Vinicio Jr. spinge il Real Madrid a rimanere perfetto nella Liga. Quanto tempo può durare?

MADRID — Il Real Madrid ha continuato il suo inizio di stagione rovente grazie ai gol di Vinicius Jr. e Rodrygo sono stati sufficienti per vedere i campioni in carica della Liga oltre il Real Betis al Bernabeu sabato.

– Report: Madrid-Betis 2-1 | Classifica LaLiga | Prossime partite

La squadra di Carlo Ancelotti ha vinto tutte e quattro le partite di questa stagione e si trova in testa alla classifica.

VAI A: Valutazioni dei giocatori | Migliori/peggiori interpreti | Momenti salienti e momenti salienti | Citazioni post-partita | Statistiche chiave | Prossime partite


Reazione rapida

1. Vinicio Jr. aggiunge la registrazione al suo gioco

Nonostante tutti i suoi notevoli miglioramenti nella scorsa stagione, terminata segnando il gol della vittoria in una finale di Champions League, Vinicius Junior non è mai riuscito a trovare la rete per tre partite di fila. In effetti, non lo aveva fatto come giocatore del Real Madrid – l’ultima volta era da adolescente con il Flamengo – prima di questa serie di gol contro Celta Vigo, Espanyol e ora Real Betis nei fine settimana successivi.

– Stream su ESPN+: LaLiga, Bundesliga, MLS, altro (Stati Uniti)

Anche lo sforzo di sabato è stato un obiettivo speciale, esattamente il tipo di traguardo che era solito apparire dietro di lui. Ha cronometrato la sua corsa sul passaggio di David Alaba dietro la difesa e ha alzato con freddezza la palla su Rui Silva nella porta del Betis esattamente al momento giusto. Non è stato tutto perfetto da parte sua, intendiamoci – ha avuto una grande occasione per ripristinare il vantaggio del Real subito dopo che il Betis aveva pareggiato, facendo volare oltre la traversa – ma ora ci sono i segni che un giocatore una volta deriso per la sua conclusione sviluppato una vera minaccia obiettivo, settimana dopo settimana.

I 17 gol in campionato dell’anno scorso sono stati davvero impressionanti – solo Karim Benzema e Iago Aspas hanno segnato di più nella Liga – e se Vinicius può aumentare quel conteggio in questa stagione, questa è una notizia preoccupante per tutti gli altri.

2. Continuano le buone vibrazioni del Bernabeu dell’anno scorso

Sabato ha segnato la prima partita casalinga della stagione del Real Madrid dopo l’inizio del 2022-23 con tre vittorie consecutive in trasferta che hanno consentito ai lavori di riqualificazione del Santiago Bernabeu di continuare a pieno ritmo nel mese di agosto. Il nuovo stadio non è ancora vicino al completamento – non dovrebbe essere completato fino a maggio – ma in campo la squadra sembra vicina all’articolo finito.

Le prestazioni casalinghe al Bernabeu sono state fondamentali per la miracolosa serie di vittorie consecutive del Real Madrid in Champions League l’anno scorso. Questa è stata un’occasione molto diversa – un soleggiato pomeriggio di inizio settembre – ma l’amore della scorsa stagione tra il pubblico e la squadra di Carlo Ancelotti non mostra ancora segni di abbandono.

C’era un’atmosfera celebrativa prima del calcio d’inizio, con i trofei di Champions League e Supercoppa UEFA entrambi consegnati ai tifosi di casa, e quella positività è continuata quando Vinicius ha portato la squadra in vantaggio all’inizio. Persino il veloce pareggio del Betis non ha fatto molto per smorzare gli animi del pubblico – il Real è reduce da molto, molto peggio – e il vincitore del secondo tempo di Rodrygo sembrava una sorta di inevitabile.

Sono quattro le partite di campionato giocate e quattro vittorie per il Real Madrid, con l’attenzione che tornerà alla competizione preferita di questo club, la Champions League, la prossima settimana.

3. Il Beti non è all’altezza, ma andrà bene

La stagione 2021-22 del Betis è stata notevole: ha vinto il suo primo trofeo in 17 anni alzando la Copa del Rey e finendo quinto in LaLiga, appena fuori dai posti della Champions League. Quel successo avrebbe potuto aumentare le aspettative a un livello oltre ciò che è ragionevole, ma un mercato di mercato estivo difficile – in cui il club ha trascorso la maggior parte del tempo a lavorare per registrare nuovi acquisti e aggrapparsi a giocatori chiave – era una dose di realismo necessaria.

