squadre, ultime notizie, programma, partite posticipate, morte dei Queen, Chelsea, Graham Potter, Son Heung-min

Dopo che tutte le partite della Premier League sono state rinviate lo scorso fine settimana, questo fine settimana vede la ripresa dell’azione nazionale, anche se anche tre delle più grandi partite di campionato sono state rinviate a causa del reindirizzamento della polizia britannica al funerale della regina.

Con il fine settimana internazionale che seguirà questo fine settimana, le squadre sperano di costruire un po’ di slancio prima della pausa di due settimane. Per altri, come il Liverpool, la partita di questo fine settimana arriva in un momento perfetto dopo un inizio di stagione difficile.

LA RINASCITA DI LIVERPOOL È REALE?

Alla fine, sembra che il Liverpool abbia trovato i suoi piedi. Beh, più o meno. Abbiamo detto la stessa cosa dopo il record di nove gol battuti contro il Bournemouth il mese scorso, solo per la loro breve rinascita è andata in pezzi immediatamente. Questa volta, una quindicina incombente di allenamento extra potrebbe aiutare a invertire la tendenza.

I problemi ad Anfield sono stati messi a nudo nelle ultime settimane. I postumi di una brutale stagione di 63 partite in cui sono andati a due partite di distanza da un quadruplo ha colpito duramente la squadra: nelle prime sette partite (tutte le partite), i Reds hanno corso una distanza totale combinata inferiore a quella dei loro avversari. Ci sono stati un sacco di infortuni, mentre il centrocampo sottodimensionato ha particolarmente faticato poiché Jurgen Klopp ha deciso di non firmare i rinforzi fino all’arrivo di Arthur Melo il giorno della scadenza.

Klopp ha subito brutte sconfitte in precedenza, ma ha dichiarato la sconfitta per 4-1 in Champions League contro il Napoli la peggiore del suo mandato.

“Ho rivisto il gioco molte volte ed è stato un vero spettacolo horror”, ha detto Klopp.

“È stata la partita peggiore che abbiamo giocato da quando sono qui. Ne abbiamo avute di brutte, tutti ricordano (sconfitta per 7-2 contro) Aston Villa e altri ma c’era sempre qualche scorcio di noi anche in queste partite. In questo particolare gioco, niente”.

“Sembra che dobbiamo reinventare noi stessi”, ha anche detto Klopp a BT Sport. “Mancano molte cose”.

Sorprendentemente, dopo una delle stagioni più impegnative mai registrate – e con le partite di quest’anno destinate a essere ancora più ricche – il Liverpool ha goduto di una pausa di sei giorni tra le partite, dopo che la morte di The Queen ha visto le partite dello scorso fine settimana posticipate.

“Sono stati quattro o cinque giorni di assoluta verità – non abbiamo trattenuto nulla”, ha detto Klopp.

Quindi, hanno posto fine a una tendenza horror di subire gol per primi vincendo 2-1 contro l’Ajax grazie a un vincitore in ritardo di Joel Matip.

Ora, con la partita di domenica contro il Chelsea posticipata (a causa delle priorità di polizia per il funerale della regina), il Liverpool ha una pausa di due settimane e mezzo poiché l’International Window arriva quasi al momento perfetto.

“È il primo passo, ma niente di più”, ha detto Klopp della vittoria dell’Ajax.

Con Matip, Thiago Alcantara e Diogo Jota tutti tornati nella formazione titolare dopo essersi ripresi dagli infortuni, il Liverpool assomiglia molto di più ai pesi massimi che spesso dilagavano la scorsa stagione. La nuova superstar che ha firmato Darwin Nunez non ha ancora preso il volo e al momento è molto meno importante per i Reds rispetto al ritorno di Jota.

Kostas Tsimikas ha anche goduto di una delle sue migliori uscite con la maglia dei Reds e sembra un serio sfidante per il blocco virtuale di Andy Robertson sul ruolo di terzino sinistro titolare in questa stagione. Il suo terzino opposto, Trent Alexander-Arnold, è stato un lottatore a sorpresa quest’anno, così come il difensore centrale Virgil van Dijk.

Se quella coppia dovesse continuare la sua scarsa forma, le speranze per il titolo del Liverpool – per non parlare delle loro aspirazioni tra le prime quattro – sembrerebbero fuori portata.

