Trasferimenti Arsenal: Jesus è il bersaglio numero 1, anche gli attaccanti di Serie A in miscuglio, ricerca del difensore centrale sinistro

La priorità dell’Arsenal in questa finestra di mercato non è un segreto: vogliono un nuovo centravanti.

Ma le aggiunte alla rosa non finiranno qui. Alla luce del ritorno del club al calcio europeo, l’Arsenal è consapevole di dover rafforzare in altri reparti: intende anche aggiungere un numero 8 per aumentare il proprio centrocampo ed è interessato a firmare un difensore centrale di sinistra per supportare Gabriel.

La scorsa estate, l’Arsenal è stato il più alto spendaccione della Premier League in commissioni di trasferimento, portando sei giocatori per 140 milioni di sterline. Quest’estate la strategia è diversa: l’Arsenal spera di aggiungere un numero minore di giocatori, ma alza sostanzialmente la qualità della rosa.

La mancata qualificazione alla Champions League è una battuta d’arresto, sicuramente in termini di bilancio. L’Arsenal crede, tuttavia, che sarà ancora in grado di atterrare i suoi obiettivi chiave. Ritengono che il progetto, la città e un manager persuasivo li rendano ancora una proposta convincente per potenziali acquisti.

Alcuni dei principali obiettivi sono noti. L’Arsenal è ancora ottimista sul fatto che il suo interesse per Gabriel Jesus darà i suoi frutti. Si ritiene che le discussioni tra il direttore tecnico dell’Arsenal Edu e i rappresentanti di Jesus siano in corso da mesi e, con un solo anno dalla fine del suo contratto, l’Arsenal interpreterà sicuramente le richieste del City come una posizione negoziale.

Jesus è l’obiettivo numero 1 dell’Arsenal: è considerato la persona perfetta per l’attacco dell’Arsenal. Ha il movimento intelligente che sta cercando il manager Mikel Arteta, mentre la sua versatilità offre anche flessibilità. Fondamentalmente, lavora anche incredibilmente duramente senza palla. Pep Guardiola e l’allenatore del Brasile Tite hanno entrambi definito Jesus il miglior attaccante al mondo.

Se deve essere raggiunto un accordo, Edu sarà la chiave di qualsiasi trattativa. Il direttore tecnico dell’Arsenal e Jesus vanno indietro nel tempo: era il coordinatore generale della nazionale brasiliana quando Jesus ha ricevuto la sua prima presenza nel settembre 2016. È utile anche che Arteta abbia lavorato al fianco di Jesus all’Etihad. Diversi altri club sono interessati alla firma di Jesus, il che potrebbe spingere l’Arsenal ad agire prima piuttosto che dopo.

I rapporti suggeriscono che il City potrebbe chiedere fino a 50 milioni di sterline per Jesus, un prezzo alto per un giocatore il cui contratto scade nel 2023. L’Arsenal spera che quella posizione sia solo l’inizio di una trattativa. Il club riconosce, tuttavia, che il mercato dei centravanti non è sinonimo di grande valore. Accettano che dovranno pagare un prezzo premium per ottenere un marcatore, chiunque vogliano, e sono disposti a farlo.

Ci sono altri nomi in lizza. Dominic Calvert-Lewin e Alexander Isak sono stati entrambi discussi a gennaio. L’elevata clausola rescissoria di Isak e l’apparente riluttanza a negoziare della Sociedad potrebbero escluderlo dal quadro. Calvert-Lewin è ancora ammirato dallo staff dell’Arsenal, ma ci sono preoccupazioni dopo una stagione difficile per infortunio e forma scadente.


Calvert-Lewin non è stato al meglio per l’Everton in questa stagione (Foto: Robbie Jay Barratt – AMA/Getty Images)

L’elenco degli obiettivi dell’Arsenal include diversi attaccanti in Serie A. Avevano un interesse per Tammy Abraham la scorsa estate e probabilmente lo avrebbero perseguito in modo più aggressivo se avessero trovato un acquirente disponibile per Alexandre Lacazette. L’ex attaccante del Chelsea è andato invece alla Roma, dove ha vissuto una fantastica stagione d’esordio. L’Arsenal lo segue ancora da vicino e il giocatore sarebbe aperto a un ritorno a Londra, ma la Roma non ha interesse a vendere.

Lautaro Martinez dell’Inter è stato oggetto di interesse da parte di Arsenal e Tottenham prima di firmare un nuovo contratto nell’ottobre 2021, e Arteta ed Edu rimangono fermi ammiratori dell’argentino. Il suo nuovo accordo lo renderebbe costoso, tuttavia, e preferisce giocare in due davanti.

L’attaccante del Napoli Victor Osimhen, 23 anni, è un altro giocatore che l’Arsenal ha seguito da vicino. Dato che il Napoli lo ha firmato per un compenso fino a 80 milioni di euro, è un altro che comporterebbe un prezzo elevato. C’è anche l’accettazione che la trattativa con il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis potrebbe essere impegnativa.

