciato un vuoto nel centrocampo del Liverpool che stanno ancora lavorando per colmare.

Brozovic ha firmato un prolungamento del contratto con l’Inter a marzo, quindi potrebbe non essere stato l’obiettivo più raggiungibile. Ma ciò non ha impedito al Liverpool di essere collegato e la sua funzionalità nel mezzo del parco sarebbe stata vantaggiosa.

Lorenzo Pellegrini (Roma)

A proposito di Wijnaldum, l’ex rossonero in questo momento sarebbe in lizza per un posto nel centrocampo della Roma se non fosse per una frattura alla gamba. Se fosse in forma, per loro giocherebbe un ruolo fondamentale insieme a uno come Lorenzo Pellegrini.

Per coincidenza, il capitano della Roma era interessato al Liverpool l’anno scorso prima di affidare il suo futuro a lungo termine al suo club d’infanzia.

In grado di giocare come attaccante o in un ruolo migliore, avrebbe portato creatività nel suo reparto se il Liverpool fosse riuscito a convincerlo prima.

Al Liverpool forse mancava qualcuno per sbloccare le difese dal territorio di centrocampo, e Pellegrini – che ha anche goduto della sua migliore stagione da gol in assoluto nel 2021-22, ma contribuisce regolarmente anche con gli assist – sarebbe stato più adatto a questo di Arthur.

Sergej Milinkovic-Savic (Lazio)

Altrove nella capitale italiana, Sergej Milinkovic-Savic continua a prosperare per la Lazio. Il nazionale serbo sembra essere stato legato al Manchester United per un’eternità, quindi sarebbe stato dolce per il Liverpool battergli improvvisamente i rivali.

Ricordi quando sembrava che lo United fosse il principale contendente per Fabinho, fino a quando il Liverpool non si è intrufolato e lo ha reso un giocatore chiave dopo la sua mossa del 2018? Forse avrebbero potuto provare a orchestrare una ripetizione.

Un’altra opzione dinamica, box-to-box, Milinkovic-Savic avrebbe più presenza di Arthur Melo a causa delle sue impressionanti caratteristiche fisiche.

A 27 anni è al suo apice e non ci sono segnali di rallentamento. Da tempo identificato come qualcuno le cui abilità sarebbero state adattabili alla Premier League, forse non avrebbe dovuto essere trascurato.

Jerdy Schouten (Bologna)

Un altro obiettivo del Manchester United che è stato collegato al Liverpool alla fine della finestra di trasferimento è stato Frenkie de Jong.

A dire il vero, sembrava un suggerimento piuttosto fantasioso. Tuttavia, ci sono alternative che potrebbero essere entrate nell’equazione. Ad esempio, l’olandese del Bologna Jerdy Schouten è stato paragonato a De Jong dall’ex stella dell’Olanda Rafael van der Vaart.

Schouten, 25 anni, potrebbe progredire a un certo punto, e sebbene il Liverpool non lo abbia guardato in estate, alcuni altri club della Premier League – incluso l’Arsenal, un rivale per i posti europei – presumibilmente lo hanno fatto.

Potrebbe essere stato un investimento scaltro a causa del suo profilo più basso. Purtroppo ad agosto ha finito per prolungare il contratto con il Bologna; la squadra di Serie A potrebbe essersi assicurata un discreto profitto quando arriva il momento di incassare.

Davide Frattesi (Sassuolo)

In alternativa, una delle altre maggiori prospettive in Serie A al di fuori delle prime sette squadre è il giocatore del Sassuolo, Davide Frattesi.

A dicembre, l’esperto di trasferimenti italiano Fabrizio Romano ha dichiarato Frattesi come “il prossimo Barella” in un’intervista con Impero del Kopquindi è chiaro perché potrebbe essere stato qualcuno di interesse.

Alla fine, non sono seguiti collegamenti genuini per il Liverpool. Dopo essere diventato un nazionale italiano a pieno titolo, però, il 22enne ha iniziato bene la sua seconda stagione in prima squadra del Sassuolo.

Potrebbe avere maggiori possibilità di attirare grandi pretendenti negli anni a venire.

Denis Zakaria (Juventus)

Denis Zakaria Juventus Agosto 2022 Credit: PA Images

Denis Zakaria Juventus Agosto 2022 Credit: PA Images

Il Liverpool avrebbe potuto anche scegliere qualcun altro alla Juventus in particolare, per non parlare della Serie A nel suo insieme.

Dopo l’arrivo di Arthur, ci sono state rivelazioni che in realtà ha chiesto alla Juventus Denis Zakaria prima del brasiliano. I loro tentativi non hanno avuto successo e la stella svizzera è finita al Chelsea.

Se Zakaria fa bene allo Stamford Bridge, potrebbe tornare a perseguitare il Liverpool. Potrebbe esserci già un senso di rammarico per aver perso l’ex giocatore del Borussia Monchengladbach, che la Juventus aveva vantaggiosamente rubato a gennaio, sei mesi prima della scadenza del suo contratto in Germania.

Zakaria era da titolare alla Juventus nella giornata di apertura della stagione di Serie A, ma ora sta esercitando il suo mestiere in Premier League. Ahimè, non è con il Liverpool.

Quale futuro per Liverpool e Arthur Melo?

I Reds ora dovranno elaborare altri piani se vogliono sostituire Arthur Melo nel 2023. Ovviamente, non devono limitarsi a guardare le opzioni della Serie A. Ma mentre stavano lavorando in quel mercato, avrebbero potuto farlo meglio.

Dopo aver insistito sul mantra di prendere di mira solo il giocatore giusto, sembra strano che siano finiti con Arthur. Tuttavia, l’ex star del Gremio punterà a stupire con le possibilità che ottiene. È stato già acquistato da due grandi club; anche se non ha funzionato, devono aver visto in lui un potenziale che sta ancora aspettando di essere liberato.

A meno che non impressioni davvero, però, il Liverpool dovrebbe guardare altrove per il futuro. La risposta potrebbe venire dalla Bundesliga, dove ovviamente ha lanciato un’occhiata a Jude Bellingham del Borussia Dortmund.

Ma senza dubbio ci saranno molte altre opzioni da tenere a mente durante la navigazione nella stagione 2022-23 con Arthur e altri.

L’articolo Melo: Serie 10 Arthurs Il Liverpool avrebbe dovuto provare a firmare invece del discutibile prestatario Juventus apparso per primo su Teamtalk.com.

Leave a Comment