Van Dijk ha dichiarato: “Quello che abbiamo fatto la scorsa settimana (contro il Napoli) è stato inaccettabile, tutti noi, e i giorni dopo quella partita abbiamo sicuramente avuto un controllo della realtà.

“Siamo stati assolutamente scioccanti quella notte, lo sappiamo, fa male a tutti noi, fa male a me.

Ne abbiamo parlato, abbiamo tracciato una linea sotto di essa e abbiamo mostrato gli scorci (contro l’Ajax) di ciò che normalmente siamo. Siamo bravi se giochiamo come una squadra”.

Con sei giorni tra le ultime due partite e due settimane e mezzo buone prima del prossimo scontro, questa volta il risveglio del Liverpool potrebbe essere il vero affare.

IL FIGLIO ‘RIDE’ AL PESANTE INIZIO DI TIRO

Per anni, la star sudcoreana Son Heung-min è stata una potenza creativa al Tottenham. In questa stagione, nonostante l’inizio caldo del Tottenham nella stagione di Premier League (imbattuto in sei partite di campionato, terzo posto e solo un punto dietro l’Arsenal), Son non è riuscito a entrare a referto nonostante sia partito in tutte e otto le partite di PL e Champions League.

È un cambiamento significativo rispetto alla scorsa stagione, quando Son ha segnato 12 gol nelle ultime 14 presenze condividendo la Scarpa d’Oro della Premier League con Mohamed Salah del Liverpool, avendo segnato 23 gol a testa.

Ma ci sono crescenti richieste per l’allenatore degli Spurs Antonio Conte di abbandonare il 30enne, qualcosa che le leggende della Premier League hanno chiuso.

Parlando con BT Sport, Rio Ferdinand è stato enfatico: “Nessuna possibilità, bestemmia! Vincitore della Scarpa d’Oro la scorsa stagione, capocannoniere insieme a Mo Salah. Mancano sei partite di Premier League, un paio di Champions League… e chiedono che venga eliminato? Stavano chiedendo che Harry Kane venisse eliminato quando non ha segnato ad agosto tutte quelle volte?”

Ha aggiunto: “Per me, se tolgo un giocatore dalla squadra degli Spurs, [deciding between] lui o Harry Kane sarebbe il lancio di una moneta. È un top, top player”.

Michael Owen è d’accordo, concentrandosi sulle impressionanti statistiche di Son in termini di creatività in questa stagione.

“È il migliore che abbia mai avuto nella sua ottava stagione, sono totalmente d’accordo con Rio”, ha detto.

“Brevi ricordi. Se sei il Manchester United, il City o il Liverpool e dici: ‘Puoi avere un giocatore’… direi che la maggioranza prenderebbe Son. Sì, Harry Kane segna molto, ma lui (Figlio) ha segnato più gol la scorsa stagione. È solo molto, molto difficile contro cui giocare.

“Devi essere paziente con i migliori giocatori. Cosa sarebbe [dropping him] fare alla testa? Ha portato la squadra per due, tre anni. Tutti dicono che è una squadra di due uomini con lui e Kane, poi all’improvviso ha qualche partita tranquilla e tu lo lasci cadere?”

Harry Kane è partito alla grande, ottenendo cinque gol nelle sue prime sei partite di Premier League. I nuovi arrivati ​​Ivan Perisic, Dejan Kulusevski e Richarlison hanno tutti ottenuto due assist in campionato, con il forte reclutamento degli Spurs che ha ridotto la dipendenza da Son come regista chiave.

Inoltre, ci sono ancora problemi nella squadra del nord di Londra, problemi che sono stati esposti alla fine del crollo della Champions League per la sconfitta per 2-0 contro lo Sporting CP.

“Sto bene. Se devo essere onesto, se non avessi occasioni nel gioco sarei preoccupato, ma ho ancora delle possibilità”, ha detto Son la scorsa settimana.

“In alcune partite ci sono stati momenti sfortunati. In alcune partite è stata una brutta fine. Questo mi renderà più forte … In alcune partite sono davvero frustrato perché se ho delle occasioni enormi e la palla non entra. Mi fa solo ridere.

Ma non sono preoccupato perché la squadra, lo staff e tutti i tifosi mi stanno aiutando.

