Tutto quello che devi sapere su corridori e corridori

Di Ben Sully

Con sei partite da giocare, la lotta per rimanere nella massima serie si sta scaldando. Quindi, con questo in mente, sembrava il momento adatto per esaminare le squadre che attualmente stanno combattendo per rimanere al primo posto in Germania.

Tempo rimanente: Mainz (H), Bayern Monaco (A), Hertha BSC (H), Bochum (A), FC Köln (H), RB Lipsia (A), Greuther Fürth (H)

Augsburg, una squadra che nelle ultime stagioni ha continuato a flirtare con il drop, tanto che la 2. Bundesliga deve sentirsi come se fosse guidata dal Fuggerstädter.
L’ultima volta che l’Augsburg è finito nella prima metà della classifica della Bundesliga è stato quando ha concluso la stagione 2014-15 al quinto posto, e questo non cambierà in questa stagione.

Tuttavia, se questo articolo fosse stato scritto una settimana fa, la prospettiva di Augusta sarebbe stata molto diversa. Prima del turno di incontri dello scorso fine settimana, i Fuggerstädter erano a pari punti con l’Hertha, che era in zona retrocessione. Tuttavia, le vittorie consecutive hanno visto l’Augsburg allontanarsi di sei punti dal pericolo.

Sebbene le basse posizioni finali siano diventate abituali, l’Augsburg continua a fare quel tanto che basta per prolungare la sua permanenza in Bundesliga stagione dopo stagione. Nessuna squadra ama uno scarto di retrocessione tanto quanto la squadra che combatte fuori dalla WWK Arena e con un distacco di sei punti stabilito tra loro e le ultime tre, sono vicine a uscire dal lato destro dell’ennesima battaglia per la retrocessione.

Tempo rimanente: Arminia Bielefeld (C), Borussia Dortmund (A), Mainz (H), Stoccarda (A), FC Köln (A), Bayern Monaco (H)

Il Wolfsburg entra nel tratto finale con cinque punti che lo separano dagli ultimi tre, mettendo a rischio il loro posto in Bundesliga.

In verità, è stata una stagione dolorosa per Die Wolfe che, insieme al Borussia Mönchengladbach, può essere considerato il più grande underachievers della Bundesliga in questa stagione.

Una squadra che ha iniziato la campagna con la speranza di qualificarsi alla Champions League per stagioni consecutive, chiude l’edizione 2021-22 della Bundesliga con un’ambizione: rimanere nella massima serie.

Mark van Bommel era l’uomo deciso a sostituire il defunto Oliver Glasner, ma quella si è rivelata una relazione fugace con l’ex boss del PSV Eindhoven sollevato dalle sue funzioni prima della fine di ottobre.

L’ex allenatore del Werder Brema Florian Kohfeldt è stato scelto come sostituto di Van Bommel e, sebbene abbia iniziato il suo mandato senza una sconfitta nelle prime tre partite, è impossibile giungere alla conclusione che la sua nomina sia stata un clamoroso successo. Il 39enne ha supervisionato cinque vittorie nelle sue 19 partite di campionato come capo allenatore del Wolfsburg e, a sole sei partite dalla fine, si ritrova nella posizione familiare di cercare di mantenere una squadra sotto la sua guida in Bundesliga.

I Die Wölfe sanno che sperimenteranno il loro miglior piazzamento in Bundesliga dal 2018, ma questa statistica non sarà nella loro mente al momento. Il loro obiettivo principale sarà accumulare abbastanza punti per evitare il calo, anche se la loro lista di appuntamenti suggerisce che potrebbero trovarsi in una corsa accidentata. Con quattro squadre nella prima metà ancora da giocare – comprese le prime due – le partite contro Arminia Bielefeld e Stoccarda sembrano essere particolarmente cruciali per la squadra di Kohfeldt.

Calendario rimanenti: Borussia Dortmund (H), Mainz (A), Hertha (H), Wolfsburg (A), Bayern Monaco (H), FC Köln (H)

A sei partite dalla fine, lo Stoccarda è seduto nella posizione finale sicura, con un punto che lo separa dalle ultime tre.

Gli svevi hanno goduto di una sorta di rinascita dopo aver evitato la sconfitta in tutte le ultime quattro partite.

Tuttavia, una serie di nove partite senza vittorie, durata da metà dicembre all’inizio di marzo, ha portato lo Stoccarda a essere coinvolto in una battaglia per la retrocessione.

Gli infortuni hanno fatto la loro parte in una stagione deludente, ma nel complesso lo Stoccarda è stato ancora sotto la media in questa stagione. A merito degli svevi, però, hanno mantenuto fiducia in Pellegrino Mattarazo – l’uomo che li ha riportati nella massima serie – e quella decisione sembra dare i suoi frutti con lo Stoccarda che ha raccolto otto punti nelle ultime quattro partite.

Nonostante il loro recente ringiovanimento, per gli svevi non c’è tempo per staccare il piede dal gas, con il distacco dagli ultimi tre un esiguo. Anche la lista delle partite non sembra molto buona, con le partite contro Dortmund e Bayern ancora in arrivo, mentre le sfide contro Hertha e Wolfsburg possono essere considerate da sei punti per la retrocessione.

Tempo rimanente: Wolfsburg (A), Bayern Monaco (H), FC Köln (A), Hertha BSC (H), Bochum (A), RB Lipsia (H)

Il Bielefeld è attualmente in una posizione precaria poiché si trova nel posto dei playoff per la retrocessione, con l’Hertha al 17esimo posto a pari punti con Die Arminen.

