Vinicio Jr. ignora i cori razzisti, continua a ballare nel derby di Madrid mentre il Real Madrid rimane perfetto nella Liga

MADRID — Se non avessi saputo che la partita di domenica tra Atletico Madrid e Real Madrid era “El Derbi Madrileño”, avresti comunque intuito che qualcosa non andava.

– Report: Atletico Madrid-Real Madrid | Classifica LaLiga | Prossime partite

Una relazione tesa e vivace si è conclusa con una vittoria per 2-1 per il Real Madrid, che in questa stagione rimane perfetto nella Liga mentre derideva Vinicius Junior dai fan dell’Atletico.

I gol di Rodrygo e Federico Valverde hanno portato il Real Madrid in vantaggio in anticipo, e un gol di Mario Hermoso dell’Atletico seguito da un cartellino rosso otto minuti dopo non ha aiutato molto la causa dei padroni di casa.

Ecco Alex Kirkland di ESPN con reazione e analisi da Madrid.

VAI A: Valutazioni dei giocatori | Migliori/peggiori interpreti | Momenti salienti e momenti salienti | Citazioni post-partita | Statistiche chiave | Prossime partite


Reazione rapida

1. Rodrygo, Valverde e Vinicius sono il futuro del Madrid

È successo in fretta, ma questa stagione sembra già l’inizio di una nuova era al Real Madrid, con Rodrygo (21 anni), Vinicius Junior (22) e Fede Valverde (24) come nuove stelle di questa squadra.

È un processo iniziato durante la corsa alla Champions League dell’anno scorso e ora impossibile da ignorare. Uno o più di Rodrygo, Vinicius e Valverde hanno segnato in ciascuna delle ultime sette partite del Real Madrid – il primo gol di Rodrygo ha segnato tre partite di campionato di fila per lui – e insieme riassumono questa squadra di Madrid veloce, diretta e clinica.

Veterani come Luka Modric e Toni Kroos sono ancora molto presenti – entrambi sono stati eccellenti contro l’Atletico – e ovviamente Karim Benzema tornerà in squadra quando tornerà dall’infortunio. Ma questa è stata una serata incentrata sulla vibrante e irrefrenabile prima tre del Madrid.

Dopo un inizio positivo dell’Atletico, è stato Rodrygo ad aprire le marcature, sparando un passaggio flottato di Aurelien Tchouameni oltre Jan Oblak, e quando il rasoterra di Vinicius ha colpito il palo e ha rimbalzato in porta, Valverde era lì per segnare il 2-0 e concludere efficacemente la gara, nonostante la rimonta in ritardo dell’Atletico. In mezzo a tutto il rumore di un frenetico derby di Madrid, quei due momenti di qualità hanno fatto la differenza.

2. Gli spaventosi cori razzisti richiedono un’azione da parte dell’Atletico

Il filmato di un gruppo di tifosi dell’Atletico Madrid che cantava un coro razzista a piena gola diretto a Vinicius fuori dallo stadio Metropolitano prima di questa partita era disgustoso, scoraggiante e, sfortunatamente, niente di nuovo.

Il gruppo hardcore di ultras dell’Atletico, il Frente Atletico, sono stati colpevoli di tali incidenti in numerose occasioni, sia all’interno che all’esterno del campo, e il club non è riuscito a intraprendere un’azione decisiva, nonostante abbia ricevuto punizioni dalla UEFA. Fino a quando l’Atletico non farà tutto il necessario per affrontare questo problema, comprese le divieti a vita allo stadio se i responsabili possono essere identificati, continuerà ad accadere.

La risposta di Vinicius alle critiche razziste sui suoi festeggiamenti per i gol questa settimana è stata una dichiarazione eloquente e perfetta sulla questione e qui è stato in grado di rispondere in campo. Quando Rodrygo ha segnato, Vinicius è stato il primo ad unirsi a lui in quella che sembrava una danza molto deliberata sulla fascia, ed è stato poi il catalizzatore del secondo gol del Real Madrid con un segno distintivo sulla sinistra.

Dopo la partita, Vinicius Junior ha pubblicato a foto della sua festa con Rodrygo insieme alla didascalia “Balla dove vuoi”. Continua a ballare, Vini.

3. Il primo avvio di Griezmann finisce con una sconfitta

Finora era diventato uno scherzo ricorrente in questa stagione: al 62esimo, o al 63esimo, o al 64esimo minuto, ecco che arriva Antoine Griezmann – il supersub che l’allenatore Diego Simeone ama, ma non poteva iniziare – come Atletico Madrid ha cercato di evitare di attivare la clausola sull’aspetto che li avrebbe costretti a pagare al Barcellona 40 milioni di euro per rendere definitivo il suo prestito la prossima estate.

Questo non era un gioco qualsiasi, però. Questo era il derby di Madrid, e quindi Griezmann fatto inizio. E ha iniziato abbastanza bene. Giocando al fianco di Joao Felix in attacco, è stato Griezmann a essere probabilmente il giocatore più vivace dell’Atletico nel primo tempo, spesso scendendo in profondità per essere coinvolto nel gioco.

Quando è arrivato il momento per Simeone di fare dei cambi nel secondo tempo, con l’Atletico a inseguire la partita, è stato Griezmann a restare. Non essere sorpreso di vederlo di nuovo in panchina la prossima volta.

– Stream su ESPN+: LaLiga, Bundesliga, MLS, altro (Stati Uniti)


Valutazioni dei giocatori

Real Madrid: Thibaut Courtois 7; Dani Carvajal 7, Eder Militao 7, David Alaba 7, Ferland Mendy 7; Aurelien Tchouameni 8, Toni Kroos 8, Luka Modric 7; Fede Valverde 8, Vinicius Junior 7, Rodrygo 8.