Il loro inizio di stagione è stato impeccabile, con tre vittorie su tre che li hanno portati al vertice del Real prima della sconfitta di sabato, e anche in questa sconfitta di misura sono stati competitivi per lunghi periodi. Sergio Canales è uno dei registi più eleganti e influenti della Liga – anche se è stato sfortunato a perdere il suo partner Nabil Fekir per infortunio all’inizio qui – e Borja Iglesias, che ha impostato Canales per segnare, è un centravanti eccezionale.

La squadra ha una miscela ordinata di gioventù ed esperienza – Joaquin, 41 anni, è apparso in ritardo dalla panchina – e l’allenatore Manuel Pellegrini è una mano ferma.

La scorsa stagione sarà un atto difficile da seguire, ma questa volta inseguire il quarto posto è un obiettivo ragionevole.


Valutazioni dei giocatori

Real Madrid (4-3-3): Thibaut Courtois 6; Dani Carvajal 6, Eder Militao 6, David Alaba 7, Ferland Mendy 6; Aurelien Tchouameni 8, Luka Modric 7, Eduardo Camavinga 6; Rodrygo ha 8 anni, Vinicius Junior 8, Karim Benzema 7.
Sottotitoli: Federico Valverde 7, Dani Ceballos 6, Toni Kroos 6, Antonio Rudiger 6.

Real Betis (4-2-3-1): Rui Silva 6; Youssouf Sabaly 6, Luiz Felipe 7, Edgar Gonzalez 6, Alex Moreno 6; Guido Rodriguez 6, Andrés Guardado 6; Sergio Canales 8, Nabil Fekir 5, Juanmi 6; Borja Iglesias 7.
Sottotitoli: Luiz Henrique 7, Willian Jose 6, Aitor Ruibal 6, Joaquin Sanchez 6.


Migliori e peggiori interpreti

MIGLIORE: Aurelien Tchouameni, Real Madrid

Esordio casalingo di grande effetto, che domina il centrocampo. Tchouameni è apparso ugualmente bene con e senza palla, guadagnandosi gli applausi di un pubblico di apprezzamento del Bernabeu con alcuni tocchi intelligenti, passaggi precisi e intercettazioni tempestive.

PEGGIORE: Nabil Fekir, Real Betis

Fekir tende ad eccellere contro le big, ma qui ha avuto a malapena il tempo per avere un impatto sul gioco prima di essere costretto ad abbandonare per un infortunio.


Momenti salienti e momenti salienti

Come notato nei punti di reazione, l’atmosfera al Bernabeu oggi sembrava perfetta. Una grande giornata per una grande partita e quando vince la squadra di casa non fa mai male…

Dopo la partita, Carlo Ancelotti è stato elogiato per la visita del Betis:


Dopo la partita: cosa hanno detto i dirigenti, i giocatori

“Siamo davvero felici. Questo è solo l’inizio. Dopo tre partite fuori casa siamo tornati con i tifosi e abbiamo vinto. … Sono felice di aver segnato e di aver aiutato quando ne avevamo bisogno.’ Sto tornando da un infortunio e sto meglio ogni giorno… Voglio sempre [to start] e continuerò a lavorare, penso di poterlo essere [a starter]. alimentato [Valverde] è un top player, è dura competere con lui”. — Rodrygo, attaccante del Real Madrid


Statistiche chiave (fornite da ESPN Stats & Information)

– Il Real Madrid inizia la stagione con cinque vittorie consecutive in tutte le competizioni per la prima volta dal 2016-17 (le prime 6 vittorie in quella stagione).

– Il Real Madrid ha vinto il 56% degli incontri della Liga contro. Real Betis (63 vittorie in 112 partite). Le uniche squadre contro cui hanno giocato almeno 100 volte e possiedono una percentuale di vittorie più alta nella Liga sono Saragozza (64%), Espanyol (61%), Celta (59%) e Real Sociedad (57%).

– Dei 40 gol di Vinicius con il Real Madrid, 30 sono stati realizzati con il destro, 8 con il sinistro e 2 di testa.


Avanti il ​​prossimo

Real Madrid: Can Ancelotti & Co. mantenere le buone vibrazioni che scorrono? Il Real Madrid affronterà tre partite nei prossimi 10 giorni, visitando il Celtic nella prima giornata di Champions League (6 settembre) prima di ospitare il Maiorca nella Liga (11 settembre) e poi l’RB Lipsia nella seconda giornata di Champions League (14 settembre). Sembra ragionevole aspettarsi che rimangano perfetti nella stagione dopo questo tris di partite…

Betis reale: La squadra di Pellegrini ha il tempo di scrollarsi di dosso una sconfitta competitiva e combattuta contro i campioni in carica della Liga, con la prossima partita in arrivo giovedì all’HJK Helsinki in Europa League prima di un appuntamento casalingo con il Villarreal in campionato (11 settembre). Sono ancora secondi nella Liga dietro al Real Madrid dopo quattro partite.

.

Leave a Comment