Takuma Asano: l’ex Arsenal protagonista di Bochum e del Giappone

Takuma Asano è stato indicato per la celebrità da Arsene Wenger, ma i problemi di permesso di lavoro hanno visto il nazionale giapponese cercare un futuro fuori Londra, uno che ora ha trovato a Bochum e uno che sta raccogliendo frutti sia per il club che per la nazione.

Asano è stato ingaggiato dall’allora allenatore dell’Arsenal Wenger nel 2016 e il francese ha descritto il 21enne firmato dal Sanfreece Hiroshima come “un giovane attaccante di talento e molto pronto per il futuro”.

Wenger – famoso per aver portato alla luce i migliori talenti – non ha sbagliato, anche se sarà rimasto deluso per non aver levigato lui stesso il diamante di Asano.

Sia Asano che Wenger sono ormai lontani dall’Arsenal, con il primo protagonista del Bochum in Bundesliga e che ha appena aiutato il Giappone a raggiungere la Coppa del Mondo FIFA 2022.

È solo una ricompensa per il duro lavoro del nativo di Komono, il cui viaggio è stato tutt’altro che semplice.

Asano ha saltato la Coppa del Mondo FIFA 2018, ma ha aiutato il Giappone a qualificarsi per l’edizione 2022. – /IMAGO/AFLOSPORT

Come dimostrato nei suoi primi tre anni in Germania, dove l’Asano è stato ceduto in prestito prima al VfB Stuttgart e poi all’Hannover 96 poiché la burocrazia ha ostacolato – e alla fine ha interrotto – la sua carriera nell’Arsenal.

Le cose sono iniziate abbastanza bene a Stoccarda, con i quattro gol in campionato di Asano e quattro assist che hanno aiutato il VfB al titolo di seconda divisione. Ma ha rallentato nella massima serie la stagione successiva e ha concluso la stagione 2018/19 fuori dai conti dell’Hannover poiché il club ha evitato di far scattare l’obbligo di acquistare il giocatore dopo un certo numero di presenze.

“Abbiamo ricevuto l’ordine che non ci è più permesso usarlo”, ha detto il direttore sportivo dell’epoca, Horst Heldt.

“[Coach Thomas Doll] ricevuto un’istruzione chiara dalla direzione e devi attenerti ad essa. È così, anche se è un po’ insolito, ma alla fine devi rispettarlo”.

Guadare: Asano segna il suo primo gol in Bundesliga – per lo Stoccarda, contro l’Hannover

Asano ha riassunto la sua conclusione deludente della campagna dicendo: “Penso che sia stata una stagione difficile, dura e frustrante guardando indietro ora. L’unica cosa su cui posso avere fiducia è che la crescita è possibile ogni giorno”.

E Asano avrebbe continuato a crescere, passando al Partizan Belgrado dove ha segnato 30 gol e realizzato 15 assist in 77 presenze, inclusa una stagione finale da barnstorming che lo ha visto segnare 18 gol per se stesso e fornirne altri otto per i suoi compagni di squadra.

Questo è bastato a Bochum per fare la sua mossa e indurre Asano a tornare in Germania, dove lo aspettavano gli affari in sospeso.

“Siamo lieti che Takuma Asano abbia scelto il VfL”, ha affermato Sebastian Schindzielorz, direttore sportivo del VfL. “Ha esperienza internazionale e conosce la Bundesliga e il calcio tedesco. È un attaccante versatile ed è affamato di gol”.

Asano ha trascorso una stagione deludente all’Hannover, prima di tornare in Germania con il Bochum. – Jörg Schüler/Bongarts/Getty Images

Asano avrebbe dovuto aspettare la ventesima giornata per sfamare quella fame sotto porta, quando, da sostituto al 65′, il suo primo gol del Bochum cinque minuti dopo ha salvato il 2-2 contro il Colonia.

“Sono molto orgoglioso di aver segnato il mio primo gol in Bundesliga con il VfL”, ha detto dopo la partita. “Dobbiamo ancora lavorare sulla nostra efficienza. Abbiamo creato molte occasioni, ma dobbiamo prenderne di più”.

Asano ha ascoltato le sue stesse parole di consiglio. Alcuni giorni dopo aver aiutato il suo paese a battere l’Australia per prenotare un posto ai Mondiali del 2022 in Qatar, il 27enne ha segnato il suo secondo e terzo gol stagionale in Bundesliga.

L’Asano ha segnato il primo gol contro l’Hoffenheim alla 28a giornata prima che David Raum pareggiasse per i padroni di casa, ma il creatore del Bochum non sarebbe da meno, afferrando il vincitore con poco più di mezz’ora per giocare in una prestazione superba.

Il primo è stato un momento di brillantezza individuale quando Asano ha preso vita sulla sinistra prima di sparare a casa da fuori area, mentre il secondo ha mostrato forza e compostezza, entrambi gol molto diversi che hanno messo in evidenza l’immenso talento che ha il fuoriclasse giapponese di 5’7″ a sua disposizione.

“Mi sento benissimo”, ha detto Asano dopo la partita. “Ci siamo guadagnati una vittoria contro un avversario molto forte e potrei aiutare la squadra con i miei due gol. Non può andare meglio.

“Daccio sempre il 100% e cerco di segnare gol. Il fatto che oggi abbia funzionato così bene mi rende molto felice, ovviamente. Questi sono tre punti immensamente importanti per noi sulla nostra strada per mantenere il campionato, ma non siamo ancora del tutto lì. Dobbiamo rimanere completamente concentrati per raggiungere il nostro obiettivo”.

Che Asano sia così concentrato sui volumi di discorso collettivo di un giocatore capace dell’eccezionale tutto sulla sua solitudine ma metta le esigenze della sua squadra al primo posto.

Guadare: Asano salva un punto per Bochum contro il Colonia

Non c’è da stupirsi quindi che i suoi compagni di squadra siano stati felici di vedere Asano iniziare a mostrare al mondo di cosa è capace.

“Takuma è un bravo ragazzo e tutti vanno d’accordo con lui”, ha detto il difensore del Bochum Maxim Leitsch. “Sono molto contento che oggi abbia segnato due gol. Quando porta in campo le sue qualità, è estremamente difficile fermarlo”.

Ora che ottiene il meglio dall’Asano, il Bochum – un club promosso solo dalla seconda divisione la scorsa stagione, ma più vicino alle posizioni europee rispetto alla retrocessione automatica a sei partite dalla fine – e la loro stella del Giappone stanno fiorendo.

E, dopo essere stato eliminato dalla squadra preliminare del Giappone nel 2018, Asano è ora sulla buona strada per partecipare per la prima volta a una Coppa del Mondo, dove la sua conoscenza della Germania, rivale del Gruppo E, tornerà molto utile.

Leave a Comment