“Penso che se ne segnassi uno la fiducia tornerà e spero di poter andare avanti e segnare più gol”.

È improbabile che Son venga eliminato dall’undici titolare per lo scontro di domenica mattina (AEST) con il Leicester City, ultimo in classifica, nonostante la scintilla che ha mostrato Kulusevski quando è uscito dalla panchina per sostituire il sudcoreano contro lo Sporting.

Son ha colpito due volte il legno e sta ancora tirando molti tiri: 17 in campionato, secondo solo a Kane tra i giocatori degli Spurs.

Ci sono stati segnali preoccupanti, ma le volpi senza vittorie potrebbero essere solo la sua migliore occasione per porre fine alla siccità.

UGUALE, STESSO MA DIVERSO PER IL NUOVO BLUES BOSS

La prima partita del nuovo allenatore del Chelsea Graham Potter alla guida dei Blues si è conclusa con un difficile pareggio per 1-1 contro il Red Bull Salisburgo – e gli stessi problemi che hanno afflitto il suo predecessore Thomas Tuchel erano in bella mostra.

La principale tra queste era l’incapacità di sfruttare le opportunità chiave in attacco.

Sia Raheem Sterling che Kai Havertz hanno perso occasioni all’inizio della partita, mentre Mason Mount è stato lasciato scuotere la testa incredulo dopo aver mandato a lato un tiro al 39 ° minuto.

Pur subendo solo un gol, a volte c’erano dei buchi evidenti in difesa, ma non era affatto male per il nuovo look Blues di Potter.

L’utilizzo del versatile Sterling come terzino sinistro, in particolare, ha dato i suoi frutti in anticipo anche se non è sempre andato come previsto.

Non è una novità per Potter operare con flessibilità posizionale e in realtà, invece di essere difensivo, il ruolo di Sterling ha effettivamente dato al Chelsea un vantaggio in più in attacco.

Sterling ha giocato in alto e in largo, cosa che Potter ha spiegato dopo la partita è stata una scelta intenzionale per aprire più opportunità uno contro uno per il 27enne.

“Pensavo che avessimo messo Raheem in situazioni uno contro uno abbastanza spesso, situazioni pericolose nella scatola, hanno bloccato bene”, ha detto Potter.

Il gol di Sterling, che è arrivato da un sovraccarico, è stato il risultato di esso, anche se il pareggio del Salisburgo è stato anche un prodotto di esso, con Sterling e Marc Cucurella che hanno recuperato in campo.

La genialità di Potter si basa sulla flessibilità sia tattica che posizionale e ne abbiamo visti scorci contro il Salisburgo, anche se ci hanno anche ricordato i grossi problemi che ha ereditato.

Joe Cole, esperto di BT Sport, è rimasto colpito dal nuovo ruolo di Sterling, paragonandolo a quello adottato da Leandro Trossard a Brighton.

“Ehi [Sterling] è stato eccezionale”, ha detto Cole.

“Sta interpretando quel ruolo di Trossard, quello che ha fatto per il Brighton, dove gioca in alto e in largo. Sta invertendo, allungando il campo e facendolo grande. È in acri di spazio.

Ci sono stati alcuni segnali positivi per il Chelsea nel sorteggio. (Foto di Mike Hewitt/Getty Images)Fonte: Getty Images

Peter Crouch ha anche detto che c’erano “segni di positività” per Potter e Chelsea, elogiando il nuovo boss dei Blues per le sue “audaci” sostituzioni a fine partita, inclusa quella di Sterling.

Sebbene Crouch abbia avvertito che, più in generale, Potter potrebbe aver bisogno di lavorare per instillare più fiducia in alcuni dei suoi giocatori chiave, incluso il nuovo acquisto Pierre-Emerick Aubameyang.

“Penso che al momento ci sia un po’ di mancanza di fiducia in alcuni giocatori”, ha detto Crouch.

“Certamente [Hakim] Ziyech che vieni poi puoi vedere che aveva le spalle abbassate. Non sembrava un giocatore pieno di fiducia.

“Pierre-Emerick Aubameyang anche le ultime partite. Penso che ci siano alcuni giocatori che soffrono con un po’ di mancanza di fiducia, quindi è qualcosa che lui [Potter] ha davvero bisogno di affrontare.”

.

Leave a Comment