Interesse per l’Arsenal anche Gianluca Scamacca del Sassuolo. Il 23enne nazionale italiano ha segnato 16 gol in Serie A in questa stagione ed è seguito da alcuni grandi club europei. Inter e Milan seguono da vicino Scamacca e si ha la sensazione che possa decidere di restare in Serie A.

Il fatto che l’Arsenal firmerà o meno una seconda punta dipenderà probabilmente dal futuro di Eddie Nketiah. Il 22enne è a poche settimane dalla scadenza del suo contratto, ma restano sul tavolo nuovi termini e l’Arsenal spera un po’ di più che, dopo una serie di partenze, possa essere convinto a firmarlo. Se l’Arsenal dovesse ingaggiare una seconda punta, potrebbe essere un giocatore in precedenza nel suo sviluppo. Il club è un grande ammiratore del 19enne attaccante ceco Adam Hlozek, ma si ritiene che sia oggetto di forte interesse da parte del Bayer Leverkusen, che potrebbe rubare una marcia sull’Arsenal mentre il club londinese attende maggiore chiarezza sulla situazione dell’attaccante . .

Anche l’Arsenal stava valutando la possibilità di un attaccante largo, con l’esterno del PSV Cody Gakpo tra le opzioni che sono state discusse. Il club si è mosso rapidamente per ingaggiare il brasiliano Marquinhos, 19 anni, dal San Paolo. Il giovane è già volato a Londra per sottoporsi alle visite mediche e firmare le necessarie pratiche burocratiche. Il suo futuro a breve termine deve ancora essere deciso: potrebbe andare in prestito, o potrebbe essere ancora chiesto di lottare per un posto nella rosa di prima squadra dell’Arsenal. Ad ogni modo, ulteriori arrivi in ​​quest’area sarebbero molto probabilmente continui in caso di partenza, con Nicolas Pepe l’ovvio candidato da vendere.

Marquinhos di San Paolo


L’attaccante del Sao Paulo Marquinhos sembra destinato all’Arsenal (Foto: Ricardo Moreira/Getty Images)

C’è stato un suggerimento che l’Arsenal vuole reclutare giocatori nostrani. Sebbene ciò fosse vero la scorsa estate, la quota nostrana è ora in una posizione sana e l’Arsenal non è sotto pressione per acquistare i britannici. Le loro esperienze nella finestra del 2021, in particolare gli adattamenti fluidi di Ben White, Aaron Ramsdale e Martin Odegaard, li hanno convinti che è importante reclutare giocatori con esperienza in Premier League: è ciò che rende giocatori come Jesus, Calvert-Lewin e Abraham così intriganti .

Lo stesso vale a centrocampo, dove Youri Tielemans del Leicester City è al primo posto tra gli obiettivi dell’Arsenal. Come Gesù, gli resta solo un anno di contratto. L’Arsenal spera che queste situazioni possano essere sfruttate a proprio vantaggio e idealmente vorrebbe pagare circa 25 milioni di sterline.

Si sono svolti colloqui preliminari tra Edu e i rappresentanti del giocatore e, sebbene diversi club siano interessati al nazionale belga, l’Arsenal spera che possa essere convinto a scambiare le Midlands con Londra. Ruben Neves è un altro ammiratore dell’Arsenal della Premier League, ma sono consapevoli che dopo una stagione stellare il suo prezzo è quasi raddoppiato rispetto alla scorsa estate.

I tifosi dell’Arsenal stavano setacciando i media alla ricerca di notizie di un nuovo attaccante a gennaio, ma il club stava anche cercando contemporaneamente un difensore centrale. Arteta voleva aggiungere il nazionale tedesco di lato sinistro Nico Schlotterbeck per sostituire Pablo Mari, arrivato in prestito all’Udinese. All’Arsenal è stato detto che la preferenza di Schlotterbeck era di rimanere in Germania e poche settimane fa è stato rivelato che aveva firmato per il Borussia Dortmund.

L’Arsenal sarà ancora nel mercato per un difensore centrale di sinistra, se si presenterà l’occasione appropriata. Sarà interessante vedere se William Saliba si unirà alla scuderia di difensori dell’Arsenal la prossima stagione: al francese o ai suoi rappresentanti non sono ancora stati comunicati piani chiari.

L’aggiunta di nuovi terzini è una possibilità, ma ancora una volta ciò potrebbe dipendere dal fatto che i giocatori lascino il club. Come terzino sinistro, l’Arsenal ammira Aaron Hickey del Bologna, ma finora non c’è stata alcuna offerta formale. Sulla fascia opposta, il club ha ancora Cedric sotto contratto per altri due anni ed è soddisfatto del lavoro che ha svolto come sostituto di Takehiro Tomiyasu.

L’Arsenal spera di fare aggiunte in tempo utile per l’inizio della stagione. Senza un torneo internazionale, ci sono meno ostacoli. Muoversi rapidamente potrebbe essere vitale se vogliono evitare la difficile apertura che hanno vissuto nel 2021-22.

(Foto in alto: James Gill – Danehouse/Getty Images)

.

Leave a Comment