La squadra di Frank Kramer è stata ostacolata in questa stagione dall’incapacità di trovare la rete in modo coerente. In questa stagione Bielefeld ha segnato solo 23 gol in campionato, il che li rende i marcatori più bassi della Bundesliga. Quelle lotte sotto porta hanno impedito a Die Arminen di allontanarsi dal pericolo, mettendo a rischio la loro permanenza di due stagioni nella massima serie.

Mentre si preparano per l’ultimo tratto della stagione, la forma casalinga di Bielefeld causerà anche numerosi mal di testa a Kramer dopo aver visto la sua squadra vincere solo due delle 14 partite casalinghe di campionato in questa stagione, il numero più basso di vittorie casalinghe nella divisione.

Il Bielefeld è anche una delle quattro squadre che non hanno ancora vinto una partita di Bundesliga dopo essere rimasta indietro in questa stagione, sollevando dubbi sulla loro capacità di recupero e se vogliono battere il calo, tutte le preoccupazioni sul loro spirito combattivo dovranno trovare risposta nelle ultime sei partite.

Gli uomini di Kramer devono ancora ospitare il Bayern Monaco, mentre sperano che la sicurezza sia assicurata prima dell’ultima partita della stagione, quando affronteranno un incontro incredibilmente difficile contro l’RB Lipsia. Il tecnico del Bielefeld sarà pienamente consapevole che la trasferta di sabato al Wolfsburg è un’ottima occasione per conquistare tre punti preziosi.

Tempo rimanente: Union Berlin (H), Augsburg (A), Stoccarda (H), Arminia Bielefeld (A), Mainz (H), Borussia Dortmund (A)

Dopo aver chiuso con solo due punti di vantaggio sui playoff per la retrocessione la scorsa stagione, i tifosi dell’Hertha avrebbero sperato che questa stagione sarebbe stata un po’ meno stressante.

Sfortunatamente per la squadra annunciata dall’Olympiastadion, è stata l’ennesima campagna tumultuosa, evidenziata dal fatto che in questa stagione hanno esonerato due allenatori.

Pál Dárdai è stato espulso alla fine di novembre dopo aver assistito a un inizio di stagione deludente. L’ungherese ha lasciato Die Alte Dame al 14° posto.

Tuttavia, invece di girare un angolo, la forma dell’Hertha è ulteriormente peggiorata sotto la tutela di Tayfun Korkut, che ha visto la sua squadra raccogliere solo due vittorie nelle sue 13 partite di Bundesliga in carica. Korkut è stato finalmente messo fuori dalla sua miseria a metà marzo, con l’Hertha che fissava il barile che lasciava la retrocessione.

Non molti hanno scelto il suo sostituto poiché Felix Magath, uscito da una macchina del tempo dalla metà alla fine degli anni 2000, ha fatto un passo avanti. Sfortunatamente per l’ex allenatore del Wolfsburg non è stato in grado di assistere alla sua squadra che ha battuto 3-0 la sua ex squadra a causa di un test positivo per il COVID-19 e sebbene abbiano perso di poco contro il Bayer Leverkusen nell’ultima uscita, un’esibizione valorosa ha offerto motivi per essere positivo.

Il compito di Magath ora è semplice, raccogliere abbastanza punti per prolungare la permanenza dell’Hertha nella massima serie. Che il calcio sia bello o dannatamente orribile, l’unica questione che interessa ai tifosi dell’Hertha è se possono evitare la retrocessione in 2.Bundeliga.

Il prossimo derby di Berlino attirerà l’attenzione, ma le tre partite che seguiranno il derby potrebbero rivelarsi le gare che decideranno il destino dell’Hertha. La squadra di Magath giocherà tre partite consecutive contro squadre che figurano nelle ultime sei e un paio di vittorie di quelle partite potrebbero assicurarsi il posto in Bundesliga, mentre una serie di scarsi risultati quasi sicuramente metterebbe fine al tempo dell’Hertha nella massima serie.

Tempo rimanente: Borussia Mönchengladbach (C), Hoffenheim (A), Bayer Leverkusen (H), Union Berlin (A), Borussia Dortmund (H), Augsburg (A)

Sfortunatamente per Greuther Fürth, la loro permanenza in Bundesliga sembra essere solo una visita fugace.

A sostegno della classifica della Bundesliga, i Kleeblätter sono a 11 punti dalla sicurezza con sole sei partite rimaste.

L’ultima squadra ha avuto problemi a entrambe le estremità del campo, poiché possiede il peggior record difensivo del campionato dopo aver subito 70 gol in 28 partite di campionato, mentre solo Bielefeld ha segnato meno gol del Fürth.

Quelle fragilità li hanno portati a vincere solo tre partite di campionato in questa stagione, con tutte quelle vittorie che si sono svolte in casa.

Due punti in 14 trasferte sono un altro motivo per cui i Kleeblatter torneranno in seconda divisione

Nonostante tutte le perplessità, il Fürth è rimasto fedele all’uomo che gli è valso la promozione nella massima serie e mentre la stagione in corso volge al termine, l’attenzione di Stefan Leitl si focalizzerà sulla preparazione per un’altra offerta di promozione.

Storie correlate

Anteprima FC Köln vs Mainz 05: una gara importante nella corsa al calcio europeo
Anteprima Hertha BSC vs Union Berlin: chi rivendicherà il diritto di vantarsi del derby di Berlino?
La stampa spagnola elogia la scena dei fan tedeschi: “Follia per come i tifosi dell’Eintracht hanno spinto in avanti la loro squadra”.

Leave a Comment