Sottotitoli: Antonio Rudiger 6, Eduardo Camavinga 6, Dani Ceballos 7, Marco Asensio 6

Atletico Madrid: Jan Oblak 5; Felipe 5, Axel Witsel 6, Reinildo Mandava 6; Marcos Llorente 6, Yannick Carrasco 6; Geoffrey Kondogbia 6, Rodrigo de Paul 6, Koke 6; Joao Felix 6, Antoine Griezmann 7.

Sottotitoli: Matheus Cunha 6, Alvaro Morata 6, Mario Hermoso 6, Angel Correa 7, Saul Niguez 6.


Migliori e peggiori interpreti

MIGLIORE: Fede Valverde, Real Madrid.

Un’altra settimana, un altro obiettivo. Continua a migliorare sempre di più. Probabilmente il più in forma in Spagna in questo momento.

PEGGIORE: Felipe, Atletico Madrid.

Sembra sempre l’anello più debole della difesa dell’Atletico.


Momenti salienti e momenti salienti

Il derby di Madrid è stato un po’ sgargiante sin dal primo fischio e non ci è voluto molto perché gli animi si accendessero.

Ma Rodrygo ha mantenuto la calma e ha trovato il primo gol su un bellissimo tiro di una volta dopo un pallone perfettamente ponderato di Aurelien Tchouameni.

Ha continuato a festeggiare ballando con Vinicius Junior, che nell’ultima settimana ha dovuto sopportare disgustosi attacchi razzisti per le sue stesse feste di ballo.

Il Real Madrid ha continuato a girare e Federico Valverde ha raddoppiato il vantaggio.

Mario Hermoso dell’Atletico in seguito ne ha tirato indietro uno, ma lo ha fatto solo quando Hermoso ha guadagnato un secondo cartellino giallo non molto tempo dopo.

giocare a

1:03

Hermoso ne tira indietro uno per l’Atletico nel derby di Madrid.


Dopo la partita: cosa hanno detto i giocatori e gli allenatori

L’allenatore del Real Madrid Carlo Ancelotti sull’essere troppo conservatore dopo i due gol di vantaggio: “Sì. Sono d’accordo. Nel primo tempo abbiamo giocato bene da dietro, siamo partiti due volte [goalkeeper] Thibaut [Courtois] e ha segnato due gol. Eravamo a nostro agio nel possesso. Nella ripresa abbiamo perso l’idea di far loro del male. Alla fine abbiamo sofferto, abbiamo controllato il gioco ma alla fine abbiamo sofferto. L’Atletico ha spinto e ci ha creato problemi”.

Diego Simeone, tecnico dell’Atletico Madrid: “Non posso criticare i giocatori. Ci sono sempre errori, ma hanno dato tutto. Il Real ha uno stile diretto davvero buono. I loro passaggi dalla difesa all’attacco sono veloci e sono straordinariamente clinici. In difesa contrattaccano, prendono le loro occasioni. È un ottimo lavoro dell’allenatore. Hanno giocatori che sono bravi sulla palla e lavorano anche in fase difensiva. Valverde e Vinicius, con il talento di Kroos e Modric, sono sempre stati in gioco”.

Il difensore del Real Madrid Dani Carvajal: “Siamo molto contenti. Siamo venuti qui per vincere. Penso che abbiamo giocato un primo tempo davvero buono, soprattutto nei primi 30 minuti, abbiamo colto le nostre due occasioni. Nel secondo tempo non abbiamo avuto così tanta palla da li ha fatti male. Eravamo a nostro agio sullo 0-2. Alla fine è diventato più complicato ma sono tre punti”.

Il portiere dell’Atletico Madrid: Jan Oblak: “Lascia l’amaro. Abbiamo perso il derby, abbiamo perso una partita molto importante. Non credo che siamo stati così male, non meritavamo la sconfitta, ma questo è il calcio, hanno colto le occasioni e non l’abbiamo fatto La sensazione è sempre brutta quando perdi.


Statistiche chiave (fornite da ESPN Stats & Information)

  • Antoine Griezmann ha esordito per la prima volta in stagione con l’Atlético Madrid. In precedenza, Griezmann era uscito dalla panchina in ognuna delle sue prime sette apparizioni in questa stagione in tutte le competizioni.

  • Rodrygo ha segnato il suo terzo gol nella Liga in questa stagione. Nella stagione LaLiga 2021-22, Rodrygo ha segnato solo quattro gol.

  • L’Atletico Madrid non è tornato a battere il Real Madrid in nessuna competizione quando era in svantaggio in nessun momento dalla UEFA Super Sup del 2018, quando era in svantaggio per 2-1 prima di vincere 4-2 ai supplementari.

  • Il Real Madrid guida la Liga con 18 punti come unica squadra nei primi cinque campionati europei a vincere tutte le partite di campionato in questa stagione.

  • Il Real Madrid ha aperto la stagione con nove vittorie consecutive in tutte le competizioni per la prima volta dal 1968-69, quando ha vinto il record del club di 11 partite consecutive per aprire la stagione, a pari merito con il 1961-62.


Avanti il ​​prossimo

Atletico Madrid: L’Atletico avrà meno di sette giorni per prepararsi alla trasferta a Siviglia, dove sabato 1 ottobre affronterà la squadra di Julen Lopetegui. 1 alle 12:30 ET.

Real Madrid: I Bianchi tornerà nelle comodità del Bernabeu domenica 18 ottobre. 2 quando ospitano Osasuna alle 15:00 ET.

.

Leave a Comment