Tanguy Ndombele consegna a Daniel Levy un grande dilemma mentre il Tottenham ha dato una spinta al trasferimento di Giovani Lo Celso

Come sempre nel mondo del Tottenham Hotspur, ci sono molti alti e bassi nel corso di una stagione. Questo è stato il caso di alcuni membri della squadra che hanno lasciato l’N17 in vari momenti della stagione e hanno giocato a calcio altrove.

Vedendo giocatori del calibro di Cameron Carter-Vickers, Troy Parrott e Kion Etete andare in prestito in estate, i membri della prima squadra Tanguy Ndombele, Giovani Lo Celso e Bryan Gil sono partiti a gennaio con Antonio Conte che ha apportato alcune modifiche chiave alla sua squadra. Non sempre avendo avuto la fortuna in termini di scelta della squadra in prestito perfetta per i propri giocatori in passato, è stato un altro anno misto per coloro che hanno lasciato gli Spurs su base temporanea.

Allora, chi erano i vincitori e i vinti dell’esercito in prestito del Tottenham? calcio.londra dà un’occhiata.

LEGGI DI PIÙ: Ultimi Alessandro Bastoni, Lenglet, Pau Torres, Kim Min-jae e l’elenco dei difensori centrali degli Spurs

Vincitori

Giovani Lo Celso

Dentro e fuori la squadra del Tottenham nei primi mesi della stagione, Conte ha scelto di separarsi da Lo Celso a gennaio mentre si dirigeva verso il Villarreal, squadra della Liga. Facendosi un vero nome al Real Betis prima del suo trasferimento al Tottenham nel 2019, il ritorno in Spagna sembrava essere proprio ciò di cui il nazionale argentino aveva bisogno per aiutarlo a ritrovare la sua forma.

Lo Celso ha fatto esattamente questo al Villarreal, giocando un ruolo importante nella loro corsa alle semifinali di Champions League dove sono stati eliminati dalla competizione dal Liverpool. Avendo un ruolo importante da svolgere nell’estrarre Juventus e Bayern Monaco dalla principale competizione europea lungo la strada, non sorprende vedere perché i Sottomarini Gialli vogliono ingaggiarlo a tempo indeterminato quest’estate.

Il successo in prestito al Villarreal di Lo Celso significa che gli Spurs non saranno affatto a corto di opzioni se vuole andare avanti per sempre nelle prossime settimane.

Brian Gil

Il tempo di gioco sarebbe sempre stato difficile da trovare per Gil nei primi mesi della sua carriera nel Tottenham mentre cercava di tenersi al passo con il ritmo e l’intensità della Premier League. Nonostante Conte abbia concesso minuti qua e là fuori dalla panchina all’inizio del 2022, è stato deciso che avrebbe potuto andare in prestito alla fine della finestra di mercato di gennaio.

Tornato in Spagna con il Valencia, il 21enne ha avuto un grande impatto al Mestalla e non è passato molto tempo prima che i fedeli di casa lo chiedessero di restare per sempre. Gil potrebbe aver registrato solo un assist in 17 partite, ma ha prodotto alcune grandi prestazioni nel suo breve tempo al club, aiutandoli in particolare a raggiungere la finale di Copa del Rey.

Cameron Carter-Vickers

Carter-Vickers ha lasciato il Tottenham in prestito per la settima volta mentre si è unito al Celtic nell’ultimo giorno della finestra di mercato estiva. Abitante nella squadra di Ange Postecoglou, il 24enne ha collezionato 45 presenze in tutte le competizioni e ha aiutato il Celtic a vincere lo scudetto e la Coppa di Lega scozzese in un periodo di prestito di grande successo.

Entrando anche nella Squadra dell’anno della PFA Scotland, il Celtic ora ha l’opportunità di rendere permanente il suo trasferimento in prestito, che calcio.londra capisce è di circa 6 milioni di sterline in anticipo con potenziali componenti aggiuntivi che alla fine potrebbero portare a 10 milioni di sterline in tutto. Attirando l’attenzione nei suoi precedenti periodi in prestito a Luton Town e Bournemouth, questa è stata senza dubbio la migliore stagione del giocatore fino ad oggi nella sua carriera finora.

Troia Pappagallo

La stagione 2021/22 sarebbe stata sempre una grande per Parrott dopo un periodo frustrante in prestito al Millwall e all’Ipswich Town la stagione precedente. Iniziando la stagione in fiamme con due gol nelle prime tre partite, la Repubblica d’Irlanda ne ha segnati altri due prima di attraversare un periodo sterile tra la fine di ottobre e l’inizio di marzo.

La sua doppietta contro il Cheltenham Town lo ha spronato a finire la stagione in modo incredibilmente forte con altri quattro gol per MK Dons e un vincitore dell’ultimo minuto per il suo paese contro la Lituania. Oltre a segnare dieci gol e sette assist in 47 partite con il club del Buckinghamshire, Parrott eccelleva in altre aree del suo gioco e spesso riceveva lodi dal boss Liam Manning.

Il campionato dovrebbe essere il prossimo punto di riferimento per l’attaccante se dovesse uscire di nuovo in prestito dal Tottenham quest’estate.

Menzioni d’onore:Jack Clark ha concluso la stagione alla grande e ha riconquistato la sua forma migliore negli ultimi mesi di successo per il Sunderland quando è tornato al campionato dopo aver vinto la finale degli spareggi. Kion Etete Ha avuto anche un anno di successo e ha segnato sei gol e due assist per il Northampton Town, squadra della League Two, prima di passare a una divisione e segnare tre gol per il Cheltenham Town.

Perdenti

Tanguy Ndombele

In mezzo a molte incertezze sul suo futuro la scorsa estate, Ndombele è stato riportato al Tottenham XI da Nuno Espirito Santo una volta chiusa la finestra di mercato. La nomina di Conte ha visto calare il suo tempo di gioco ed è stato spostato a fine gennaio, tornando in prestito all’ex club del Lione.

Nonostante un inizio decente del suo periodo in Ligue 1, Ndombele si è ritrovato dentro e fuori dalla squadra verso la fine del suo periodo al Groupama Stadium e ha iniziato solo in sette delle sue 11 partite di campionato. Non esattamente dando fuoco al mondo e con il Lione che non vuole rendere permanente la sua mossa, ci sono grandi punti interrogativi su ciò che verrà dopo per il nazionale francese.

Mentre Lo Celso ha colto l’occasione e avrà molti club interessati ai suoi servizi, gli Spurs faranno fatica a trasferirsi a Ndombele in modo permanente a meno che non decidano di vendere a un prezzo ridotto. Un altro prestito potrebbe essere in programma per il giocatore a meno che non possa in qualche modo cambiare il modo di pensare di Conte e farsi strada nei suoi piani.

Papà Matar Sarr

Rimanendo in Francia, Sarr ha sopportato un periodo piuttosto frustrante in prestito al Metz. Ingaggiato dal club francese al termine della finestra estiva, è stato deciso che il 19enne dovrebbe tornare a Les Grenats per la stagione per aiutare nel suo sviluppo.

Un titolare nell’XI titolare all’inizio poiché ha giocato in una varietà di posizioni diverse a centrocampo, il nazionale senegalese si è presto trovato dentro e fuori la squadra da ottobre in poi e ciò è continuato fino alla fine della stagione. A partire da 22 delle sue 33 presenze in Ligue 1, Sarr, che faceva parte della rosa del Senegal che ha vinto la Coppa d’Africa, non ha potuto aiutare il Metz a mantenere il proprio posto nella massima serie, perdendo dopo essere arrivato 19°.

Nilo Giovanni

Dirigendosi al Charlton Athletic a gennaio per ottenere un’esperienza vitale in prima squadra alle spalle, il trasferimento in prestito di John al club della League One non è andato affatto secondo i piani. Il 19enne non è riuscito a fare una sola apparizione con gli Addicks ed è stato un sostituto inutilizzato in cinque occasioni.

Tutti al Tottenham sperano in un periodo di prestito molto migliore la prossima stagione se il giovane viene nuovamente ceduto in prestito.

.

Leave a Comment